Klaira e sintomi

Buona sera dottori,
Mi ritrovo a contattarvi, per la mia compagna, vista la vostra professionalitá .
Lei assume klaira da 2 anni circa e in quest'ultimo mese ha notato stipsi piú accentuata, gonfiore addominale e mal di schiena. Può tutto ciò essere collegato alla pillola? Ha fatto un test per eccesso di sicurezza visto che ,apparte qualche FANS che non dovrebbe interferire, l'assunzione è stata sempre corretta. Esso ha avuto esito negativo. Cosa potrebbe essere?
Mi chiedevo se potreste inoltre cosigliarle qualche integratore per la cellulite visto che è un suo "problema" costante e non sa come affrontarlo per paura di interferenze.
Grazie.
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
I sintomi che descrive sono riferibili ad una probabile sindrome del colon irritabile , che non ha alcun collegamento con l'assunzione della pillola Klaira o di altro tipo di pillole estro-progestiniche.
In farmacia è possibile acquistare le cosiddette "pillole per la pillola" , integratori che aiutano a drenare liquidi (non è possibile dare nomi commerciali )
SALUTI

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, "approfitto"della sua professionalità per sapere se posso assumere fermenti lattici, integratori di magnesio, integratori di curcuma e un drenante contenente caffè verde.
La pillola crea ansie circa le interferenze purtroppo anche perchè spesso, sapendo che esiste il cerotto tramite cui si assorbono sostenze anticoncezionali, si pone il problema se tramite prodotti locali possano passare sostanze che interferiscono. Potrebbe chiarirmi le idee al riguardo?
Circa le interferenze deve preoccuparmi solo di antibiotici, lassativi, iperico, argilla per via orale e antidepressivi?
Per la sindrome del colon irritabile è consigliabile un consulto psicologico?
Mi scusi ancora per le numerose domande e grazie ancora.
[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Nessun consulto psicologico, ma soltanto procinetici per la normalizzazione del transito intestinale.
Farmaci che producono effetti diarroici potrebbero interferire con l'assorbimento della pillola (per diarrea si intende emissioni di feci liquide con ripetute scariche !!!!)
Alternativa potrebbe essere un sistema a rilascio intrauterino (IUS) di levonorgestrel come KYLEENA , JAYDESS.
SALUTI
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie.
Perciò, se ho capito bene, gli integratori da me citati non interferiscono e neanche prodotti a uso topico. Corretto?
Mi scusi dottore ma per la (IUS) sono troppo giovane? Ho 22 anni e nessuna gravidanza precedente.
La mia ginecologa non mi ha mai consigliato questo metodo per questo le chiedo.
[#5]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Questo vale per le spirali al rame (IUD) , io ho parlato di IUS al levonorgestrel consentito anche alle NULLIPARE (donne che non hanno avuto gravidanze ) questa indicazione è autorizzata dalla AIFA (Agenzia Italiana del FARMACO )
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie, non ero a conoscenza di questo metodo, Gentilissimo come sempre.
Circa le interferenze spero di aver capito bene.
Buon lavoro.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno, mi scusi se la sto disturbando ma ieri sera ho avuto dolore alla schiena fortissimo per qualche ora e ho notato spotting. Stamattina il dolore e le perdite persistono ma sono di lieve entitá entrambi.
Certamente prenoto al piú presto una visita ginecologica ma visti i tempi di attesa vorrei un suo parere. Queste manifestazioni concomitanti sono collegate?
Inoltre per prudenza conviene pensare che la pillola non stia facendo effetto e usare ulteriori metodi?
Grazie e buona giornata.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test