Utente 435XXX
Gentili dottori, vi chiedo un parere sulla mia situazione sperando in una vostra risposta.
Prendo la pillola Drosurelle da due mesi e questo venerdì inizierò con il terzo blister.
La pillola è stata sempre presa alle 20.31 solo in un paio di occasioni con un ritardo di non oltre 1 ora e mezza. Venerdì 16/11 sono entrata della settimana di sospensione e, ad oggi 20/11, non sono arrivate perdite da sospensione.
Ho avuto un rapporto martedì 13 protetto con preservativo ( solo ad inizio rapporto è stato per pochi secondi senza preservativo) + coito interrotto e non era neanche " avanti" perchè durante il rapporto ho avuto delle perdite ematiche come spesso mi succede.
Ieri 19/11 presa dal ansia, a sei giorni da quel rapporto, ho effettuato una visita ginecologica e dall' ecografia transvaginale ha visto: utero in anteroversoflessione con endometrio lineare di 2.5 mm. Miometrio eterogeneo per la presenza a carico della parete anteriore di adenomiosi ( motivo principale per cui ho iniziato il trattamento con la Drosurelle) ed entrambe le OVAIE A RIPOSO.
Lui mi ha detto che le perdite potrebbero anche non venire per questo mese.
Nonostante mi fidi del mio dottore essendo io purtroppo soggetto paranoico non riesco a stare tranquilla al 100%.
Secondo voi posso stare tranquilla su fatto che non sia in atto una gravidanza? E se le perdite da sospe sione non si presentassero e considerando che il rapporto è avvenuto il giorno 13/11 periodo tra l'altro non fertile a prescindere dal utilizzo della pillola, potrei effettuare un test di gravidanza a 12 giorni da quel rapporto? Aspetto impaziente una vostra cortese risposta grazie.

[#1]  
Dr. Lucia Vecoli

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., l' emorragia da sospensione, con le attuali pillole in uso, talvolta non si verifica, a causa del basso dosaggio ormonale in esse contenuto. Questa caratteristica delle pillole più recenti riduce l'incidenza degli effetti collaterali e rende più agevole la loro somministrazione per periodi prolungati, come spesso è necessario, quando soprattutto se ne voglia sfruttare l'effetto terapeutico, oltre che contraccettivo. Da quanto lei stessa riferisce, le possibilità di una gravidanza sono praticamente nulle ed escluse anche dal suo ginecologo, a quanto risulta. Quindi si tranquillizzi e, se proprio vuole fare un test di gravidanza, che in questo contesto non mi sembra necessario, lo può fare a distanza di 2 settimane dal rapporto. Un caro saluto.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Grazie mille dottoressa. Quindi non mi resta che stare tranquilla. Un caro saluto a lei.
E grazie a tutti per offrire questi servizio di consulti. Buona lavoro a tutti