Utente
Buonasera,
Io e una mia collega abbiamo preso un integratore a base delle seguenti erbe.

Estratto gambo d Ananas 1000 mg di cui Bromelina bio-attiva 668 GDU

estratto di Harcinia Cambogia 300 mg di cui acido idrossicitrico 60 % 180 mg

Estratto di Maté 300 mg di cui caffeina 2% 6 mg

Questi sono i principali, poi ci sono i conservanti e gli stabilizzati.
Siccome io prendo la pillola anticoncezionale e la mia collega l anello nuvaring, volevamo sapere se aveva interazioni con questi.

Siccome abbiamo letto che il Maté può dare problemi con cure ormonali o pillole anticoncezionali ci siamo allarmate.

Inoltre volevamo capire, nel caso in cui interagisse, se lo fa a livello di assorbimento oppure a livello di metabolismo epatico.

Resto in attesa di un vs gentile riscontro.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Impossibile rispondere a questo tipo di domande su prodotti che non è possibile testare , come accade per i farmaci , e cosi valutare le interazioni farmacologiche .
un elevato numero di medici non ha nessuna conoscenza delle potenziali interazioni tra contraccettivi ( anello , cerotto e pillola) ed altri farmaci ,quindi lei immagini con i numerosi integratori presenti in commercio.
Si conoscono dati sulla vitamina C , succo di pompelmo , sull'erba di San Giovanni ( HYPERICUM) , sul carbone attivo, perchè sono più noti e più usati, e quindi indirettamente valutati.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta. Le chiedo solo un ulteriore delucidazione... nel caso in cui l integratore interagisse, e quindi l efficacia dei contraccettivi venisse meno... in linea teorica dovrebbero presentarsi episodio di spotting? Grazie e scusi l insistenza

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ci sono segni clinici che possono suggerire una eventuale interazione farmacologica , come la comparsa di spotting e/o "breakthrough bleeding" (emorragia da rottura) con possibile (?) riduzione dell'efficacia contraccettiva.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI