Attivo dal 2013 al 2019
Gentile dottoressa,
Le scrivo perché avrei bisogno di un consulto prima di andare ad una visita ginecologica che ho prenotato per il 19 dicembre. Sono una ragazza di 24 anni che da qualche tempo si è resa conto di avere dei rapporti dolorosi. L’ho riportato più volte alla mia ginecologa la quale non ha mai dato importanza. Assumo la pillola da quando avevo 16 anni (ovviamente ho fatto più intervalli) e non riesco a trovare quella giusta per me. Infatti ho provato Lucille, Effiprev, Belara, Loette che mi procurano forte tensione mammaria e mal di testa in pausa. Ho usato l’anello ma anche questo tensione mammaria, mal di testa in pausa e dopo 8 mesi dal suo utilizzo spotting abbastanza forte (stessa cosa successa per Yaz). Ho provato anche Klaira con la quale mi trovavo bene ma avevo scarso controllo della crescita endometriale (spotting non sempre ma nella maggior parte dei mesi). Sto usando da 4 mesi Zoely con la quale mi trovo bene ma anche con questa 3 mesi su 4 ho avuto spotting. Ho prenotato una visita da un esperto di endometriosi perché il medico di base visti i dolori ai rapporti mi ha consigliato di rivolgermi a lui. Io mi sono informata molto e secondo me più che endometriosi potrei avere la vestibolodinia. Ho infatti arrossamento esterno a livello del vestibolo vaginale, bruciore soprattutto a ore 7 dell’entrata vaginale, prurito e i pantaloni spesso mi danno fastidio. Inoltre io ho iniziato ad usare la coppetta e trovo difficoltà nell’inserirla perché sento la muscolatura molto contratta (ho fatto 15 anni di danza classica, può contribuire?). Ho avuto inoltre ai tempi del liceo per 2 anni cistiti ricorrenti e vaginiti da E.Coli e quando son passate è iniziata la candida. Ora ho i fastidì ma i tamponi sono negativi. I rapporti sono dolorosi soprattutto all’inizio durante la penetrazione e dopo (sempre ore 5-7). A volte sento anche il clitoride molto sensibile. Inoltre a maggio sono stata sottoposta a intervento di conizzazione per CIN1 (HPV 53) e bonifica per condilomi. Pap test effettuato dopo 6 mesi negativi e la ginecologa per il mio fastidio mi ha consigliato olio di calendula e ha detto che sono solo un po’ arrossata. Le vorrei chiedere..secondo lei posso avere la vestibolodinia? Per la pillola io penso che vorrei smettere perché bene non ne trovo una che mi va bene ma non vorrei rinunciare alla contraccezione quindi sto continuando a provare ad usarla anche se la cosa mi stressa..penso infatti che la smetterò.

Grazie di cuore

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Per fare diagnosi di vestibolodinia dopo aver escluso anche altre possibili cause esiste lo swab test o test del cotton fioc.
Bisogna poi anche valutare i trigger point, valutare se c'è un ipertono del pavimento pelvico e ristabilire un equilibrio del ph vaginale e della funzione intestinale se sono alterati.

La pillola nei soggetti affetti da vulvodinia o vestibolodinia a volte può peggiorare i sintomi.

Sia per la diagnosi che per il trattamento sarebbe opportuno rivolgersi a uno specialista che conosca la vulvodinia.

Le auguro di riuscire a trovare presto la strada giusta per risolvere i suoi problemi e mi tenga aggiornata se vuole.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Attivo dal 2013 al 2019
Gentile dottoressa,
Grazie per la sua gentilissima risposta.
Lo specialista a cui mi rivolgerò oltre alla endometriosi tratta anche di vestibolodinia.
Mi sono dimenticata di dirle che nel momento della eccitazione sessuale sento una sensazione strana cioè un misto di bruciore e dolore sempre a livello vulvare attorno a tutta la vulva.
Che altre cause potrebbero dare questi fastidì che le ho riferito oltre la vestibolodinia?
Sicuramente la terrò informata e grazie ancora di cuore.

Penso che sospenderò la pillola dal 10 dicembre quando finirò questo blister viste le perdite.

Grazie ancora

[#3]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Ci sono varie patologie che possono dare sintomi simili a quelli che riferisce come le vulvovaginiti da Candida, germi comuni, Herpes, HPV, ecc., alcuni tipi di malattie dermatologiche come il Lichen sclerosus, lichen planum, ecc., tumori vulvari, lesioni neurologiche (cisti del nervo pudendo di Tarlov, esiti post-traumatici del nervo pudendo, sindrome del canale di Alcok ecc.), ma bisogna escludere anche malattie di pertinenza urologica, o anche l'endometriosi o la fibromialgia, che spesso co-esistono con la vulvodinia o la vestibolodinia.

A presto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#4] dopo  
Attivo dal 2013 al 2019
Grazie ancora.

Buona giornata

[#5] dopo  
Attivo dal 2013 al 2019
Buon giorno dottoressa,
Ho effettuato la visita che le dicevo. Il ginecologo mi ha fatto una anamnesi approfondita ed una visita molto accurata concentrandosi soprattutto sul dolore durante la mestruazione (senza pillola) e sul dolore ai rapporti che gli lamentavo. Mi ha detto che visita per endometriosi negativa ed invece mi ha detto di avere una leggera adenomiosi che mi procura il dolore mestruale e il dolore ai rapporti. Per la questione della vestibolodinia mi ha visitata ed ha detto che in effetti a livello uretrale ho un po’ di “irritazione” però che secondo lui il dolore che riferisco è molto leggero quindi non così eclatante da poter parlare di vestibolodinia. Mi ha consigliato quindi dei comportamenti da adottatare tipo lavaggio con acqua e bicarbonato, indossare una certa tipologia di indumenti e mi ha consigliato di cambiare la pillola da Zoely andiamo un regime continuativo di Novadien (in farmacia mi è stato detto che è uscita Serisima suo equivalente ad un costo inferiore, posso usare quella?). Mi ha comunque detto di provare così e vedere come va altrimenti si rivedrà il tutto. Volevo aggiornarla visto che è stata così gentile con me.
Lei che cosa ne pensa?

Buone feste!

[#6]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Immagino che per arrivare alla diagnosi di adenomiosi oltre alla visita accurata, il Collega le abbia fatto, o fatto fare da un bravo ecografista, anche un' ecografia transvaginale.
Personalmente non amo i lavaggi con "acqua e bicarbonato" specialmente laddove non se ne ravvede una reale necessità.
Il bicarbonato serve ad alcanilizzare il ph e potrebbe essere di aiuto per esempio quando c'è una vaginite da candida che vive in ambienti acidi, però è da considerare un "rimedio" temporaneo da usare per pochissimi giorni in attesa di una cura adeguata dopo una diagnosi CERTA. L'uso prolungato o abituale dei lavaggi con bicarbonato porta a fenomeni di irritazione vaginale, alterazione del ph vaginale e facilita di conseguenza la comparsa di vaginiti, quindi è da evitare.


Le auguro di risolvere al più presto il suo problema.

Buone Feste anche a Lei!
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#7] dopo  
Attivo dal 2013 al 2019
La ringrazio per la sua gentile risposta e per i suoi preziosi consigli.

[#8] dopo  
Attivo dal 2013 al 2019
Gentili dottoressa, Le scrivo per chiederle gentilmente un parere. Il 12 gennaio ho iniziato la pillola Novadien dopo 4 giorni di pausa di Zoely come mi ha consigliato il ginecologo. Purtroppo a causa di uno stato emotivo un po’ agitato (avevo un esame molto impegnativo all’università) nei primi giorni di assunzione (primi 7-10gg) ho avuto degli episodi di diarrea entro le 4h di assunzione della pillola cmq singoli e mai multipli (nel foglietto parlano di diarrea grave). Ho protetto comunque i rapporti per sicurezza ma nei giorni 26 gennaio e 31 gennaio ho avuto dei rapporti che non ho protetto da profilattico visto che la situazione intestinale si era normalizzata (26 rapporto con eiaculazione esterna, 31 eiaculazione interna). L’ultima scarica l’ho avuta il 22 gennaio ma anche quella singola dopo circa 1 ora, 1 ora e mezza. Ho fatto tutto giusto?
Comunque nn so quale sia il fattore ma rispetto a quello che le dicevo negli altri consulti sto molto meglio. A livello esterno mi sono spariti i fastidì, non sono più arrossata e anche durante i rapporti sento molto meno male nelle posizioni in cui sentivo dolore forte.

Grazie

[#9]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Ha fatto tutto correttamente, stia tranquilla.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#10] dopo  
Attivo dal 2013 al 2019
grazie per la sua gentile risposta