Utente
Gentilissimi dottori,
Sono una ragazza di 27 anni e con mio marito (28 anni) stiamo cercando una gravidanza. Ho assunto nuvaring per 6 anni, sospeso per 3 mesi lo scorso anno per controllare se i valori del colesterolo tornassero nella norma. In quei mesi ho eseguito una ecografia tv come controllo, la ginecologa ha sospettato un corpo luteo emorragico, ho eseguito i marker che sono risultati normali e ho ripetuto una ecografia post mestruale risultata nella norma. Da lì ho ricominciato ad assumere nuvaring fino a ottobre2018 quando l ho sospeso per cercare una gravidanza. Novembre e dicembre ho avuto cicli lunghi di 30/32 giorni con spotting premestruale. Gennaio e febbraio di 27/28 giorni senza spotting. Marzo 29 giorni con spotting. Nel mese di marzo ho eseguito una ecografia di controllo dalla quale la ginecologa ha visto due cisti di un centimetro a carico dell ovaio di dx e una di circa 3 cm a carico dell ovaio di sx tutte riferibili a cisti endometriosiche (primo riscontro). Io sono asintomatica, durante le mestruazioni ho una vita regolare e senza assumere antidolorifici. Saltuariamente ho dolore ai rapporti, ma mi era stato detto che avendo l utero retroverso il fastidio in alcune posizioni era normale. Ho spesso sensazione di ingombro intestinale, stitichezza e gonfiore, che curo con alimentazione e fibre. Vi scrivo perché sono molto preoccupata per queste cisti, mi chiedo se possono compromettere la mia fertilità. Potrebbbero aver portato alla chiusura delle tube? Lo spotting é riferibile alle cisti? Agli esami ematici preconcezionali avevo un valore di 105000 piastrine, puo centrare con lo spotting? Voi mi consigliate di eseguire esami o di contattare un centro specialistico in endometriosi? Quanti mesi di rapporti mirati posso aspettare prima di preoccuparmi? Con la mia situazione é indicata la laparoscopia? Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per poter essere certi di un interessamento delle tube da parte della endometriosi oppure di localizzazioni peritoneali di noduli endometriosici , va effettuata una ecografia di secondo livello utile per una stadiazione della malattia con eventuale ricorso ad una LAPAROSCOPIA con associata cromosalpingografia (valutazione delle tube) , o a RMN specifica per la ricerca della endometriosi.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Buonasera, vi ringrazio per la risposta precedente, ho bisogno di un nuovo consulto. Ho eseguito una seconda ecografia che conferma le due cisti ovariche endometriosiche di 1 cm a dx e la cisti a sx di 3,5 cm. Inoltre alla ecografia sono state riscontrate una dubbia dilatazione della tuba di dx e una dubbia idrosalpinge a sx. Io saltuariamente ho fastidio o dolore lieve a sx e stipsi e meteorismo importanti.
Sono in attesa di una visita da un medico specialista in endometriosi che eseguiro a maggio. Nel frattempo vorrei sapere se mi consigliate di eseguire una isterosalpingografia.
Inoltre vorrei sapere, dato il mio quadro e la mia età (27 anni) se ho possibilità di concepimento spontaneo. E se é il caso che io abbia rapporti mirati in questo mese (o se rischio una gravidanza extrauterina)
Inoltre vorrei sapere se nel mio caso possa essere utile una laparoscopia con asportazione delle cisti e salpingectomia.
In caso di pma ho possibilità di avere gravidanza?
Sono molto preoccupata e dispiaciuta e vorrei avere una vostra opinione e sapere se nell attesa della visita di metà maggio é utile che io faccia esami specifici.
Vi ringrazio
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La certezza di una gravidanza extra uterina non c'è.
Le altre richieste vanno esaudite dopo la visita che farà con il collega a MAGGIO , impossibile darle un giudizio terapeutico senza un riscontro clinico.
SALUTONI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Blasi, mi permetto ancora di scriverle a distanza di qualche mese. A maggio ho eseguito una visita specialistica per endometriosi, e sono in lista di attesa per l'intervento di laparoscopia. In attesa dell'intervento la ginecologa mi disse di avere comunque rapporti liberi in cerca di una gravidanza.
Le scrivo perché sono rimasta incinta. Ultima mestruazione il 3/6, ovulazione probabilmente intorno al 20/6 e test positivo il 4/7. Come consigliato dalla ginecologa, per il rischio geu ho eseguito il monitoraggio delle beta hcg, le riporto i risultati:
5/7 243
8/7 948
15/7 9520.
Vorrei chiederle intanto secondo lei come sono i valori? Posso escludere il rischio geu? Farò la prima visita in gravidanza tra un paio di settimane, secondo lei é il caso che in attesa programmi una ecografia? Purtroppo vivo tutto con molta ansia poiché questa é una gravidanza tanto desiderata! Per ora non ho dolori, se non saltuariamente in zona lombare, e non ho perdite, né nausee. Il seno in alcuni momenti della giornata é teso, caldo e dolente, in altri lo sento rilassato e poco o per nulla dolente. Quando sento il seno morbido temo sempre possa essere una avvisaglia di un possibile aborto, di cui ho molta paura. Volevo chiederle se questi sintomi della gravidanza é regolare che non siano costanti.
La ringrazio fin da ora della sua disponibilità e del servizio che offrite.

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le beta promettono bene, consiglio la prima eco tra la sesta e la settima settimana.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI