Utente
Salve dottori. Ho 27 anni. Qualche giorno fa ho avuto un episodio, dalla durata di qualche ora e dall’intensità molto lieve, di sanguinamento al di fuori del ciclo. Attraverso la visita ginecologica è risultato un sospetto polipo endometriale. (ESAME OBIETTIVO: CU NVF, endometrio di aspetto proliferarivo di mm 8 di spessore massimo al fondo,nello spessore di questo si visualizza piccola formazione iperecogena di mm 7x4 riccamente vascolarizzata al color Doppler (polipo endometriale?) Mi è stata prenotata un’isteriscopia disgnostica. Vorrei sapere se per questa procedura è prevista una sedazione o anestesia locale o altro. Ho letto delle sue diverse forme di isteroscopia, quella diagnostica e quella operativa. È possibile che una isteroscopia diagnostica possa diventare operativa in itinere nel caso in cui venga trovato qualcosa da asportare? In questo caso, la procedura continua senza anestesia?
Grazie per la vostra generosa attenzione.

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Se fatta da ginecologi esperti l'isteroscopia diagnostica in genere non richiede sedazione o anestesia, il massimo fastidio che si può avvertire per pochi minuti è un dolore simile a quello che si avverte durante le mestruazioni.
Solamente in casi particolari come ad esempio una stenosi serrata del collo dell'utero, può essere necessario farla in sedazione o anestesia.

Normalmente si fanno due sedute distinte, la prima per l'isteroscopia diagnostica e successivamente si programma l'isteroscopia operativa in anestesia.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. Vorrei sapere che tipo di anestesia verrà impiegata nel caso si dovesse fare l’isteroscopia operativa in un secondo momento.

[#3]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2009
Tutto dipende dalle dimensioni del polipo, dalle caratteristiche della paziente e dall'esperienza/abilità dell'operatore.

Se ci troviamo in presenza di un polipo di dimensioni inferiori ai 15 mm, in una paziente con una buona tollerabilità al dolore e in buona salute e l'operatore è un ginecologo esperto in isteroscopia, l'intervento di resezione del polipo può essere eseguito anche senza anestesia.

Per polipi di dimensioni maggiori il chirurgo e l'anestesista potranno consigliare, previa valutazione specifica della paziente, se fare una sedazione, un'anestesia generale, una spinale o un epidurale.

Stia tranquilla comunque, si affidi in mani esperte e vedrà che sia l'isteroscopia diagnostica, sia (se sarà necessaria) quella operativa sono metodiche ben tollerate e altamente risolutive

Un caro saluto
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org