Utente
buongiorno,
Sono una ragazza di 29 anni, peso 68 kg. Mai usato pillole anticoncezionali a causa di una mutazione eterozigote del fattore V e MHF Cicli più o meno regolari. Chiedo un vostro parere sulla mia situazione. In data 31/1 ho dubito un isteriscopia operativa per rimuovere 2 polipi endometriali da 1.5 cm. Premetto che non essendo il momento del ciclo giusto per farlo (perché vicino al mio ciclo mestruale che sarebbe dovuto arrivare 5 giorni dopo) mi è stato detto di assumere Cerazette fino alla sera prima dell'intervento. Così ho fatto. L'operazione è andata bene ma nei sue giorni successivi ho avuto un'emoraggia che mi ha portata in ospedale. Li mi hanno visitata e fatto analisi del sangue e mi hanno somministrato il tranex 500. Mi è stato detto che l'interruzione della pillola ha innescato un ciclo che si è sommato alle normali perdite dell'intervento e che il mio ciclo ora mi sarebbe tornato dopo il consueto lasso di tempo di 30 gg circa... E che in sede intervento sarei dovuta essere avvertita dai medici. Ma tralasciamo questo aspetto... Fino a ieri tutto bene, a parte del leggerissimo spotting. Da questa notte però sembra essere tornato il ciclo con i suoi caratteristici doloretti...
Temendo una nuova emoraggia mi chiedo se tutto questo è normale... Quando la situazione tornerà alla normalità...
Purtroppo sono via per lavoro e non potrò rientrare a Milano per un po e manca ancora un po prima di dover effettuare la visita di controllo post operazione.
(Nel frattempo ho ricevuto l'istologico che ha confermato la natura benigna dei polipi.)
Vi ringrazio per ogni consiglio vogliate darmi.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lei è il soggetto ideale per l'inserimento di uno IUS (sistema intrauterino al levonorgestrel ) che avrebbe uno scopo terapeutico , ma anche contraccettivo.
Il progestinico posizionato direttamente nella cavità uterina agirebbe bloccando la crescita endometriale , riducendo la quantità del flusso mestruale.
Non si verifica nessun passaggio del farmaco nel sangue .
Come il CERAZETTE , non si tratta di estrogeno ma soltanto di progestinico
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore per la risposta. La mia domanda era un'altra.... Mi chiedo se ciò che sta avvenendo dopo l'intervento sia normale o meno.
Io solitamente ho cicli di media entità e con nessun disagio. Solo dopo l'intervento ho avuto nei sue giorni successivi un flusso emoraggico fermato con il tranex.
Adesso sembra stia tornando il ciclo anche se piuttosto scuro.... Devo considerarlo il mio ciclo funzionale o puo essere una complicanza dell'intervento...?

Ringrazio nuovamente

[#3] dopo  
Utente
Nessuno che sappia darmi pareri in merito alla mia situazione?

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente è una conseguenza dell'intervento !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
C'e qualcosa che io possa fare dottore? O è una complicanza che si risolverà da sola?

[#6]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si risolve senza alcun problema
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente
Dottore le dosi quest'ultimo aggiornamento... da ieri mi sono accorta che stando a riposo le mie perdite diminuiscono tantissimo e diventano marrone scuro. Se invece faccio sforzi, attività fisica tipo sollevamento pesi tornano ad essere più cospicue e di un rosso vivo.. Mi era stato detto che dopo una decina di giorni potevo riprendere l'attività fisica... Io ne ho attesi 17 ....

Può essere che la ferita non si sia rimarginata?
Sono stata operata con tecnica bipolare (corrente bipolare mi sembra si dica).

[#8] dopo  
Utente
Salve dottore,
Il mio simil ciclo dura ormai da 8 giorni e ha sempre avuto un colore marrone...
In queste condizioni una visita ginecologica temo sarebbe inutile per via del flusso, anche se moderato..
Mi preoccupa il colore che non mi fa pensare al mio ciclo ne per quantità ne per colore. La mia ginecologa è via e non mi risponde.
È abbastanza frustrante non sapere cosa mi sta accadendo. Soprattutto dopo il passare di 25 giorni dall'intervento...

Ha dei consigli per me o delle ipotesi su cosa può essere?

[#9] dopo  
Utente
Salve,
Sconfortata posto un aggiornamento nella speranza che ci sia qualcuno che abbia voglia di lasciarmi un parere medico competente.
Ho effettuato una visita ginecologica e a causa del sangue presente ho fatto solo una ecografia esterna. Dalla eco esterna si è visto un utero "sporco" , trilaminare e bello spesso 14 mm.. La ginecologa mi ha detto che il ciclo era in arrivo (e magari già in auto perché quelle che io chiamo perdite secondo lei sono decisamente abbondanti per definirle tale).
Visita interna la dovrei fare dopo il ciclo. Questo avveniva una settimana fa... Il ciclo (il vero flusso) non è arrivato... Ancora ci sono queste abbondanti "perdite" marrone scuro e qualche doloretto tipo ciclo, con tensione al seno...
Ribadisco che oggi è passato un mese dall'isteroscopia operativa e 15 giorni da quando è cominciata la sintomatologia.
E inizio a pentirmi di aver fatto questa operazione, che sarebbe dovuta essere "semplice"... E che invece mi sta creando problemi mai avuto prima.
In attesa di una nuova visita, c'è qualcuno che possa dirmi vagamente cosa sta succedendo?
Grazie

[#10]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente è legata la perdita ematica alla base del polipo asportato.
Il mio parere l'ho espresso dicendole che oltre un coagulante avrebbe bisogno di un progestinico (cerazette o IUS al levonorgestrel)
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#11] dopo  
Utente
Ne ho parlato con la dottoressa e mi ha risposto che valuteremo la cerazette dopo aver fatto i dosaggi ormonali.
Mi avevano detto che le perdite ematiche sarebbero durate una settimana circa e che sarebbero state leggere ma così non è. Possibile che continui a sanguinare dopo un mese dall'intervento?
E che comincino 15 giorni dopo aver assunto il tranex?

La ringrazio comunque per avermi risposto dottore. È dal giorno dell'intervento che confido nelle figure professionali (pubblici e privati, tra puglia, lombardia e campania) che, aldilà di ogni singolo caso paziente, sai che ha competenze e il non riuscire a trovare un ginecologo che mi dica se quello che sta accadendo è normale oppure no è alquanto frustrante e sconfortante. Soprattutto pensando che prima dell'intervento stavo bene.

Saluti cordiali