Utente
Buongiorno,

Qualche settimana fa mi sono sottoposta ad isterosalpingografia e nel referto vi è scritto " cavità uterina ben opacizzata, con profili regolari".

Adesso devo intraprendere il mio primo ciclo di clomid prescritto dal mio ginecologo "di fiducia", causa ovaio policistico e di conseguenza difficoltà nel concepimento. Prima di iniziare questo percorso tuttavia mi son fatta visitare da un'altra ginecologa, la quale mi ha sconsigliato il clomid perchè dall'ecografia secondo lei il mio utero presenta un setto parziale, che nessun ginecologo prima ha mai individuato. Vi è da precisare che questa ginecologa lavora presso un centro privato di PMA e l'impressione che ho avuto è stata quella di " tirare acqua al suo mulino", tanto che mi ha caldamente consigliato una visita presso il suo centro per programmare la laparoscopia.

Sinceramente non mi convince molto la situazione e prima di fare un'eventuale laparoscopia vorrei provare il clomid, seguendo l'iter del mio ginecologo.

La mia domanda (alla fine del mio papiro) è la seguente: l'isterosalpingografia avrebbe rilevato, qualora presente, il setto parziale? O è un esame poco accurato per individuare lievi malformazioni dell'utero?

Ringrazio anticipatamente

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sicuramente la Isterosalpingografia avrebbe evidenziato il setto intrauterino. In tal caso avrei pensato ad una isteroscopia prima di giungere ad una laparoscopia .
Sono d’accordo con lei
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente.

Buon lavoro!

[#3] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Blasi,

A distanza di un mese e mezzo dal suo consulto che mi ha parecchio tranquillizzata, sono a porle un altro quesito.

Ho intrapreso il primo ciclo di Clomid e il mio corpo ha risposto molto bene: al 24 PM il dosaggio di progesterone era più elevato del valore massimo di riferimento per la fase luteinica ( e dovrei aver ovulato intorno al 19 PM) e dall'ecografia eseguita al 27 PM il mio endometrio era spesso 13 mm. Il mio ginecologo ha detto che entrambi questi valori indicano che vi è stato l'incontro tra ovulo e spermatozoo. Ora si è solo in attesa del buon esito dell'annidamento. 
Tra il 3 e il 7 settembre devo eseguire le Beta in caso di ritardo. 
Tuttavia è da circa una settimana che ho una forte tosse secca, soprattutto di notte. In attesa dei giorni che attendo con ansia, il mio timore è il seguente: le contrazioni causate dalla tosse potrebbero impedire l'annidamento o comunque nuocere in qualche modo? 

Ringrazio anticipatamente e auguro una buona Domenica

[#4]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun problema
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottor Blasi,
Approfitto ancora della sua disponibilità e competenza per un chiarimento.

Anche dopo il secondo ciclo di clomid purtroppo il mestruo è arrivato. Mi accingo ora al terzo ciclo.

Al primo ciclo i dosaggi del progesterone al 24gg risultavano 19 ng/mL (fascia di riferimento per la fase luteinica 1.2 - 16 ng/mL), mentre dall'ecografia eseguita in 27ma giornata l'endometrio misurava 13 mm.
Al secondo ciclo il progesterone al 23gg era di 24,6 ng/mL (medesima fascia di riferimento), endometrio in 27ma giornata 14 mm.

Il mio ginecologo da un lato dice che da questi valori sembrerebbe che in entrambi i casi vi è stata la fecondazione dell'ovulo dall'altro però ritiene che è normale che da un ciclo all'altro detti valori aumentino....non vi è una lieve contraddizione in ciò? Se è normale che i valori aumentino da un ciclo all'altro ,allora non è comunque detto che vi è stata fecondazione (???).non è che questi valori indicano solo che l'ovulazione è avvenuta?

Tuttavia il mio dubbio piu grande è il seguente: perchè nonostante l'alto valore di progesterone e il buon spessore dell'endometrio, l'impianto non è andato a buon fine? Io e mio marito siamo giovani (entrambi 27 anni), conduciamo una vita sana (non beviamo, non fumiamo...), tutti gli esami son risultati nella norma - l'unico mio problema erano i cicli anovulatori causati da Pcos like che sembrerebbero essere stati risolti dal clomid avendo ovulato... è cosi difficile che l'impianto vada a buon fine?

C'è qualcosa che potrebbe aiutare?

Attualmente sto assumendo due compresse al giorno di Kirocomplex.

Mi scusi per l'infinità di domande ma mi sto demoralizzando parecchio....rimanere incinta mi sembra un sogno impossibile

[#6]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante una attenta valutazione dello spermiogramma di suo marito.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#7] dopo  
Utente
Spermiogramma già effettuato e risulta nella norma...

Forme fisiologiche un pò basse (4%) ma alta concentrazione (165 milioni).

Sottoposto all'urologo che ha confermato la normalità dei risultati.

[#8] dopo  
Utente
Dice di approfondire presso un andrologo?

Per quanto riguarda invece me, dai valori di progesterone e dallo spessore dell'endometrio si può ipotizzare che la fecondazione vi è stata (poi non andata a buon fine) oppure sono solo indici dell'avvenuta ovulazione?

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certo l'andrologo va bene.
Ci sono le condizioni per una gravidanza , ma è impossibile dare la certezza.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI