Utente 557XXX
Durante un rapporto con la mia compagna ci siamo accorti che il preservativo si era rotto nel momento in cui stavo per eiaculare, sono uscito fuori, ma non ho la certezza di aver fatto in tempo. (la sera stessa avevamo assunto dell alcol, eravamo alticci)
Meno di 7 ore dopo il rapporto la mia compagna ha assunto una pastiglia di Norlevo, econdo i suoi calcoli non era nel periodo fertile e subito dopo il rapporto non ha riscontrato perdite di sperma dalla vagina.
il ciclo mestruale dovrebbe arrivarle fra 5 giorni dopo l assunzione di Norlevo, il giorno stesso dell assunzione ha contratto un brutto raffreddore con tosse, soffre sempre di dolori fortissimi di mal di pancia e mal di stomaco a volte accompagnati da nausea prima del ciclo e durante (sintomi che fra l altro ha sperimentato anche il giorno stesso in cui ha preso la pillola del giorno dopo), continua ad avere questi sintomi anche ora che mancano 3 giorni al ciclo sopratutto la nausea ma nessun altro "sintomo da cilo". Ci sono possibilità che sia rimasta incinta?
Sono in paranoia non so che fare e penso che oggi faremo un test, grazie in anticipo a chi risponderà.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il comportamento è stato corretto con l'assunzione della contraccezione post-coitale (Norlevo ) .
Per rassicurarvi quasi sicuramente potrebbe esserci un ritardo nella comparsa dei flussi mestruali , dovuto all'azione del farmaco sul picco ovulatorio.
Per vostra tranquillità si può eseguire un test di gravidanza.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI