Utente
Ho effettuato il paptest di controllo annuale che ha dato questo esito: negativo cellule neoplastiche, alcuni cheratociti, utero leggermente distrofico.
Premesso che ho 49 anni ed ho ancora il ciclo regolare, vorrei sapere gentilmente un chiarimento sul referto perchè mi consigliano tra 6 mesi nuovo paptest e colposcopia, come mai? Cosa sono i cheratociti? Ho letto che la colposcopia si fa solo quando si sospetta qualcosa, allora perchè il ginecologo mi dice che non ho cellule tumorali ma mi consiglia la colposcopia? Per favore aiutatemi a capire che sta succedendo, sono piuttosto agitata e preferirei non fare la colposcopia se non per validi motivi. Saluti

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Valutare colposcopicamente una cheratosi è importante per escludere lesioni che potrebbero far presupporre una infezione da HPV,e quindi procedere con un trattamento escissionale.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dr. Blasi, ma perchè mi consigliano tra 6 mesi e non subito questo esame? Se avessi il virus non è meglio controllarlo?
Aspetto una Sua gentile risposta. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Diversa valutazione della "cheratosi".
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Il referto esattamente recita così: negativo per cellule neoplastiche, no alterazioni da h.p.v., note di ipotrofia, alcuni cheratociti. Per errore avevo scritto utero distrofico.
Il mio ginecologo dice di stare tranquilla, perchè quando ha effettuato il paptest non ha visto niente di patologico, non ho sintomi o perdite di nessun tipo, quindi, perchè lei mi scrive "diversa valutazione della "cheratosi", che significa? Può degenerare? E in che modo?
Grazie ancora del tempo che dedica su questo sito, è molto importante per noi utenti leggervi.
Saluti

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se l'osservazione colposcopica mi consente una migliore valutazione delle aree cheratosiche gestisco meglio il FOLLOW-UP.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Grazie ancora Dr. Blasi, ma più semplicemente mi potrebbe spiegare (non in termini medici che non comprendo)a cosa posso andare incontro con un utero ipotrofico e ipercheratosico?
La ringrazio infinitamente e Le invio i miei migliori saluti.

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
L'ipercheratosi si riferisce al COLLO UTERINO .
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
Quali sono le conseguenze nell'avere un collo dell'utero ipercheratosico? Oppure l'ipercheratosi stessa è la conseguenza di qualche patologia? Ed esiste eventualmente un trattamento come per esempio si fa sull'epidermide (io tra l'altro ho punti di ipercheratosi sui gomiti e a volte sul dorso delle mani) che tratto con una crema e dopo 7 gg. scompaiono.
Buona giornata.

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo si può stabilire solo se si effettua una biopsia mirata colposcopicamente.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente
Grazie aspetterò l'esito della colposcopia.
Cordiali saluti.

[#11]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Saluti!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI