Utente
Buongiorno,
vi contatto perchè sono preoccupata per mia nuora ha 26 anni, ed è alla 33 esima settimana di gestazione.

Il problema è che da circa 10 giorni si sveglia di notte con forti dolori alle mani e alle braccia, (piage e trema per il dolore) in particolare gli arti si addormentano e le mani tendono a gonfiarsi.
Il ginecologo che la segue le ha detto che è un problema di progesterone e che purtroppo ci deve convivere fino al parto.

Da una visita ortopedica eseguita ieri, dallo specialista della mano risulta che ha problemi di tunnel carpale bilaterale.

Il problema di fondo è che lei ha sempre l'omocisteina alta, quindi prende l'acido folico a vita e ha una mutazione del fattore 5 (infatti qualche anno fa ha avuto un inizio di trombosi) e quindi è a rischio.

Durante la gravidanza ha dovuto prendere la cardio-aspirina e dalla 30esima settimana l'ha sospesa e sta facendo la calciparina.

Non sappiamo come aiutarla e mi chiedevo se è possibile avere qualche indicazione al riguardo.

Vi ringrazio per la disponibilità e auguro buona giornata.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il dolore sicuramente è legato all'edema dei nervi coinvolti nel passaggio del tunnel carpale .
In questa fase conviene sedare il dolore con PARACETAMOLO e neurotrofici (vit.B12)
La rivalutazione sarà fatta dopo l'espletamento del parto e decidere per la soluzione medica o chirurgica.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Dottore buonasera,
innanzitutto la ringrazio per la celere risposta.
Per quanto riguarda il Paracetamolo ha provato ma non ha effetti,seguiremo il suo consiglio aggiungendo la vit. B12.
Grazie ancora e buona serata.