Utente 891XXX

Salve,
a volte sento che le mutandine puzzano come di ammoniaca o come una sostanza acida(non saprei definire bene), questo non accade sempre, solo in alcune occasioni.Non ho particolari perdite ultimamente,le solite perdite filamentose e dense (se così le vogliamo chiamare) del ciclo mestruale. Ho fatto pure un pap test poco tempo fa(un mese circa) ed è risultato negativo.
Può esserci qualcosa? Potrebbe esserci qualche infezione?
La ringrazio!
Mi scuso del disturbo recatole!

[#1]  
44774

Cancellato nel 2011
Cara ragazza, si potrebbe trattare di una vaginosi batterica ovvero non una vera e propria infezione, bensì un sovvertimento dell'ecosistema vaginale, con riduzione della normale flora latto-bacillare e incremento di una flora patogena composta da Gardnerella vaginalis, anaerobi e micoplasmi.
La diagnosi si pone dopo visita e prelievo di un campione di secreto vaginale.
Viene misurato il pH vaginale.
La presenza di tre di questi quattro criteri è diagnostica di vaginosi batterica: perdite grigiastre tendenti ad aderire alle pareti vaginali, pH > 4,5, odore di pesce e clue cells, all'esame a fresco del secreto vaginale, cioè cellule di sfaldamento coperte da cellule batteriche.
Spero di esserLe stata di aiuto. Mi tenga aggiornata, se lo desidera.

Cordialmente

Dott.ssa Anna Maria Ferri

[#2] dopo  
Utente 891XXX

La ringrazio per la risposta. io perdire grigiastre non mi pare di averne sono di un color panna,. Dal pap test si sarebbe dovuto vedere qualcosa?
Quando vado dal medico di base per fare la ricetta medica, cosa devo dire per fare tutte queste analisi? un tampone o cosa?
Altra cosa, questa patologia è sessualmente trasmissibile?
La ringrazio infinitamente per la sua gentilezza.

[#3]  
44774

Cancellato nel 2011
Il pap test può evidenziare la vaginosi, ma l'indicazione di tale esame non è questa,pertanto, il mio consiglio è di farsi fare l'impegnativa dal Suo medico curante per la visita ginecologica e il tampone vaginale.
Riguardo alla trasmissibilità per via sessuale,purtroppo, sì, Cara Signora,uno dei batteri più frequentemente responsabili delle vaginosi batteriche è la Gardnerella vaginalis, il cui contagio avviene tramite rapporti sessuali.
Mi tenga aggiornata, se lo desidera.

Cari saluti

Dott.ssa Anna Maria Ferri

[#4] dopo  
Utente 891XXX

Mi scusi se la disturbo ancora, ma le domande mi sorgono a rate.
La ginecologa l'ultima volta che sono andata per il pap test ha fatto anche una visita ginecologica e non ha riscontrato niente( nell'occasione ho dimenticato di dire questo problema).
Inoltre io non ho nessun tipo di sintomo, nè bruciore, nè prurito, nè perdite, solo in alcune occasioni questo odore acre.
Volevo chiederle: perchè non percepisco sempre questo odore ma solo in alcuni infrangenti (come ad esempio alcune sere)?
Io ed il mio fidanzato abbiamo avuto rapporti ma sempre protetti col preservativo. se l'esito del tampone dovesse essere positivo è il caso che anche lui faccia una cura?
La ringrazio nuovamente.
Mi scusi ancora

[#5]  
44774

Cancellato nel 2011
La vaginosi batterica è un'infezione genitale, ma non viene considerata una vera e propria "infezione" per l'assenza della risposta infiammatoria caratteristica; pertanto, il prurito, il bruciore e l'infiammazione sono assenti e molte donne sono asintomatiche e tale affezione viene individuata magari casualmente, per esempio durante un pap test o un tampone vaginale o, come nel Suo caso, per la presenza di secrezioni maleodoranti.
L'odore amminico spesso diventa molto forte quando si verifica un'alcalinizzazione delle secrezioni vaginali per esempio dopo un rapporto sessuale non protetto o anche dopo le mestruazioni.
La terapia, volta all'eradicazione dell'infezione e al ripristino di una flora batterica vaginale normale, si basa sull' uso di un antibiotico, Metronidazolo o, in alternativa, Clindamicina, assunto per via topica sotto forma di ovuli vaginali o candelette o per via orale, e deve essere praticata da entrambi i componenti della coppia.

Cari saluti

Dott.ssa Anna Maria Ferri

[#6] dopo  
Utente 891XXX

Sono andata stamani dal medico e ha detto di fare delle lavande con betadine soluzione vaginale 125 ml al 10% e poi a limite fare il tampone.
Che ne pensa?
La ringrazio