Utente 385XXX
Appurato che mi debba rivolgere alla 'branca gnatologica', non so come trovare chi se ne occupi.
Nella mia zona , comprensiva di posti limitrofi ( un'ora di distanza ) , la gnatologia sembra essere posta alla stregua di retaggi oscuri. Ho avuto informazioni proprio grazie ai vostri articoli e consulti qui esposti, altrimenti sarei ancora a girare intilmente. come visibile da altri mie richieste, causa fitte ai denti sono risalita ( io) al fatto che serri ( me ne accorgo al risveglio e perfino di giorno) e sia probabilmente bruxista e, in seguito alla recente estrazione del dente del giudizio inferiore, la situazione sia peggiorata, poiché ho visto ( confrontando panoramica precedente estrazione) essersi spostata la mandibola ( parliamo di pochissimo e non visibile all'esterno, cosa confermata da un chirurgo maxillofacciale il quale ha parlato solo di malocclusione funzionale in seguito a forte serramento ). ora dovrei togliere anche il dente del giudizio inferiore a destra, immagino peggiorerà la situazione. Mi sono sentita dire dal chirurgo maxillofacciale che mi ha visitata , dopo il neurologo che ha escluso cose di sue competenza, di fare una TAC e di rivolgermi a lui in seguito. - perché la TAC se non ho nulla alla ATM, che non ha nemmeno 'scrocchi'? Io 'scarico sugli incisivi ( tutto a sinistra, ma i dolori mi si stanno spostando alle arcate anche di destra, e non sento combaciare più i denti come prima). Il dentista mi ha detto che 'non crede alla gnatologia' ( come fosse un atto di fede) e che sia nella mia zona che la sua ( il dentista è in un'altra città ) nessuno la 'pratica'. Mi ha detto che 'a vista' non ho niente ai denti ( non mi fa prove ai singoli denti' , e di rivolgermi ad un ortodonzista ( non penso , ho bisogno di uno gnatologo, i denti sono dritti). In pratica. Devo recarmi ( quando potrò ) a ore di distanza da dove io abiti? E come scelgo a chi rivolgermi? C'è un elenco, faccio a caso? Ho sentito in un anno le cose più assurde e ho dovuto intuire io e studiarmi la situazione fino ad arrivare a questa conclusione , la situazione locale mi pare imbarazzante. Perciò mi trovo a scrivere qui, sperando di essere finalmente indirizzata verso la strada giusta, non so proprio cosa fare. L'unico che mi è sembrato di buon senso è il neurologo che mi ha vista l'altro giorno, che confermava ciò che avevo pensato, ovvero che mi si siano infiammate solo le terminazione nervose periferiche ( che vanno ai denti) a furia di 'schiacciarli '. ( ho notato anche indolenzimento facciale, fin sopra l'occhio, leggero ronzio sporadico tipo acufene, dopo l'estrazione il dolore dai denti incisivi arriva fino alla mandibola, il dolore peggiorato dopo l'estrazione sta scemando , spero che si ristabilisca almeno l'equilibrio di prima). Alcuni dentisti generici( e il maxillo) a cui chiesi parlarono di denti del giudizio che spingono ( ma se ora oltretutto l'ho tolto a sinistra cosa spinge!?) e di mascherine; cosa sono? non servirebbe un bite?

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
" Il dentista mi ha detto che 'non crede alla gnatologia' ( come fosse un atto di fede)"

Lo gnatologo non dovrebbe esistere.
OGNI DENTISTA dovrebbe avere una cultura gnatologica.
Ma purtroppo l'ignoranza e la stupidità sono delle erbacce veramentre brutte da estirpare.
Cambi dentista.

Il confronto delle panoramiche è completamente inutile per verificare lo spostamento della mandibola: è sufficiente aver morso in modo diverso il distanziatore e la mandibola si sposta artificialmente.


"Ho sentito in un anno le cose più assurde"
Anche io, come questa: "malocclusione funzionale in seguito a forte serramento "

MALOCCLUSIONE è un concetto statico, significa che le arcate dentali CHIUDONO male fra loro.
FUNZIONALE è un concetto dinamico, significa che le arcate dentali MUOVONO male fra loro.
Il serramento dei denti NON E' movimento...

Qualche idea in più su chi sia lo gnatologo lo trova qui:
www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/439-gnatologo-costui.html
E più in dettaglio qui:
www.studioformentelli.it/pagine/articoli/lo-gnatologo-questo-sconosciuto

Città di Castello (e faccio una eccezione, perchè la regola del sito è di non indicare nominativi se non in casi eccezionali) è troppo lontano?

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Utente 385XXX

"Lo gnatologo, questo sconosciuto ".
Dr Sergio Formentelli,
evidentemente si, qui gli gnatologi e gli 'adepti' sono entità - Dei a cui credere
Ci tengo a ringraziarLa per la sua simpatia, per la risposta, per l'eccezione ma anche perché grazie al suo materiale divulgato, da me precedentemente letto ( pareri, articoli ecc), sono riuscita a muovermi nella 'selva oscura', perché le mie ipotesi hanno trovato riscontro ( può una mettersi a studiare al posto di coloro a cui si rivolge?) . Lei dice , infatti, che ogni dentista dovrebbe quantomeno avere informazioni di base inerenti alla gnatologia, se fosse mi avrebbero indirizzata vista la mia sintomatologia.

Città di Castello è a due ore e mezza ma è proprio qui che andrò ( sono felicissima di potermi finalmente affidare!) ma, data la distanza, non potrò prima di un mesetto almeno e per questo le chiedo : 1 Vorrei intanto estrarre l'altro dente del giudizio inferiore semi incluso, corro il rischio che le arcate combacino , muovano ancora peggio come accaduto dalla settimana scorsa per l'estrazione, con relativi altri dolori a vari denti? ( se fosse, va beh, tanto son cose che vedrò comunque da questo gnatologo).
Esiste una sorta di Stretching da fare? Lasciando ,quindi , perdere la panoramica per il confronto e le inesattezze che mi sono state dette, comunque io noto che la mandibola sembra 'posizionarsi ' diversamente da dopo l'estrazione . Inoltre ho dolori tra orecchio e condilo .
2 qui non chiedono cone beam prima dell'estrazione "perché tanto l'alveolare, si sa, passa comunque di lì ". Giusto? Sbagliato? 3 ho avuto una paresi temporanea facciale con l'anestesia tronculare per l'estrazione appena fatta, perché ? ( non chiudevo più l'occhio, che si è pure gonfiato, e la bocca era storta, risolta col finire dell'anestesia) . Lo chiedo per sapere se , almeno per l'estrazione, possa fidarmi.
4 Lei scrive, nel link : " Il prof. Slaviceck dell'Univertità di Vienna, uno dei miei principali riferimenti culturali, affermava spesso nel suo stentato italiano: “Contadino felice con dieci denti in bocca non avere patologia”.
Con questa frase voleva porre l'accento sulla componente psicologica, determinante nell'insorgere della malattia.
Rimanere con dieci denti significa una grave malocclusione: le arcate non combaciano fra di loro.
Ma l'assenza di stress del contadino “felice” fa si che la malattia stessa, nonostante tutte le condizioni predisponenti, non si scateni. " . Ad esempio il mio compagno ha una visibile malocclusione ma senza nessuna sintomatologia, io no ma serro i denti e questi mi fanno male. Sbaglio?
Grazie !!!!

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Vorrei intanto estrarre l'altro dente del giudizio inferiore semi incluso"

Dovrei visitarla per capire.
Se non vi sono fastidi, prudenzialmente sarebbe meglio aspettare.



"qui non chiedono cone beam prima dell'estrazione "perché tanto l'alveolare, si sa, passa comunque di lì ". Giusto? Sbagliato?"

La panoramica è l'esame base.
Li si vede se ci possono essere rapporti con il nervo mascellare.
SE VEDO CHE NON CI SONO RAPPORTI, non serve quasi mai la Cone Beam.
Se vedo che ci possono essere rapporti, a fatta.
QUESTA E' LA BUONA PRATICA




"ho avuto una paresi temporanea facciale con l'anestesia tronculare per l'estrazione appena fatta, perché ?"

Io non la faccio mai.
Non sono più nemmeno capace a farla.




"... sapere se , almeno per l'estrazione, possa fidarmi."

Se l'atteggiamento è "tanto il nervo passa sempre di li..."




" il mio compagno ha una visibile malocclusione ma senza nessuna sintomatologia"

MALOCCLUSIONE: concetto statico.
MALFUNZIONAMENTO: concetto dinamico.
I malocclusi molto spesso malfunzionano, ma altre volte funzionano benissimo.
Come a volte i normoocclusi non funzionano.
I serratori mettono a dura prova l'occlusione.
Se l'equilibrio è precario, come nel caso dei malocclusi, il serramento è in grado di spostrare l'equilibrio e far sorgere i sintomi.
Se invece il maloccluso in equilibrio precario ritrova la sua felicità e smette di serrare, può far sparire i suoi sintomi.
Ho semplificato e schematizzato molto, ovviamente, previlegiando l'aspetto della comprensione del concetto all'esattezza scientifica.

Città di Castello è un bel posto, approfitti del viaggio per fare un pò di turismo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 385XXX

Mi è tutto chiaro e ho imparato molte cose, grazie davvero. ( la terrei a chiedergliene altre, oltretutto mi 'sto appassionando' perchè noto finalmente un approccio olistico)
La verità è che mi spiace perchè verrei da lei ( le ore sarebbero 8, ho visto). Mi spiace perchè ho perso tanto tempo, vedendo qui, oltre all'ignoranza, la mancanza di intuito, e quest'ultimo fa la differenza in tutto.
La aggiorno e, appena posso, 'le saluto Città di Castello ',
buone cose!

P:S: per l'estrazione dell'altro dente sì, vedo e aspetto in ogni caso qualche giorno che i dolori ai denti ecc migliorino ancora ed io ritorni al precedente equilibrio. Per curiosità : Scusi, se ho capito bene lei non fa la tronculare e dovrebbe fare l'anestesia intralegamentosa ( si chiama così?) ? Dato che non ho la cone beam e non me la fanno fare e non saprei nemmeno dove farla e con la panoramica sembra che il dente ( compreso quello estratto) sia in rapporti con l'alveolare ( 2 dimensioni lo sembra per forza) , avevo chiesto se non bloccando il nervo ci si poteva regolare così , perchè avrei sentito dolore se si toccava, e mi è stato risposto che si vede che non faccio il dentista ( ovvio!) e che ho molta immaginazione. Ma allora non ho detto questa grande stupidaggine? Mi corregga se ho capito male.
Va beh, per l'estrazione non ho altre scelte, la farò in zona, ma avevo chiesto anche ad altri e fanno così ( poco male perchè girare pure per l'estrazione o fare esami non mi va)...

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Per curiosità : Scusi, se ho capito bene lei non fa la tronculare e dovrebbe fare l'anestesia intralegamentosa ( si chiama così?) ? "

Esatto.



"avevo chiesto se non bloccando il nervo ci si poteva regolare così , perchè avrei sentito dolore se si toccava"

E' esattamente così, ed è anche il motivo per cui non faccio la tronculare.
E l'anestesia è efficace, tranne per il nervo alveolare che resta (quasi sempre) sveglio pronto ad avvisarmi se faccio una manovra errata.
Ma altri colleghi si comportano diversamente (anche i collaboratori nel mio studio)".
E' il "manico" che conta.



"mi è stato risposto che si vede che non faccio il dentista e che ho molta immaginazione."

La mamma dei presuntuosi arroganti è sempre incinta.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Utente 385XXX

Fantastico. Grazie!

[#7] dopo  
Utente 385XXX

Mi scusi ma io stavo pensando ad una cosa che, magari, è utile ai visitatori del sito, ( se a lei va di dire la sua). Mie vicissitudini in loco a parte, mi pare che non sia così diffusa questa 'buona pratica' riguardo all'ATM e disordini relativi. Ad esempio gente che presenta dolore a più denti ed è stata spedita dal neurologo o si sente dire dal dentista " è il trigemino' la si trova anche qui nei consulti che scrive perché non ha risolto . A parte che la cosiddetta nevralgia del trigemino ha dei sintomi inequivocabili che nulla hanno a che fare con tali sintomatologie e poi cosa significa 'è il trigemino?' Nulla, uno vorrebbe sapere perché , e spesso non lo è. ( cosa di cui parlavo col neurologo che semmai confermava infiammazione delle terminazioni periferiche dovute a serramento ). Se mi schiaccio un dito tutti i giorni, sarà infiammato. Mi chiedo se queste persone poi prendano a vita persino farmaci per dolori neuropatici senza giungere a risolvere ciò che vi sia a monte e come mai proprio dei dentisti non indirizzino sul fronte gnatologico. Caso vuole che anche mia sorella l ora, si sia fatta estrarre un dente del giudizio e presenti dolore anche lei agli incisivi ed altri denti , oltre che facciali, e le sia stato detto dal dentista che è per via dei denti del giudizio che spingono ( tutti adesso!?) e -o di infiammazione o 'del trigemino' . Lei invece , le ho chiesto, mi ha detto che serra e ciò è aumentato dopo l'estrazione. Per cui situazioni in equilibrio precario che peggiorano con le manovre. Le hanno proposto di fare le prove ai singoli denti ma a questo punto mi chiedo se queste risultino falsate in presenza di questi disturbi . Il dentista a me aveva raccontato di aver devitalizzato più denti ad una sua paziente per poi mandarla dal neurologo poiché non risolvevano. All'ATM quindi non ci ha pensato nessuno. Le mie sono considerazioni legittime? ( non andrò sola dallo gnatologo , facciamo 'un carico' da qui :D )

[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Le conferisco il diploma di GNATOLOGO "ad honorem" !

Lei ne sa molto più di tanti dentisti.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#9] dopo  
Utente 385XXX

Ne sono onorata ☺️, La ringrazio. Volevo dedicarle questo:
Una poesia di Nietzsche dice :" Poiché mi stancai di cercare, imparai a trovare. Poiché un vento mi avversò, navigo a ogni vento."
Cioè: abbandonandoci senza prefigurare la realtà si può giungere a cogliere il nuovo, ma per attingere questo stato sarà necessario operare la rinuncia a se stessi che Abercombrie tenta di insegnare ai suoi allievi, una rinuncia che significa capacità di rinnovarsi ignorando ogni etichetta.
La scoperta scientifica, anche la diagnosi più semplice, dipende non tanto dall'accumulo di nozioni, quanto da questo abbandono: le classificazioni sono meri avvii a vedere quel che sfugge di solito. Tutto il resto è gergo, imposizione di una casta dominante a danno della gente e, nella misura in cui le serve un gergo, è una casta fraudolenta.
Elémire Zolla, da "'Alle radici del conformismo", nel libro "Gli arcani del potere"

A presto

[#10] dopo  
Utente 385XXX

Gentilissimo Dr. Sergio Formentelli,
se può avrei bisogno di chiederle un'ulteriore cosa.
Ho aspettato di smaltire i postumi della precedente estrazione, come dicevamo, e lunedì ho estratto l'altro ottavo, questo totalmente incluso, perchè era diventato sintomatico anch'esso ( pericoronite).
Ho trovato per farlo un dentista capace che, pensi, ha usato la 'sua tecnica', così con l'intralegamentosa non ho corso rischi per il nervo ecc ( infatti solo nel pulire alla fine ho sentito il nervo, con una scossetta, che è stato sfiorato solo allora). L'estrazione è stata anche veloce, direi tutto perfetto.
Il problema è il post: ho avuto i primi due-tre giorni di malessere e dolori lancinanti in tutta la zona, risolti tornando dal dentista che mi ha dato il cortisone, che ha subito sgonfiato l'edema infiammatorio ( ho ancora un pò). Ora, da venerdì invece si sono intensificati i dolori, penso, in relazione all'ATM, peggio dell'altra volta. Domani ci torno per togliere i punti,ciò che vorrei sapere è se questi dolori siano in relazione al riprecipitare dell'equilibrio dopo l'estrazione: sento tirare qualche dente, come l'altra volta, nel lato estrazione, mi fa male la mandibola, la mascella, credo i muscoli del collo dalla gola fino alla base, come se avessi una corda stratta, in prossimità dell'orecchio, la base della lingua, il labbro, tutto il viso sempre da quel lato, perfino dietro l'orecchio verso l'osso, e anche i muscoli dietro al collo. Apro poco la bocca e non riesco a far coincidere i molari da quel lato, non chiudo più bene. Stanotte l'ho passata in bianco. Questo dentista non è gnatologo, magari penserà ad alveolite ecc, lei cosa ne pensa ? Avrò una remissione della fase acuta in maniera da poter aspettare di recarmi non prima di fine maggio dove lei mi ha indicato? Cosa posso fare, intanto? Come allento la tensione muscolare? Grazie di cuore!

[#11] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Penso in primis ad una aleolite, ma anche il trauma meccanico di sforzo della mandibola non è da trascurare.

Ne parli a Città di Castello con quel pozzo di scienza e di manualità che conosciamo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#12] dopo  
Utente 385XXX

Certo, per ATM , bruxismo ecc non vedo l'ora, non sa quanto ci sarei già corsa, fosse vicino. Il problema è, cosa faccio nell'immediato? Nel senso: sono stata oggi dal dentista che mi ha tolto i punti, ho detto dei dolori e mi ha detto che è andato tutto bene, e che è normale e ci vorranno ancora un po' di giorni, di lasciar fare ... Gli ho chiesto se fosse un discorso di contrattura muscolare e mi ha detto di sì ( in effetti ad esempio i muscoli del collo, prossimità gola, mi sembrano delle corde tesissime da quel lato), la ferita è già bella chiusa e non ha nemmeno preso in considerazione l'alveolite. Quindi, se invece fosse, che faccio? Va via da sola, quindi? In effetti lascerei correre, ma anche perchè il dentista ha 'chiuso il caso' :D . In entrambi i casi questi dolori forti andranno in remissione? La tempistica qual è? ( mi sarei stufata :D, mi fa male tutto ) Ho finito cortisone, antibiotico , solo precauzionale, e faccio solo gli sciaqui, anche per via del saporaccio. Se fosse contrattura, non posso far nulla per decontrarre e allievare? Miorilassanti? Stretching? Ho delle ondate di dolori che sembra che i muscoli, perennemente contratti, abbiano come degli spasmi, intensificando il dolore. Grazie nuovamente e rinnovo la stima ( ecco perchè ho chiesto a lei :D )

[#13] dopo  
Utente 385XXX

Fa niente, i dolori son già sopportabili, ha iniziato a migliorare, e sono certa che siano contratture muscolari, andranno via. La aggiorno invece appena consultato 'chi sappiamo'. :)

Saluti