Utente 433XXX
Buonasera.. È da un paio di mesi che mi ritrovo il viso molto gonfio in particolare nella guancia sinistra mi si è formata una pallina in corrispondenza della mandibola, la mia dentista dice che è il muscolo causa del bruxismo .. vorrei sapere se può essere davvero questo perché a volte mi accorgo di stringere i denti e in particolare ho sempre le mandibole doloranti.. e sorridendo ho il viso molto gonfio che non ho mai avuto cosi e se schiaccio la parte delle guance sento il muscolo della mandibola gonfio.. la mia dentista mi ha preso le impronte per il bite sperando questo risolva i problemi ..grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Buonaserra.
Ovviamenter, senza una visita diretta, si possono fare solo ipotesi.
Il suo problema potrebbe riguardare il muscolo massertere in ipertono/ipertrofia, oppure un lobo della Ghiandola Parotide dilatato a causa del ristagno di saliva, oppure entrambe le cose.
Il bruxismo potrebbe contribuire.
Le suggerisco di leggere gli articoli che si aprono con questi link:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html
https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/7140-ruolo-occlusione-patogenesi-bruxismo.html

Una ecografia potrebbe risultare chiarificatrice.
Cordiali saluti
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Possibilissimo che sia bruxismo.

Una volta esclusa l'ipotesi ristagno di saliva a cui accennava la collega, occorre accertare se si tratta di bruxismo o qualche altra causa collegata all'occlusione della mandibola.
Le due due cose sono indipendenti fra loro, ma fanno gli stessi danni: sovraccarfico all'ATM

Il fatto che lei si accorga di stringere i denti è molto indicativo, ma non basta.
La visita può rendere la diagnosi di bruxismo probabile, anche molto probabile, ma non certa.
La certezza la si ottiene con una misurazione strumentale, che servirà da raffronto per misurare l'efficacia della terapia.

Qui articoli di approfondimento:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html
http://www.studioformentelli.it/pagine/articoli/bruxismo
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"non c'é un rapporto di CAUSALITA' DIRETTA fra occlusione e bruxismo "

CAUSALITA': Rapporto che lega la causa con l’effetto.
Treccani, vocabolario italiano.

Stop.
Ho meglio da fare che interloquire con voi.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2014
Il concetto di Causalità in Medicina non deve essere definito solo con criterio linguistico: quando la causalità viene ricercata per motivi scientifici, infatti, non può essere definita superficialmente con la regola del tutto o niente.
Secondo il Comitato Consultivo per la Salute Pubblica degli U.S.A. va definita nel rispetto di cinque criterii accettati dalla comunità scientifica:
Consistenza
Forza
Specificità
temporalità
coerenza
Il criterio "FORZA" in medicina, a mio parere, è forse il più importante .Nel caso del rapporto fra Occlusione (o meglio Malocclusione) e Bruxismo, la causalità c'è , ma la FORZA non é tale da individuare una causalità diretta e lineare: in questo caso si parla di FATTORE DI RISCHIO. In pratica la malocclusione (come altri) è un FATTORE DI RISCHIO che però non porta automaticamente con causalità stretta a provocare Bruxismo.
Nell'attività clinica quotidiana , pertanto, In pazieniti che presentano Bruxismo, LA MALOCCLUSIONE va ricercata, perché è plausibile che il fattore di rischio "Malocclusione" in alcuni di quei casi si sia manifestato anche con l'insorgenza di Bruxismo.
Sarà compito del clinico appurarlo od escluderlo.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it