Utente 473XXX
Buonasera dottori, ho già raccontato qui del mio problema ma ho scoperto cose nuove e ho bisogno di un secondo parere, sembra che nessun professionista voglia aiutarmi seriamente. Ho portato l'apparecchio per 4 anni, prima di indossarlo avevo una lussazione alla mandibola con deviazione laterale a causa di un colpo, la deviazione comunque era presente già prima probabilmente perché masticavo da un lato solo ma non c'era lo schiocco. A seguito di alcune lastre mi è stato detto che c'è una vecchia frattura calcificata e che non posso essere operata all'articolazione. Il tizio che mi ha messo l'apparecchio ai tempi ha sbagliato diagnosi dicendomi che si trattava di una cosa genetica ma sapevo benissimo che non era così. Essendo la mia mandibola instabile è stato più semplice per lui adattare le due arcate in posizione mandibolare sbagliata. Il risultato è che io ho la percezione di dover andare a destra con la faccia ma i denti me lo impediscono. Ho provato un bite con lo stesso identico risultato, sollievo di notte ma ancora peggio di giorno perché la mandibola era ancora più sulla destra dove dovrebbe essere, ma con uno scivolamento e pressione dei denti laterali e un dente a sinistra con precontatto, dato che quello di prima non mi ha messo l'apparecchio sugli ultimi molari superiori. Il dottore successivo mi aveva detto che forse era il caso di rimettere l'apparecchio. Avendo perso il bite non ho più proseguito la terapia. In seguito mi sono recata in ospedale (dove appunto ho scoperto la frattura) dove uno gnatologo mi ha tolto qualche precontatto ma mi ha di nuovo prescritto come terapia il bite con fisioterapia alla mandibola. Sicuramente il bite è necessario ma per l'articolazione tm, lo trovo inutile invece per la mia occlusione che torna anche peggio di prima di giorno, ho l'impressione di essere presa in giro. Mi viene detto che la linea superiore tra i due incisivi coincide con quella inferiore, certo è sufficiente adattarle fra loro, dato che la mia mandibola balla è facile creare l'illusione, ma se si guarda solamente l'arcata inferiore è palese che l'arco non è preciso e usando come punto di riferimento la fossetta del mio mento non c'è la linea fra i due incisivi, ma c'è proprio uno dei due denti al centro! Sono folle a pensare che sbaglino a non vederlo?Nessuno tiene conto delle mie percezioni. Io oggi mi ritrovo con scoliosi, spondilosi cervicale con osteofita, vertebre riavvicinate, raddrizzamento della lordosi cervicale, scoliosi dx convessa con rotazione dei metameri e anca sbilanciata con dolore alla gamba sx. In pratica sono un vegetale da diversi anni e ho crisi forti di dolore a tutto il lato sx del corpo e mi riesce sempre più difficile camminare e svolgere qualsiasi attività, ho fischi alle orecchie, emicranie, sbandamenti. Mi consigliate di cambiare specialista? Ho descritto la mia situazione a un' associazione di malasanità e mi è stato risposto che sembro positiva per il risarcimento dei danni. Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, l'articolazione temporo mandibolare è importante, ma non può essere la causa di tutti i suoi mali. Molte persone convivono con articolazioni alterate anche più della sua e ugualmente godono di buona salute. Forse i suoi problemi devono trovare soluzione in un altra BR.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 473XXX

Grazie per la risposta. Quindi secondo lei dovrei indossare di nuovo l'apparecchio? È quello che ho sempre creduto, ma non vedo molti specialisti disposti a farlo. Oltretutto da qualche anno ho una fastidiosa irritazione intorno alla bocca che il medico pensava fosse dermatite. Sospetto che sia chelite angolare, ho letto qui che è legata a malocclusione.

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Non posso sapere se occorre un nuovo apparecchio, ma le posso consigliare un percorso multidisciplinare.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Provi a cercare queste parole online "sintomi clinicamente inspiegabili" (credo compaia un mio articolo) e mi dica quanti ne ha di questi. Legga con attenzione e credo troverà risposta a tanti suoi dubbi.
Disponibile ad approfondimenti
Saluti

PS per qualsiasi motivo non si faccia più convincere a modificare in modo permanente la sua occlusione in presenza di dolore. Prima un bite fatto bene, quando è fatto bene? Quando fa sparire il dolore.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 473XXX

Grazie a tutti.
Per il dr. Ruffoni: sono stata mandata intanto a fare una visita fisiatrica per eventuali manipolazioni della colonna vertebrale.

Per il dr. Tonlorenzi: i sintomi descritti nel suo articolo li ho (o li ho avuti) praticamente tutti. Il dolore alla gamba è iniziato in seguito a forti attacchi di panico con insonnia, pensieri ossessivi, diarrea, cistite e febbre a 38 da stress. Da allora la gamba non è mai passata del tutto.

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se vede l'articolo su rivista molto importante questi sintomi li lega.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#7] dopo  
Utente 473XXX

Io l'articolo l'ho letto, ma non mi è chiaro come si possa curare questo problema. In pratica mi sta dicendo che è tutto di origine psicosomatica? Io so di essere una persona che somatizza molto, d'altronde vivo in un ambiente famigliare tossico con alla base la violenza psicologica come quasi unica forma di comunicazione, se così si può definire. Quindi cosa dovrei fare? Ritornare a meditare? Premetto che gli psicofarmaci li prendo già da 10 anni, mi limitano giusto gli attacchi di panico che sono quasi zero, ma per le altre crisi sembra non esserci soluzione.

[#8] dopo  
Utente 473XXX

Intanto, dr. Tonlorenzi le faccio un'altra domanda, ho letto qui sul sito alcuni suoi commenti e scritti rivolti ad un utente che ha un'asimmetria facciale come me. Da quel che ho capito chi mi ha messo l'apparecchio mi ha rovinato perché non ha tenuto prima conto della mia atm. È possibile che mi abbia bloccato in questa posizione facendomi passare da semplice deviazione a deviazione forzata?

[#9] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Tutto diventa psicosomatico quando si sta male, i meccanismi sono perversi e ci si infila dentro senza speranza di uscirne. Vorrei vedere chi non somatizza. Nella mia esperienza in un numero elevato di soggetti fare una terapia corretta del disordine temporomandibolare ha aiutato molto ad uscire dal tunnel.
Digiti e legga il post "stai sempre male? Vai dallo psichiatra" una terapia corretta dei suoi problemi potrebbe aiutarLa ad intravedere una via d'uscita...... e a somatizzare meno.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#10] dopo  
Utente 473XXX

Ma guardi che dallo psichiatra ci vado da dieci anni, ho già cambiato varie terapie e ho sempre fatto psicoterapia

[#11] dopo  
Utente 473XXX

Intanto mi scuso se insisto, ma come ha detto lei la somatizzazione è perversa, o cambio psichiatra o non so più che fare, sono molto nervosa. Va avanti da così tanti anni che il mio unico desiderio è risolverla una volta per tutte. Ultimamente il dolore, soprattutto quello cervicale, è talmente forte da portarmi a vomitare spesso. Limito il digrignamento (per ora) con un paradenti sportivo che mi aiuta a dormire meglio. Lei sa qualcosa riguardo l'affidabilità dell'Ospedale Galliera di Genova? La terapia proposta è bite con fisioterapia senza modifica dei denti. Quel che non ho capito è se si tratti di un trattamento pre-ortodontico come conferma della diagnosi di malocclusione in seguito alla deprogrammazione neuromuscolare o se sia fine a se stesso, per esperienza so che non sarà sufficiente, a quel punto spero che lo specialista se ne renda conto. Ho i denti molto consumati inoltre, ho la tipica fisionomia da "faccia corta" e asimmetrica, credo che nel mio caso servirà ortodonzia ulteriore (dopo il bite ovviamente) e allungamento dei denti. Non voglio fare autodiagnosi precoci ma sono una persona che si informa molto e osserva attentamente il proprio caso, purtroppo solo con il bite non vedo speranza per me.

[#12] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il senso di quello scritto da me scritto è che in presenza di una situazione subdola come la malocclusione spesso sono presenti una serie di sintomi aspecifici che mettono in crisi il medico che l'ha in cura. Talvolta senza diagnosi (i sintomi sono aspecifici) spesso di difficile terapia i medici non sanno che pesci prendere e talvolta fanno finire i pazienti dallo psichiatra. In presenza di malocclusione con dolore in casi difficili da trattare è necessario individuare uno gnatologo competente. Non conosco gli gnatologi del Galliera e quindi non so aiutarla.
In seguito quando sarà uscita da questa "spirale perversa potrà intraprendere altre strade. Quella che io preferisco la legge cercando le parole "allungare i denti per stare meglio".
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#13] dopo  
Utente 473XXX

Grazie mille dottore! Ora mi è più chiaro. Intanto proverò ad affidarmi alla terapia prescritta, se dovessi avere ulteriori problemi se un giorno avrò la possibilità mi farò aiutare direttamente da lei.

[#14] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
[#15] dopo  
Utente 473XXX

Salve dottori, volevo aggiornarvi sulla situazione e chiedere un parere. Ho devitalizzato un dente e i fastidi nella masticazione sono un po' diminuiti, prima era troppo alto, lunedì devo togliere i denti del giudizio superiori che mi mordono le guance e finire il lavoro di prima. Mi trovo a Varsavia e mi è stato proposto un bite che non ha bisogno di ritocchi perché viene fatto in seguito a un test che mostra in anticipo quale dovrebbe essere la posizione corretta dell' atm. Mi sono resa conto di quanto in Italia (almeno dove capito sempre io) gli standard di qualità dei servizi offerti siano bassi, qui in confronto sembra di stare in Star Trek. Mi sono rivolta ad una dottoressa che ho visto in televisione e che ha studiato in Australia e Germania e che ha aperto la Varsovia Dental, pare sia molto rinomata, si chiama Urszula Jarosz, magari ne sapete qualcosa. È lei che mi ha proposto questo metodo. Io non sono un medico però trovo stressante e a volte doloroso procedere sempre per tentativi e correzioni. Al trattamento proposto dovrebbe seguire una lieve ortodonzia ed eventualmente rialzo dei denti. Cosa ne pensate?

[#16] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Bene, lei ora ha trovato il professionista di fiducia che curerà tutti i suoi mali, come altri Polacchi trovano il professionista di fiducia nella sanità italiana. Purtroppo in medicina non esiste un unico professionista migliore di un altro, ma esiste il dottore in cui abbiamo fiducia, lei ora lo ha trovato non lo abbandoni. Poi troviamo professionisti meno corretti, che per farsi pubblicità sfruttano canali come questo, fingendo di essere pazienti contenti, che hanno ricevuto le migliori cure e anziché pubblicazioni scientifiche pubblicano il loro nome, il loro studio e la loro storia.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#17] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
In realtà non c'è nessun motivo di conoscerla perché scientificamente non ha particolari meriti https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=Urszula+Jarosz

Con la mia metodica che uso sia per il dolore nel disordine temporomandibolare che negli sportivi qualche soddisfazione me la sono tolta https://www.medicitalia.it/news/gnatologia-clinica/7658-migliorare-performances-ridurre-infortuni-sport.html al punto tale che sono stato invitato al congresso mondiale del prossimo anno. I centri di riabilitazione della FIFA hanno fatto tanti complimenti quando hanno visto che misuravo i risultati con uno strumento che costa poche centinaia di euro. Non serve star trek per fare cose interessanti, sulla luna ci sono andati con il Commodore e la l'energia atomica si è studiata con fogli e penna.
In bocca al lupo e (se vuole) ci tenga informati.
Magari chieda alla dottoressa di pubblicare nella comunità scientifica i suoi risultati che leggeremo con attenzione perché allo stato attuale non ha pubblicato nulla.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#18] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Tra parentesi non cita nessuna pratica o studio di gnatologia (pubblicazioni abbiamo visto che non ne ha) https://translate.google.it/translate?hl=it&sl=pl&u=http://varsoviadental.pl/our-staff/urszula-jarosz-kajdrys/&prev=search
Comunque già il fatto che abbia trovato qualcuno di cui fidarsi è già ottima cosa e di questo siamo tutti contenti.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#19] dopo  
Utente 473XXX

Non serve avere meriti scientifici per svolgere bene il proprio lavoro già studiato da qualcuno in precedenza, è sufficiente la serietà ed è questo che mi è stato trasmesso. Era solo una curiosità la mia. La vera domanda piuttosto riguardava il metodo propostomi. Comunque già che ne stiamo parlando star trek o meno è già solo l'attenzione che viene rivolta al paziente che fa la differenza. Ogni volta per fare qualcosa mi serviva una radiografia completa, mi hanno semplicemente fatto appoggiare un aggeggio al dente da curare e poi mi hanno mostrato e spiegato tutto, sia prima che dopo il trattamento. Anziché in sei o sette sedute il lavoro è praticamente finito e non ho dovuto prendere alcun antidolorifico, manca solo la chiusura finale.
Per la prima volta mi è stata fatta correttamente l'anestesia perché ho sempre avuto dolore anche con quella, oltretutto nessuno si era mai preoccupato di non farmi sentire nemmeno l'ago mettendomi un gel, come nessuno mi ha mai messo degli occhiali protettivi e una specie di lattice per non sporcare gli altri denti. Probabilmente sono sempre capitata io nelle mani sbagliate e non voleva essere una critica personale perché non sarei nemmeno qui a chiedere, era un'osservazione generale. Il lavoro è stato svolto anche guardando all'interno di una specie di microscopio e venivo aggiornata su ciò che veniva fatto. Il metodo del bite utilizzato qui lo sento per la prima volta, per questo mi interessava avere un parere, non essendo un medico.

[#20] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non ho capito che tipo di bite le è stato proposto. Le è stato devitalizzato un dente bene la cosa ci fa piacere e mi spiace francamente per Lei che debba essere andato all'estero per la devitalizzazione. Del tipo di bite non ho capito il nome.

Sei sette sedute per devitalizzare un dente è stato davvero sfortunato. L'attrezzatura che forse hanno usato è un banale rilevatore apicale (meno preciso della radiografia) che comunque è largamente diffuso ovunque e si compra anche su ebay a prezzi modici. Io comunque ne ho uno costoso che non so quanto possa costare ma meno di 2.000 euro nuovo (quello cinese assai meno).
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#21] dopo  
Utente 473XXX

Innanzitutto grazie per la risposta. All' estero ci vado a prescindere perché qui ho la mia seconda casa, ho solo approfittato dell' occasione. È la prima volta che devitalizzo un dente, mi baso su esperienze di altre persone che hanno sempre aspettato molto.
Il test dovrebbe mostrare i movimenti dell'articolazione dall'interno in tempo reale, con grafica 3d o qualcosa del genere. Mi pare sia stato chiamato test di gerber ma cercando su internet ho visto solo riferimenti a un tipo di test che si usa per verificare le condizioni della scapola, forse ricordo male il nome. Pensa che potrebbe essere dannoso ripristinare la posizione corretta in maniera non graduale? Secondo lei recupererò la simmetria del viso non trattandosi di un problema osseo? Anche il sorriso è asimmetrico, ho una guancia totalmente diversa dall'altra. Da un lato la piega arriva fino al naso, dall'altro, dove tende la mandibola ho due pieghette solo al lato della bocca con la guancia più gonfia e rotonda che fanno sembrare che rido solo da un lato e l'intero sorriso, denti compresi sono inclinati come se fossero più corti da un lato, ma aldilà di questo guardando attentamente non si tratta solo della lunghezza dei denti, gli incisivi sono proprio inclinati. È un problema anche estetico per me oltre che disfunzionale. Mi crea imbarazzo e insicurezza, e forse anche problemi di comunicazione dato che una volta mi è stato detto che rido solo da un lato come se il mio sorriso non fosse sincero, in verità i muscoli erano distesi al massimo delle mie possibilità.

[#22] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Placca di Gerber è un tipo di bite che non c'entra nulla con lo studio dei movimenti della mandibola. Questo studio si può fare attraverso diversi strumenti: assiografo, kinesiografo, arco gotico, ecc.
Tutti questi studi del movimento hanno un limite (assai grosso):

1) la mandibola ha buoni movimenti e sta bene.... a cosa serve lo studio ed il bite?

2) l'articolazione temporomandibolare funziona male (come nel suo caso) e i movimenti sono scorretti. Cosa le serve studiare movimenti sbagliati?

Riguardo tutte le altre domande che fa provi a leggere https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/1010-asimmetria-mandibolare.html e mi dica se qualcosa non Le è chiaro.
Probabilmente da una parte ha la mandibola bloccata che non si muove e studiare i movimenti di un blocco...... mi sa che sia tempo perso.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#23] dopo  
Utente 473XXX

Grazie dottore, comunque oggi ho fatto l'estrazione dei due denti del giudizio superiori. Rapido e indolore e non si direbbe che ho tolto due denti. Mi hanno iniettato il plasma del mio sangue per una guarigione rapida. Percepivo quei due denti da anni come corpi estranei che mi comprimevano il cranio. Tempo di levarli e mi è passata quasi tutta la tensione al collo e la spalla che era bloccata da due mesi. Ho letto di molti problemi anche gravi in altre parti del corpo risolti con l'estrazione degli ottavi, non credo si tratti di letteratura scientifica ma ci credo lo stesso perché già da prima di leggere sentivo che tutto partiva dalla mia bocca, era come avere due chiodi conficcati. Secondo lei esistono queste correlazioni?

[#24] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se i due denti del giudizio toccavano prima si. Ha risolto il Suo problema siamo contenti per Lei.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#25] dopo  
Utente 473XXX

Se è risolto del tutto non lo so, è presto per dirlo, ma mi sembra di stare meglio. Mi sento un po' strana ma penso sia normale, senza i due denti si è modificata la mia propriocezione. Per curiosità, ha qualche articolo scientifico da consigliarmi riguardante gli ottavi?

[#26] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Articoli che correlino la propriocezione del terzo molare alla Sua situazione credo non ne esistano. Mi spiace non so aiutarLa.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum