Utente 202XXX
Salve
vi scrivo per avere un parere sui miei problemi dentali, ho 22 anni e compierò i 23 a dicembre. Soffro anche di scogliosi e da piccolo ho rotto le ultime 3 costole destre.
Fino a febbraio di quest'anno, non ho mai sentito problemi hai denti. Sono cosciente fin da piccolo che avevo il canino destro ancora da latte.
La prima visita da un dentista l'ho fatta a 19 anni, quindi non ho mai messo un apparecchio odontoiatrico.

Il dentista ha rilevato il canino da latte destro e al posto del 2° premolare destro un molare da latte ed inoltre sul secondo molare destro una carie, che ha prontamente riparato (io non ho mai sentito dolore hai denti, mi sono rivolto al dentista solo perchè mi manca il canino definitivo e ho ancora quello da latte).

Nella stessa visita mi ha consigliato una panoramica per controllare la presenza delle gemme. A dicembre 2004 faccio la panoramica e si nota chiaramente il canino incluso nel palato, mente il premolare definitivo non c'è (ovvero non è mai spuntato).

Ho preso coscienza dei miei problemi e ho rimandato fino a febbraio solo perchè sentivo che i denti si stavano spostando (i denti incesivi sotto erano perfettamente allineati, mentre ora si sono spostati come se si fossero stretti e stanno cercando dello spazio) e anche un incisivo sopra che presentava da anni un consumo anomalo (praticamente è consumato più da un lato che l'altro) si è ruotato leggermente. Ora con la bocca chiusa sento gli incisivi sotto che toccano quelli sopra. Inoltre nelle costole piu' vicine al collo sentivo strane tensioni, ora mi sono accorto di avere una costala da un lato rientrata e l'alta leggermente sporgente.

Inoltre ho sempre avuto un lato del mento piu' basso dell'altro e lo stesso i denti di destra piu' bassi rispetto agli altri (circa 3 millimetri). Che la parte dei denti sotto è storta è evidenziato da un incisivo consumato seguendo la linea storta della mandibola.

Mi sono messo in cura da un ortognatologo che mi ha dignosticato anche:
-morso chiuso e deviato verso destro (i denti sopra non si chiudono a metà degli incisivi sotto)

Ha iniziato con applicarmi un bite rigido (che risolve solo il problema del morso chiuso), ma mi da la sensazione che la mio mento si sia stortato ancora di piu' e quando metto il bite mi viene da chiudere il lato della bocca piu' alto (il sinistro) in modo da raddrizare il mento. E' una sensazione strana.
L'ho tenuto per 3 mesi, ora sembra che la mia mandibola non sia mal posizionata, ma proprio deformata ( anche mio fratello ha un po' il mento storto). Ha fatto 3 rx (un altra panoramica, una dal davanti del cranio e una dal lato destro).

Ora devo iniziare la disinclusione del canino dal palato con un apparecchio. Per installarlo mi ha detto che devo togliere i denti del giudizio tutti e 4 perchè sono in posizione molto arretrata e ho un sovraffollamento da non riuscire ad installare un collarino sul canino per sostenere l'apparecchio. Mi ha già levato un dente del giudizio quello destro sopra, tra 10 giorni vuole togliermi il dente del giudizio sotto destro che risulta inoltre leggermente incluso oltre che molto indietro.

Per la malocclusione mi ha detto che lui non toccherebbe niente nella parte inferiore, perche secondo lui ormai bilanciata dalla natura. Pero' mi rimuove i denti del giudizio perchè pensa siano quelli che hanno creato i miei problemi odierni. Per risolvere i miei problemi non è sufficente l'uso di apparecchi, ma anche una operazione maxillo facciale.
Praticamente con l'apparecchio nella parte sotto dovrebbe rompere tutti gli equilibri formatisi e poi il chirurgo sistemarmi la faccia... si perchè sembra che se mi raddrizza la bocca, praticamente mi risulta la faccia piu' storta.


Potrebbe darmi qualche consiglio:
-è obbligatorio togliere i denti del giudizio sotto, quello destro non è possibile trasformarlo nell'ultimo molare e farli avanzare togliendo il molare da latte? secondo lui mi si deforma ancora di piu' la bocca?

-Non ho nessuna speranza di sistemare la bocca con il solo apparecchio?

-Non è possibile che i miei problemi alla schiena siano dovuti alla bocca sbilanciata?

-Inoltre da quando ho preso coscienza dei miei problemi mi sento come se fossi tutto storto!


Grazie

[#1] dopo  
Dr. Stefano Paulli

24% attività
0% attualità
0% socialità
LEGNANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, se il suo ortodontista ha diagnosticato una malocclusione dento scheletrica (IIa classe dento scheletrica tipo morso prfondo), questa non può essere trattata con l'ortodonzia fine a se stessa, in quanto spostando unicamente i denti, difficilente questi potranno essere portati in prima classe dentale (cioè normocclusione dentale)e ammesso che si riuscisse, una volta rimossi gli archi ortodontici la recidiva sarebbe quasi istantanea.
Se desidera ottenere un' occlusione più che stabile e duratura(sempre che la diagnosi malocclusiva sia corretta)deve per forza di cose sottoporsi ad una ortodonzia prechirugica che, come diceva, peggiora paradossalmente la masticazione, in quanto i denti vengono allineati secondo le basi schletriche. In seguito (circa dopo 18 mesi) si eseguiranno delle osteotomie correttive della mandibola e/o del mascellare superiore (l'interveto è ben sopportato dai pazienti)per riportare in normocclusione le arcate dento-scheletriche.Inoltre se l'asimmetria del mento è dovuta ad una asimmetria della mandibola dopo l'intervento questa sarà corretta, se invece è solo il contorno mentale ad essere asimmetrico, sempre durante lo stesso intervento si procede anche ad una mentoplastica correttiva.
Se invece decide di non far nulla non succede niente di grave alla sua bocca,....potrà avere nel futuro disturbi articolari mandibolari nonchè problemi parodontali con riassorbimento parodontale prematuro dovuto ad uno scorretto carico masticatorio sugli stessi; non ultimo anche il fattore estetico rimarrà invariato.
Per quanto riguarda il disturbo posturale causato o aggravato da una malocclusione,questo è un argomento alquanto dibattuto. Io personalmente faccio parte della scuola di pensiero che sostiene che non vi è nessuna correlazione scientifica anatomica obiettiva provata tra postura e occlusione. L'unica correlazione eventualmente presente in pazienti con malocclusioni o meglio con disturbi articolari è con il tratto cervicale della colonna cervicale.
Per quanto riguarda i denti del giudizio se vuole può leggere gli altri miei consulti a riguardo per non dilungarmi(comunque tenga presente che è estremamente difficile recuperare ortodonticamente un terzo molare).
Il fatto che si sente "tutto storto" forse è dovuto all'eccessiva tensione che provoca tutta la situazione + che ad una reale alterazione anatomica .
Per quasiasi chiarimento sono a Sua disposizione
Cordialità
Paulli Dr Stefano
Stefano Dr Paulli

[#2] dopo  
Dr. Paolo Patrucco

24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile utente ,
come sempre il dr Paulli sviscera esaurientemente i problemi e mi trovo praticamente in perfetto accordo con le sue conclusioni ,posso aggiungere solamente che se per caso volesse effettuare una visita per sentire un altro parere ,lei che è di Brescia ,può rivolgersi all'Istituto Stomatologico Italiano di Milano in via Paci dove nel reparto di Gnatologia le sapranno dare tutte le indicazioni del caso.
cordialmente
Dr Paolo Patrucco
Paolo Patrucco

[#3] dopo  
Utente 202XXX

grazie per la risposta esauriente che mi ha dato.

non vorrei mancare di rispetto al mio dentista, pero' mi piacerebbe sentire anche un altro specialista, dopo aver disincluso il canino (a patto di riuscirci!)

Dopo di che sicuramente mi rivolgero' al reparto specialistico di Milano.

Ho tolto l'altro dente del giudizio sopra a sinistra, per ora vogli dare fiducia al mio dentista in futuro vedro'.

Grazie ancora

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
"faccio pare della scuola di pensiero" non si addice alle scienze mediche. Io insegno le correlazoni tra occlusione e postura (Prof A. C.) ed il titolo del mio insegnamento è "Fisiologia e patologia della postura e del movimento" nell'importantissimo Dipartimento di Fisiologia di Pisa (sono docente al S Raffaele all'Università di Chieti e a Siena). Deve sapere che esistono studi che dimostrano (nella cavia) che il nervo trigemino finisce nella colonna vertebrale lombare. Oppure che se si asporta il labirinto (sempre alla cavia) di un lato questa immediatamente si storce tutta dal lato opposto. Dopo circa 1 mese questa cavia riassume la posizione diritta. Qualcosa ha compensato ed ha raddrizzato l'animale, cosa? Se tagliamo il trigemino del lato opposto l'animale si storce ancora di più. Qualche esperimento sull'uomo prendiamo un paziente e si misura l'area coperta dalla proiezione del baricentro a terra su appositi strumenti (pedane baropodometriche) poi si fa un tipo di anestesia (da un lato) e si fa risalire sulla pedana il gomitolo si è allargato. Se facciamo chiudere gli occhi la proiezione del baricentro a terra si sposta verso il lato opposto a quello in cui è praticata l'anestesia. Ancora studi pubblicati sulla grande banca mondiale di medicina (PubMed) hanno dimostrato che tiratori professionisti aumenano il numero dei centri se portano il byte. C'è una spiegazione scientifica a tutto questo ed è da individuarsi nel fatto che il trigemino è il più voluminoso nervo cranico. La vecchia consensus dove si affermava della mancata evidenza di correlazioni (Milano non ricordo l'anno) era condivisibile (in parte) prima dell'avvento di alcune strumentazioni (es. pedana baropodometrica) che attualmente sono in grado di dimostrare le variazioni che avvengono chiudendo gli occhi, alzandosi in punta di piedi ripetutamete, interponendo dei rulli tra i denti. Comunque un pensiero al trigemino (voluminoso nervo cranico) che in pochi conoscono. Ritornando alla Sua schiena, ci sono dimostrazioni che fibre trigeminali finiscono anche alla schiena, Lei cosa ne pensa della mancata correlazione?
Daniele Tonlorenzi
dtonlorenzi@mcarrara.com
058553075
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum