Utente 275XXX
Salve, mi sono appena iscritto...
sono uno studente di psicologia e, sto per iniziare un tirocinio nel reparto di geriatria dell'ospedale della mia città...sono un po' ipocondriaco, mi chiedo se devo effettuare vaccinazioni...nessuno dice nulla...

approfitto per porre un altro quesito: da piccolo sono stato sottoposto a vaccinazione morbillo-parotite...tempo fa, effettuando analisi del sangue con dosaggio anticorpale, è stato evidenziato insufficienza anticorpi morbillo e appena sufficienti quelli parotite...mi è stato detto che effettuare ora una nuova vaccinazione antimorbillo è rischiosa ( ho 29 anni), ma anche esserne contagiato è un rischio...come fare?

grazie per la disponibilità,
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

sicuramente ammalarsi di morbillo, in età adulta, è assai peggio del rischio vaccinale, ma nel suo caso, anche se con tasso anticorpale basso, rimane comunque una sorta di memoria immunitaria che dovrebbe essere sufficiente ad evitare un nuovo contagio.

La decisione di una seconda vaccinazione la deve prendere col suo medico curante; in questa sede posso solo dirle che un rischio di contagio è possibile ma poco probabile.
In ogni caso, prima di decidere in un senso o nell'altro, è meglio ripetere il dosaggio del tasso anticorpale.

Buona giornata
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 275XXX

La ringrazio infinitamente!

il mio urologo mi ha messo un po' in allarme per i possibili problemi derivanti da un morbillo in età adulta...però lui al tempo stesso mi ha consigliato di non fare vaccinazione, per gli effetti altrettanto negativi ( me l'ha detto lui...), ma di stare lontano da chi è contagiato ( fosse facile, non posso vivere in una campana di vetro)

Le pongo un altro quesito dottore...spero di riuscirmi a spiegare bene...
quando ho dovuto fare il secondo richiamo dell'anti-diftetanica ( che di solito, credo, si effettua sul gluteo), io spaventato, non volevo ( da piccolo una vaccinazione sul gluteo, mi ha causato una reazione davvero brutta con ingrossamento e arrossamento della parte) e così mi fecero l'iniezione sul braccio, dicendomi che era solo antitetanica...poi,successivamente, passati 5 anni, ho ripetuto l'antitetanica normale, però rimane il dubbio sulla antidifterica...come fare? rischio nel fare il tirocinio ospedaliero?

grazie ancora e scusi

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
per la difterite le ripeto gli stessi concetti espressi per il morbillo
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it