Utente 387XXX
Salve e la mia prima volta nel vostro sito.. Sono qui per colpa mia! Sono stato tre settimane in Thailandia dove ho avuto rapporti protetti eccetto uno ed ho paura per questo anche se la ragazza sostiene di non avere nulla. In uno degli altri rapporti protetti lei ha perso del sangue ma io avevi il preservativo quindi dovrei essere coperto.Tra tre giorni torno in italia posso fare subito un test hiv per sicurezza? Quali potrebbero essere i primi sintomi anche solo dopo 8 giorni? Ringrazio tutti voi per il vostro aiuto e il vostro lavoro!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
il problema non si pone per la ragazza che ha perso sangue, se lei aveva il preservativo e se questo era integro, ma per il rapporto non protetto di cui non possiamo quantificare il rischio, che nel turismo sessuale non è mai basso.

I protocolli da seguire secondo l'ISS e l'OMS sono i seguenti:
-test HIV 1 - 2 di IV generazione con ricerca della p24 in ECLIA ( o ELISA) a TRENTA giorni dal rapporto a rischio (se negativo attendibilità >95%) e poi a 90 gg (se negativo è definitivo).

- VDRL e TPHA per la sifilide contestualmente ai prelievi per HIV.

Fare i suddetti test più precocemente non ha senso.

Cordialità.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 387XXX

La ringrazio le faro sapere al piu presto!

[#3] dopo  
Utente 387XXX

salve dottore ad oggi passati 12 giorni ho ricevuto i test per malattie infettive...so che non sono attendibili , ne ho prenotati altri per l' 11 settembre , tutti al momento risultati negativi.
Mi son dimenticato di dirle pero che ho avuto un solo rapporto scoperto ma ho anche ricevuto dei rapporti orali scoperti cosi come dei baci in bocca.
Alche preoccupato ho prenotato tutti gli esami per le malattie infettive.
Oggi ho anche ritirato i primi esami del sangue generali nei quali per la prima volta mi sono usciti i monociti a 20 cioe esattamente il doppio e i leucociti a 52.3 leggermente più alti ed in più mi sono stati trovati i globuli bianchi bassi tant e che il dottore mi ha scritto nelle osservazioni leucopenia, tutti gli altri valori andavano bene.
Il mio medico mi ha detto di non preoccuparmi in quanto quando ho fatto gli esami avevo un po di tosse con ghiandole infiammate ma io sono comunque preoccupato.
Questa leucopatia puo anche derivare dai diversi fusi orari che ho passato in una settimana cosi come i cambi di temperatura caldo freddo?
Questi valori possono essere legati ad un eventuale contagio da qualche malattia sessualmente trasmissibili?
Mi scusi per il disturbo e la ringrazio per la sua disponibilità.
Cordiali saluti e grazie in anticipo.