Utente 400XXX
Salve,

vorrei chiedere un chiarimento circa la diagnosi da infezione del parassita toxocara canis/cati.

Nel 2012 ho effettuato un test "Toxocara (immunoblotting)" risultato negativo per una presunta infezione di questo parassita avvenuta nel 2010. Ora che il test mi è tornato tra le mani, vorrei chiedervi, a distanza di anni, alcune delucidazioni su questo test, che non ho mai chiesto prima perché non avevo dato alcuna importanza alla toxocariasi, ma ora comprendo le complicazioni che può avere questa malattia.

Il test è attendibile?

E' un Elisa o un altro tipo?

Il test ricerca gli anticorpi dell'infezione dalle larve o dal verme in qualunque posizione del corpo si siano annidate? Mettiamo che le larve o il verme siano finite in un occhio o nel cervello, questo test trova gli anticorpi ugualmente?

E' vero che le larve possono sopravvivere per anni, dormienti nel corpo, prima di risvergliarsi? Il test le trova ugualmente?

Se questo test è risultato negativo posso escludere di avere larve e vermi toxocara nel mio corpo in seguito a quella presunta infezione del 2010?

Vi ringrazio per l'attenzione e per le risposte che cortesemente potrete fornirmi.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
un test immunoblotting valuta con estrema accuratezza gli anticorpi diretti contro molti antigeni di un parassita, batterio o virus: è un esame di conferma di secondo livello, molto attendibile e in immunoenzimatica.
Se il suo immunoblotting è negativo lei ha sviluppato anticorpi contro la Toxocara, che è molto antigenica,e dunque non la ha in corpo.

Le larve non restano dormienti: provocano una reazione granulomatosa da corpo estraneo che può diventare devastante a livello oculare. Mi pare che lei ci veda e non abbia disturbi neurologici.

Perciò si tranquillizzi e riponga nell'archivio il suo datato Immunoblotting.
Cari saluti,
Dr. caldarola.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 400XXX

La ringrazio. Quindi da quello che lei mi dice, non ho le larve o il verme nel mio corpo e quindi anche a distanza di anni non mi si potrebbero sviluppare danni all'occhio, al cervello o ad altri organi. Giusto?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
esatto. Ci siamo perfettamente intesi.
Saluti,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 400XXX

Grazie. Mi scusi, solo una precisazione, lei ha detto:

"Se il suo immunoblotting è negativo lei ha sviluppato anticorpi contro la Toxocara, che è molto antigenica,e dunque non la ha in corpo."

Ma il test non dovrebbe trovare gli anticorpi che si attivano in caso di infezione?
Se il test è negativo non dovrei già avere gli anticorpi. Se invece ho contratto questa infezione gli anticorpi si attiverebbero per respingerla e il test li troverebbe.
Se lei dice che ho sviluppato gli anticorpi allora significa che sono infetto o che lo sono stato in passato?

E' giusto il mio ragionamento?