Utente 649XXX
Buongiorno, mi chiamo Michele ed ho 25 anni, altezza 1,90 per kg 95. Nel gennaio del 2007, il giorno seguente ad una partita di calcetto, ho avvertito delle forti fitte al ginocchio destro, soprattutto nel salire e scendere le scale. Dopo una quindicina di giorni, il medio di famiglia mi ha consigliato una TAC per sospetta distorsione con interessamento dei legamenti. Risultato della TAC: Normale densità del menisco mediale laterale. Normale decorso e densità del LCA, che appare ridotto di volume nel tratto distale e si associa falda liquida e reazione sinoviale perilegamentosa. Con questa ho effettuato visita specialistica da un ortopedico, che mi ha diagnosticato una condropatia della femoro rotulea da prevalenza esterna della rotula in ginocchio valgo, con prescrizione di RM. Risultato della RM: Non focalità traumatiche a carico delle fibro-cartilagini meniscali e delle strutture ligamentose. Minuscola formazione ipointensa al davanti del condilo femorale interno, compatibile con nodulo sinoviale. Ispessita la plica sinoviale mediale. Quota fluida al davanti del crociato anteriore. Dopo aver letto la RM l’ortopedico mi ha detto che era quello che lui aveva diagnosticato, ma siccome andava meglio non c’era più bisogno di vederci. Sono passati circa un anno e mezzo e le fitte tornano, trovando sollievo solo con la Tecar e correndo sul nastro, per circa un ora. Premesso che faccio body-building a livello amatoriale da 10 anni ed ho sempre giocato a calcetto, cosa mi consigliate di fare? Scusandomi per la lunghissima lettera e certo di un vostro responso, porgo Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Salve,

il dolore di cui lei parla, per localizzazione e caratteristiche potrebbe essere correlato alla plica sinoviale mediale. In determinati casi questa plica, che altro non e' che un ispessimento del tessuto sinoviale, va a creare un conflitto col condilo femorale interno durante i movimenti di flesso estensione del ginocchio.
Si faccia nuovamente valutare da un ortopedico, nel caso la diagnosi sia confermata, la resezione della plica e' un intervento in artroscopia che si attua in pochi minuti con una ripresa veloce e completa.
La saluto.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 649XXX

Ringrazio il Dott. Sailis per la cortese risposta. Volevo se non reco disturbo chiederle soltanto se a questo punto la condropatia è da escludere.

[#3]  
Dr. Paolo Sailis

36% attività
4% attualità
16% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non e' da escludere, ma la RMN non la evidenzia, pertanto potrebbe essere una condropatia in fase molto iniziale.
Dr. Paolo Sailis
paolo.sailis@gmail.com