Utente
Buonasera,
Ho un linfonodo nella parte sinistra del collo gonfio da circa inizio estate. Più o meno 1 cm di grandezza, a volte diminuisce ma non è mai cresciuto di più, non mi fa male al tatto ma è abbastanza morbido e mobile, i linfonodi adiacenti sono normali. Mi sono rivolta al mio medico subito, che ha verificato la mobilità e la consistenza del linfonodo e mi ha prescritto un trattamento con Nimesulide per una settimana. Inizialmente si è sgonfiato ma non completamente, ma ho smesso di farci troppo caso visto che era calato di dimensione, pur controllandolo ogni tanto. Ora, dopo almeno 2 mesi, è tornato alle dimensioni precedenti e ho ripreso con Nimesulide per vedere se la situazione migliora. Nel frattempo ho prenotato un'ecografia, che però mi è stata data (visto i tempi d'attesa) a febbraio. Essendo però mesi che ho questo problema, sto iniziando a preoccuparmi. Non ho effettive patologie o infezioni precedenti che possano aver dato una risposta immunitaria violenta, a parte i classici "raffreddori" stagionali. Gli esami del sangue sono perfetti a parte la leggera anemia che ho da sempre, li faccio ogni sei mesi, e i leucociti nella norma. Non ci sono altri linfonodi gonfi e non ho avuto febbre. Ho però sviluppato allergia alla parietaria da un paio d'anni, molto forte, e ogni anno peggiora. E' possibile che sia una reazione alla mia persistente allergia? Vivendo in pianura la mia allergia inizia ad aprile e finisce ad ottobre o addirittura novembre. Ho anche i classici dolori alla gola da irritazione e ogni tanto fatica a deglutire, e quando starnutisco tanto sento fastidio, non propriamente dolore, all'orecchio sinistro. Ho da poco iniziato il vaccino con Staloral 400 e non vorrei che questo avesse contribuito al ritorno del gonfiore al linfonodo, visto che mi da anche altri effetti collaterali quali dolori addominali e gonfiore alla lingua/labbra(come indicato nel foglietto illustrativo). Il mio pensiero è che sia tutto collegato (e spero sia così!) ma chiedo gentilmente un parere medico vista la mia ignoranza in materia, il tempo da cui ho questo linfonodo gonfio e vista l'attesa dei prossimi esami.
Ringrazio per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Starei assolutamente tranquilla avendo fatto visita ed esami. E' verosimilmente un linfonodo reattivo (= i linfonodi reagiscono ingrossandosi) per cause anche le più banali e non si aspetti che "sparisca" in poco tempo.

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-i-linfonodi-o-linfoghiandole-le-adenopatie-ed-il-sistema-linfatico.html

Quando sarà possibile l'ecografia la tranquillizzerà del tutto
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com