Utente 253XXX
Buongiorno.
Scrivo per mia madre, di 71 anni.

E' in forte sovrappeso (86 chili per 165 cm di altezza), accumulato soprattutto a seguito dell'assuzione per un anno di antidepressivi.
Nonostante il farmaco sia stato sospeso da oltre quattro mesi e lei segua un'alimentazione molto controllata, per il momento il suo peso non accenna a diminuire, anche perchè mia madre a causa delle sue condizioni psicologiche non svolge alcuna attività fisica.
Inoltre fuma circa 15 sigarette al giorno, anche se non aspira il fumo (lo tiene solo in bocca e poi lo soffia fuori).

L'inverno scorso ha cominciato a manifestare uno strano disturbo: soprattutto al mattino appena sveglia, avverte una sgradevole sensazione di nausea e, una volta alzata, comincia ad avere conati di vomito con i quali espelle dei boli di muco trasparente molto appiccicoso.
Anche durante la giornata, a volte inaspettatamente, ha questi conati e la conseguente emissione di una specie di pallottole di muco che, davvero, ha l'aspetto e la consistenza del silicone trasparente.
Il tutto può avvenire anche venti volte al giorno.
Non espelle mai cibo, anche se ha mangiato da poco, il muco è sempre trasparente, senza alcuna traccia di sangue, e mia madre non ha dolore da nessuna parte.
Una volta buttato fuori il muco, cessa la sensazione di nausea.

Già l'inverno scorso, dopo qualche settimana di questi sintomi, ha iniziato con gli accertamenti.
Siccome mia madre ha la sensazione che il muco le si formi "in testa" (anche se non ha dolore alla testa, nè sotto gli occhi, e il naso è perfettamente libero) il primo ad essere consultato è stato l'otorinolaringoiatra, il quale ha effettuato una visita molto accurata, con introduzione di una sonda dal naso fino in gola, non riscontrando alcuna anomalia.
Successivamente mia madre è stata sottoposta a radiografia del torace, la quale non ha evidenziato bronchiti o altro, nonostante lei abbia la classica tosse del fumatore.
Anche la spirometria, nonostante sia fumatrice da più di 50 anni, è abbastanza buona.
E' stata poi la volta del gastroenterologo, che ha ordinato una gastroscopia: tutto negativo.
Anche gli esami del sangue erano a posto.
Siamo rimasti senza risposte, ma nel frattempo (era ormai aprile) il disturbo sembrava essersi risolto spontaneamente e per tutta la primavera e l'estate è completamente scomparso.
Si è ripresentato però adesso, con i primi freddi: una ventina di volte al giorno, conati di vomito con espulsione di solo muco trasparente.
Lo stesso muco, però, a volte viene inaspettatamente espulso anche dal naso, nonostante il naso sia perfettamente libero e mia madre non abbia alcun sintomo di raffreddore, otite o mal di gola.

Ovviamente vorremmo capire di cosa si tratta, solo che non sappiamo a chi rivolgerci perchè non ci è chiaro se si tratta di un disturbo a carico dell'apparato naso-gola-orecchi oppure gastrointestinale.
Cosa potrebbe essere? Quali esami sarebbe opportuno fare?

Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
MANFREDONIA (FG)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

la sintomatologia riferita è di pertinenza dello specialista Pneumologo che, dopo valutazione diretta della signora, deciderà gli opportuni esami diagnostici.


Cordiali saluti.
Dott. Serafino Pietro Marcolongo
Dietologia - Medicina Estetica

IL CONSULTO ONLINE NON SOSTITUISCE LA VISITA DIRETTA!

[#2] dopo  
Utente 253XXX

Grazie dottore.
Prenoteremo al più presto una visita.