Febbre una volta al mese senza nessun sintomo che dura poche ore

Salve,

sono una ragazza di 34 anni e non ho patologie particolari.
Negli ultimi mesi ho avuto 3 episodi di febbre che arriva a 38/39 senza alcun sintomo, solo brividi di freddo e cefalea.
La febbre arriva la sera e poi passa da sola (ho preso un'aspirina per il mal di testa).
Gli episodi sono avvenuti uno a fine gennaio, uno a fine aprile e l'altro a fine maggio, tutti a metà del ciclo mestruale e quindi ipotizzo durante l'ovulazione.
La febrre dura una sera\notte e poi scompare del tutto.
Non ho altri sintomi, solo un pò di stanchezza nei giorni successivi.


In attesa di un riscontro,

Grazie.
[#1]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta, Sessuologo 1,5k 44
Gentile ragazza,
come lei ipotizza potrebbe esserci una correlazione con qualche variazione dell'assetto ormonale, che potrebbe, a sua volta influire sul sistema immunitario, rendendola momentaneamente più suscettibile a qualche infezione non normalmente evidente (es. vie urinarie) , oppure determinare da sè un rialzo improvviso della temperatura corporea ( come avviene, se pur in misura più ridotta, fisiologicamente in tale periodo del ciclo).
Si tratta di ipotesi formulate a distanza che vanno inquadrate nella globalità del quadro clinico soggettivo.
Sarebbe pertanto consigliabile una visita di persona presso un medico di sua fiducia che possa anche guidarla nell'esecuzione degli accertamenti necessari per meglio definire il problema,ed, eventualmente, prospettare una terapia adeguata.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani.

Dr. piergiorgio biondani

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.

Il medico di base mi ha consigliato delle analisi cliniche e una eco addominale completo. L'ecografia non ha rilevato nulla, tutto nella norma. Le analisi cliniche hanno riscontrato una lieve infiammazione alle vie urinarie a causa di leucociti nelle urine. Il medico Mi ha prescritto solo di bere molta acqua.

Non ha trovato una causa alle mie febbri.

Riporto di seguito l'esito delle analisi cliniche:

Conteggio con analizzatore automatico
ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
GLOBULI BIANCHI 7,13 x10^3/ l da 4,00 a 10,80
GLOBULI ROSSI 5,53 x10^6/ l da 4,00 a 5,20
EMOGLOBINA 106 g/L da 120 a 160
EMATOCRITO 34,0 % da 36,0 a 47,0
VOLUME GLOBULARE MEDIO (MCV) 61,5 fl da 82,0 a 100,0
CONTENUTO MEDIO DI HB (MCH) 19,2 pg da 27,0 a 34,0
CONCENTRAZIONE MEDIA DI HB (MCHC) 312 g/L da 300 a 360
PIASTRINE 291 x10^3/ l da 130 a 400
FORMULA LEUCOCITARIA
NEUTROFILI 59,3 % da 40,0 a 74,0
LINFOCITI 33,0 % da 20,0 a 45,0
MONOCITI 3,8 % da 3,4 a 11,0
EOSINOFILI 3,3 % da 0,0 a 8,0
BASOFILI 0,6 % da 0,0 a 2,0
Valori Assoluti
NEUTROFILI 4,23 x10^3/ l da 1,50 a 8,00
LINFOCITI 2,35 x10^3/ l da 0,90 a 4,00
MONOCITI 0,27 x10^3/ l da 0,20 a 1,00
EOSINOFILI 0,24 x10^3/ l da 0,00 a 0,80
BASOFILI 0,04 x10^3/ l da 0,00 a 0,20
COMMENTO Microcitemia
84 mg/dL da 60 a 100
Metodo: ENZIMATICO COLORIMETRICO
valori di riferimento:
da 60 a 100 normale
da 101 a 125 alterata glicemia a digiuno
>= 126 compatibile con diabete, da confermare.
GLICEMIA
0,53 mg/dL da 0,51 a 0,95
VELOCITA' DI FILTRAZIONE GLOMERULARE
21 U/L fino a 35
Metodo: IFCC 37 C
AST (GOT)
22 U/L fino a 35
Metodo: IFCC 37 C
ALT (GPT)
138 mg/dL < 200 desiderabile
Metodo: ENZIMATICO COLORIMETRICO
COLESTEROLO TOTALE
40 mg/dL superiore a 40
Metodo: ENZIMATICO COLORIMETRICO
COLESTEROLO HDL
101 mg/dL < 150
Metodo: ENZIMATICO COLORIMETRICO
TRIGLICERIDI
13,7 g/L < 20 Carenza
21 - 29 Insufficienza
30- 100 Sufficienza
Metodo: CHEMILUMINESCENZA
VITAMINA D (25 OH)
0,29 mg/dL fino a 0,50
Metodo: IMMUNOTURBIDIMETRIA
PROTEINA C REATTIVA (P.C.R.)
4,352 UI/mL da 0,550 a 4,780
Metodo: CLIA
TSH (Tireotropina 3 generazione ULTRA)

ESAME URINE COMPLETO
Paglierino
Metodo: Colorimetrico
COLORE
Opalescente
Metodo: Colorimetrico
ASPETTO
PESO SPECIFICO 1,019
pH 5,5
ALBUMINA 0 mg/dl fino a 15
GLUCOSIO 0 mg/dl fino a 10
CORPI CHETONICI 0 mg/dl fino a 2
BILIRUBINA 0,0 mg/dl fino a 0,2
EMOGLOBINA 0,00 mg/dl fino a 0,03
UROBILINOGENO 0,2 mg/dl fino a 1,0
NITRITI Assenti Assenti
ESTERASI LEUCOCITARIA ++ Assente
Metodo: Citofluorimetria
ANALISI DEL SEDIMENTO URINARIO
EMAZIE 12 n/mcl fino a 15
LEUCOCITI 36 n/mcl fino a 20
CELLULE EPITELIALI SQUAMOSE 10 n/mcl
Esame colturale dell'urina (Urinocoltura)
COLTURALE Negativo
POTERE ANTIBATTERICO RESIDUO Negativo


Grazie
[#3]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta, Sessuologo 1,5k 44
Gentile ragazza,
come già saprà, dalle analisi si evidenzia una situazione di microcitemia, vale a dire di anemia mediterranea, come pure una carenza di vitamina D, che, penso, non abbiano legame con il problema attuale.
Nelle urine si nota la presenza di un'esterasi leucocitaria, di norma, indice di infezione/infiammazione delle vie urinarie.
L'urinocoltura è negativa, ma si tratta di un esame che andrebbe ripetuto, perchè non sempre attendibile, ed eventualmente integrato anche con un tampone uretrale.
Cordiali saluti
Piergiorgio Biondani.

Dr. piergiorgio biondani

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie, ripeterò urinocultura. Le mie febbri di cui ho parlato potrebbero essere ricondotte a questa infiammazione, anche se poi la febbre è sparita del tutto? Controllo più volte a giorno la temperatura, è sempre sui 36.4, talvolta 36.7 dopo pranzo, mai stata superiore.
Grazie
[#5]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di medicina generale, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta, Sessuologo 1,5k 44
Gentile ragazza,
la possibile infezione delle vie urinarie è solo una prima ipotesi, ricavata dagli esiti degli esami già effettuati.
Esistono tuttavia molte altre possibili cause di alterazioni della temperatura ricorrenti che andrebbero vagliate con gli appositi accertamenti, una volta, eventualmente esclusa, la spiegazione più semplice.
Cordiali saluti
dott. Piergiorgio Biondani.

Dr. piergiorgio biondani

[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve,

il medico mi ha detto che non riesce a spiegarsi la causa delle mie febbri, ma non mi ha prescritto altri tipi di accertamenti, dicendomi di vedere se gli episodi continuano.
Ripeto le alterazioni sono durate una serata al massimo, gli altri giorni la temperatura è normale.

Che tipo di accertamenti potrei fare?
POtrebbe essere collegato anche allo stress? Inoltre in questi mesi sto uscendo molto poco da casa, potrebbe anche essersi trattato di un colpo di freddo?

Grazie.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio