Utente 102XXX
Gentili medici, sono un ragazzo di 22 anni. Casualmente palpandomi il collo ho notato la presenza di una 'pallina' delle dimensioni di un chicco di caffè per intenderci al collo, poco al di sopra della tiroide e leggermente a destra. Non è dolente e appare fisso. Simmetricamente a sinistra non è palpabile nulla.
Si può trattare di un linfonodo ingrossato? Dovrei preoccuparmi? risp grazie mille... buon lavoro

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

con i grossi limiti determinati dall'uso di un sistema estremamente limitato (computer-internet), verosimilmente potrebbe trattarsi di un linfonodo.

i linfonodi per funzione tendono ad aumentare di dimensione in relazione a processi infiammatori della zona a cui loro sono collegati.

potrebbe essere un banale mal di gola una piccola nfezione od irritazione gengivale.

direi che potrebbe, per stare più tranquillo, farsi vedere dal suo medico curante.

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 102XXX

gentili dottori, all'epoca del primo post mi feci visitare dal mio medico di famiglia. io pur avvertendo il linfonodo il medico disse ke non c'era nulla di cui preoccuparsi. permanendo ancora mi sono fatto visitare ieri da un altro medico che ha rilevato la presenza del linfonodo aumentato di volume, unico dopo una accurata visita. mi ha prescritto degli esami ematici: ves, pcr, elettroforesi proteica sierica, protidemia completa, emocromo. oggi ritirando il referto è risultato tutto nella norma. cosa dovrei fare ora? io chiesi dell'ecografia ma mi disse che sarebbe poco utile. disse che solo l'esame istologico sarebbe indicato per capirne la natura. è davvero necessario? mi sto preoccupando...grazie mille per la risposta...buon lavoro

[#3] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

per l'esame istologico, bisogna rimuovere chirurgicamente la tumefazione.

se non sono presenti altri fattori che possano far pensare ad altre patologie "non infiammatorie", aspetterei e tratterei con terapia medica antiinfiammatori, e consulterei gli specialisti relativi a quelle patologie già indicate in precedenza, il tutto chiaramente coordinato dal suo medico curante.

mi faccia sapere

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

A questo punto, pur con i suoi limiti, farei una ecografia
e ,come suggerito dal collega,una eventuale visita specialistica.

Intanto dalle caratteristiche cliniche che descrive starei tranquillo

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com