Utente 523XXX
Buonasera, sono stata investita sulle strisce pedonali da un auto e l'urto mi ha provocato fratture composte branche ileo ed ischipubica destra e sinistra. Al momento devo rimanere a letto per almeno 30 giorni. Io soffro di una elevata osteoporosi e per curarla oltre a pastiglie a base di calcio e a periodiche flebo, mi è stato consigliato di effettuare camminate giornaliere e soprattutto tanto sole. L'incidente è avvenuto al rientro da una di queste camminate. Il tutto è successo 10 giorni fa.
Il medico legale che dovra' procedere con l'elaborazione del punteggio di "gravità" della lesione terrà conto della problematica dell'osteoporosi? Una frattura come la mia viene considerata di lieve entità e quindi con un punteggio compreso tra 1 e 9 oppure no?
Ringrazio in anticipo
Anna

[#1]  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

il quesito che Lei pone riguarda la valutazione del danno in responsabilità civile per sinistri della circolazione stradale.
Il perito assicurativo solitamente visita le persone infortunate dopo la guarigione o la stabilizzazione clinica, tenendo conto della situazione in tale momento.
Peranto attualmente è impossibile stabilire quale sarà l'entità dei postumi, considerato che le lesioni sono ancora evolutive e non stabilizzate.
Certamente la condizione di osteoporosi dovrebbe essere considerata quale preesistenza e fattore di aggravamento di lesione e menomazione.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]