L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 234XXX
gentili medici,un mio amico,esperto riflessologo,mi ha detto che con i farmaci si va solo sul sintomo,per la MRGE.e che inoltre provocano effetti collaterali e una''dipendenza'',cioe',se abbandonati,il problema ritorna(rebound).mi ha detto che ci sono terapie in riflessologia e riflessologia plantare con cui ha risolto problemi di persone legate a mrge e ibs.attribuisce molta della mia sintomatologia al mio carattere ansioso.mi ha parlato,di fra le altre cose,di fiori di bach.io cerco di essere chiaro:che un malato di MRGE debba divenire a 27 anni un dipendente cronico di farmaci,come fosse un diabetico,non mi piace..lui dice che dietro c'e' un giro di soldi(in parte lo penso anch'io)nei farmaci,ma a me,piu' che entrare in questo,preme sapere se,con la riflessologia plantare e non si guarisce definitivamente o se anch'essa e' solo palliativa per reflusso gastroesofageo e IBS.GRAZIE distinti saluti(con questo discorso non intendo affatto lanciare un j'accuse alla medicina ufficiale,ma solo capire se posso evitare i farmaci,sopratutto perche' ho la steatosi epatica non alcolica)

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la risposta alla sua domanda <<se,con la riflessologia plantare e non si guarisce definitivamente>> è; NO!
Ma in molti casi si può avere beneficio.

La premessa 1 <<con i farmaci si va solo sul sintomo,per la MRGE>> e la premessa 2 << inoltre provocano [...] una''dipendenza''>> sono entrambe false.

L'affermazione <<provocano effetti collaterali>> è parzialmente scorretta e va intesa "POSSONO provocare effetti collaterali, come qualsiasi altro farmaco".

Cordiali saluti
Alessandro Scuotto, MD, PhD.