Scosse di sbandamenti acufeni

salve mi chiamo mario ed ho 36 ann,ho:
c3-c4 e c5-c6 protusione discale posteriore mediana cancella lo spazio epimidollare anteriore
c5 c6: ERNIA posteriore mediana comprime il midollo
c6 e c7 marcata protusione discale posteriore mediana cancella lo spazio epimidollare anteriore
note cervico.unco.artrosi ed artrosi interapofisaria,questo il quadro della risonanza...
in più mi hanno diagnosticato la sindrome di costen in quanto sento acufeni muovendo la mandibola in avanti.
la mia richiesta e sapere se i miei sintomi sono dovuti all'ernia o alla sindrome di costen,in quanto mi sono documentato e le soluzioni sono molteplici e abbracciano entambe i campi.
i due neurochirurghi da me visitati non mi hanno parlato di intervento chirurgico in quanto non ho i classici sintomi dell'ernia....
ma ho:
sbandamenti con scosse che si irradiano lungo la schiena, piu in posizione rilassata seduto o a letto...come se fossi in barca----
fischi muovendo la mandibola in avanti----
leggera pressione alla testa che spesso mi da confusione,non dolore ma fastidio,ciò avviene molto meno da quando uso il bite,ma ancora persiste.
6 otorini mi hanno detto che le l'orecchie sono sane!(dato che spesso nascono da li i miei sintomi).
ora dato che uno dei neurochirmmi ha detto che la compressione del midollo puo create tutto cio,e non mi ha detto cosa fare?posso capire se dice cose vere e che cosa potrei fare per migliorare la mia situazione?
anche perche ho letto che i Segni clinici di sofferenza midollare del tratto cervicale ( Mielopatia )hanno come sintomo pure una sensazione di scossa elettrica lungo la schiena e le gambe...
per favore datemi aiuto per capire se devo insistere sulla sindrome di costen quindi uno gnatologo o sulla neurochirugia...se il campo che causa tutto cio è il vostro che si dovrebbe fare?grazia infinite

[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. Signore,
che la Sua colonna cervicale possa essere responsabile dei sintomi vertiginosi è molto verosimile, ma l'evenienza più importante è che alla RM emerge una compressione midollare.
Essa stessa, con o senza sintomi, è una indicazione all'intervento chirurgico, le cui modalità tecniche e strategie di approccio si possono definire solo dopo una accurata visita.
Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
dalla rm cmq la compreesione è minima circa il 15/20%
e i 2 neurochirurghi palermitani dopo accurata visita non hanno parlato d'intervento...cosa mi suggerisce?
questi sintomi saranno sempre presente come negli ultimi mesi?
emigrane a milano dove si dice che il campo della neurochirurgia è più...aggiornato?un ultima domanda:
tutti tranne i neurochirurghi dicono di evitare assolutamente un intervento di ernia cervicale...
e dico naturalmente medici...
che significa?so oggi come s'interviene...e quanti se ne fanno,ma cosa mi dice lei?
grazie infinite...
ps il 2 neurochirurgo data la forma di compressione mi ha detto cmq che i miei problemi se in futuro ci saranno saranno a livello sessuale ed agli arti inferiori...
entrambi hanno detto che data la mia giovane età l'ernia puo anche migliorare...
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
I medici, per quanto studiosi e preparati, hanno ognuno una propria specifica competenza e non dovebbero elargire perentori consigli in ambiio in cui non hanno una specifica esperienza.
Poi non comprendo perchè, in futuro, dovrebbe avere problemi sessuali per tale patologia.
Certo a 60,70,80 anni tali problemi ci potranno essere,ma non dipenderanno dalla Sua ernia cervicale.
Detto questo, non posso che confermarLe quanto Le ho scritto nel post precedente.
Sulla scelta poi di quale medico o Struttura scegliere è una decisione del tutto personale.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
in un momento buio per me lei,è un lampo di luce,che seppur breve ha allietato la mia serata!
la cosa che mi fa soffrire è che i 2 primari di ospedali non hanno minimamente parlato di intervento chirurgico...quando lei ed altri affermano il contrario anche se solo loro hanno visto la rm.
credo che verro a milano e magari spero di contattarla,visto la sua e.mail,perche i miei dubbi sono tanti e palermo ha rappresentato fin ora una scarsa risorsa.
sono appena tornato perche i miei sintomi di confusione,vertigini e scosse non mi hanno permesso di restare fuori piu di tanto...le chiedo un ultimo parere su questi sintomi...ovvero se veramente possono essere causati dalla compressione midollare...e se una compressione midollare anche se lieve urge di un intervento chirurgico....grazie ancora perla sua infinita disponibilità e spero di incontrarla presto.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Non posso che confermare quanto Le ho già detto.
Senza una valutazione oggettiva, le mie non sono che considerazioni un po' aleatorie suscettibili anche di errore.
Lei, se lo ritiene, può contattarmi quando crede.

Cordiali slauti

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa