Protusioni

Salve Dott. Espongo subito il mio problema che sta diventando un incubo. verso fine agosto inizio ad avvertire del dolori alla schiena, all'altezza dei polmoni, non ci faccio caso più di tanto, ma ho notato che col passare dei giorni diventava sempre più insistente, tornata dalle vacanze faccio una radiografia toracia, con esito negativo, dopo un pò inizio ad avvertire un dolore alla spalla sinistra, che dopo un pò si accompagnava ad un piccolo schioppo della spalla, che ora e diventato fortissimo, vado da diversi ortopedici, chi mi ha detto e artrosi, chi artrite, chi addirittura mi ha detto e freddezza, vai in piscina, mah. Feci una radiografaia alla spalla, ma niente.Poi incontro un chirurgo ortopedico che mi visita e mi dice che effetivamente lo schioppoi e strano, mi consiglia di fare una risonanza magnetica perchè sospettava un lipoma nella spalla, fatta anche questa non esce nulla, ma il dolore nel frattempo era sparso fino a raggiungere il costato, la bassa schiena, e con fitte al petto, ho fatto pure l'eletrocardiogramma, una radiografia al costato, esami del sangue, ma nulla. Presa quasi dallo sconforto ormai perchè nessuno aveva saputo dirmi nulla, mi sono recata dall'ultimo ortopedico che dopo una visita, mi ha detto che erano o nervi contratti, o cervicale, quindi mi dice di fare una tac. Finalmente nella tac cervicale e uscito che ho diverse protusioni, una volta portati i risultati a questo medico mi da dei cerotti antinfiammatori che non mi fanno un bel niente, i dolori aumentano e ogni tanto avverto delle fitte sulla coscia sinistra e al braccio sempre sinistro, tutto a sinistra praticamente. Ritorno da lui e mi prescrive per 5 giorni delle siringhe di diclorium, che dopo il terzo giorno iniziarono a portarmi nausea e mal di stomaco, quindi interrompo, e secondo la sua teoria con delle protusioni alla cervicale non può portarmi dolore alla spalla, costato e bassa schiena, da premettere che e un a settimana che ho anche capogiri, non riesco ad avere la testa ben alzata, e avverto palpebre pesanti, in più la notte mi vengono delle fitte alla spina dorsale che raggiungono lo stomaco. Quindi io non so piu cosa fare, non so se questo e il reale problema, vorrei un suo parere, perchè non so più a chi rivolgermi.
La ringrazio in anticipo, cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
bisognerebbe visionare le immagini della RM cervicale per poter avere una vaga idea della situazione, ovvero capire se quei dischi e quelle protrusioni possano essere la causa dei Suoi sintomi (come personalmente mi sembra probabile).
Ovviamente la diagnosi di certezza si può avere con una visita accurata e scrupolosa.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, La saluto con cordialità
[#2]
dopo
Attivo dal 2010 al 2011
Ex utente
Grazie dottore per avermi risposto, vi scrivo la risposta della RM con la speranza che possiate dirmi qualcosa di più.
Tc cervicale
Sono stati esaminati gli spazi intersomatici disca da C3 a C7
Spianata la fisiologica lordosi cervicale
A C3-C4, C4-C5 piccola protusione discale posteriore a sede mediana senza netta impronta sulla banda subaracnoidea anteriore
A C5-C6 protrusione discale posteriore a sede mediana
A C6-C7 protusione discale posteriore a sede mediana e paramediana sn senza netta impronta sulla banda subaracnoide anteriore
Canale spinale osseo di ampiezza conservata.

Questa e stata fatta il 7 nov 2010


Ho dimenticato di dirvi che ho 27 anni, mai avuto nesun problema, ho da piccola un po di scoliosi che non mi ha dato mai fastidio.
Mi sono recata stamattina da un Reumatologo che dopo la visita mi ha detto che non sono reumatismi, magari un muscolo infiammato, mi ha prescritto un cortisone e degli antinfiammatori che sinceramente non ho molta fiducia di prendere visto che non conosco il reale caso della mia situazione.

In attesa, vi ringrazio.

Magari poi prendiamo un appuntamento di persona.

Saluti
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
spesso la sola TAC non è sufficiente, perchè essa "studia" bene le parti ossee e un po' meno quelle cosiddette molli, cioè il disco, i legamenti,le radici nervose.
Poi bisogna valutare nel suo complesso tutti i sintomi che riferisce e capire bene la loro origine,provvedendo eventualmente ad ulteriori esami strumentali.

Rimanendo disponibile per quel che mi è possibile,La saluto con cordialità e invio sinceri auguri per queste Festività-

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa