Emoraggia cerebrale

salve,sono un uomo di 72 anni....lo scorso anno ho avuto un'emorraggia cerebrale, derivante secondo i medici da un aneurisma.
Non è stato necessario l'intervento anche se le mie condizioni erano gravi,però tutto è andato per il verso giusto.
Effettuo di continuo diversi controlli, tac encefalo e encefalogramma, ma i medici sono vaghi per quanto riguarda le loro risposte.
Ieri ho fato una tac, dopo circa un anno, ecco l'esito:
"esame eseguito con tecnica volumetrica in condizioni di base. ampia area poroencefalica,cortico.paanchimale in sede silviana sn. Sistema ventricolare in asse, simmetrico e con lieve ectasia ex vacuo del ventricolo laterale. Spazi subaracnoidei della base e della convessità conservati."
I radiologi non hanno espresso giudizio, io sono preoccupato perchè spesso ho mal di testa (come dice mia nipote nel lobo frontale, cioè di lato agli occhi).
Le chiedo se potrebbe darmi una risposta all'esito descritto.
La ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 6,1k 203 2
E' da eseguire un'angio-rmn cerebrale per individuare l'eventuale malformazione vascolare.
Cordialmente

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
i medici Le hanno detto che l'emorragia sarebbe stata causata dalla rottura di un aneurisma e non hanno fatto nulla per confermare il sospetto diagnostico?
Mi sembra assurdo!

[#3]
dopo
Utente
Utente
Mi scuso se non ho potuto rispondere a tempo debito...
I medici hanno tentato di eseguire una risonanza magnetica ma purtroppo hanno riscontrato sotto la cute un frammento di metallo ed hanno interrotto il tutto, anche perchè non ho voluto che mi estraessero il corpo metallico (piccolo frammento disposto nella mandibola).
Comunque non mi hanno confermato nulla riguardo la causa.
Mi hanno somministrato come farmaco il Keppra da 500 mg e secondo il neurologo dovrò ridurre la quantità da assumere di volta in volta, anche se io mi sento sempre stanco e fuori forma ogni volta che la quantità diminuisce,soprattutto in questi ultimi mesi.
(Somministrazione: 1 pasticca al dì e 1 alla sera, passando a 1 al dì e 1/2 alla sera fino ad adesso che assumo 1/2 pasticca al dì e 1/2 alla sera).
Spero che mi rispondiate.
Vi ringrazio anticipatamente.
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Egr. signore,
non mi riesce facile capire alcune cose del Suo caso.
Dunque:
Circa un anno fa Lei ha una emorragia cerebrale che i medici (non si sa come e perchè) attribuiscono alla rottura di un aneurisma.
Successivamente La sottopongono ad esami inutili quanto infruttuosi, poi decidono di fare una RM (altrettanto inutile), ma la sospendono giustamente perchè ha del metallo nella mandibola.
Nessuno pensa che una angio-TC potrebbe diagnosticare l'aneurisma?
Poi Le prescrivono un farmaco antiepilettico. Perchè?

Se può dare qualche chiarimento,magari chiedendolo ai colleghi che La stanno <curando>,Le sarò grato.

Cordiali saluti

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test