Sofferenze alla colonna vertebrale

Salve Gentili Dottori, sono una ragazza di 36 anni e scrivo perché ho bisogno di un vostro riscontro (nell'attesa di effettuare altri restanti esami strumentali prescrittomi)
Ho una scoliosi e cifosi molto accentuata e peggiorata da anni, con conseguenti problematiche al diaframma, sofferenze cervicali, disturbi alle orecchie, e difficoltà di equilibrio (sbandamenti) Ho anche un dislivello all'anca (destra di 0, 68 cm)
Premetto che anni fa, durante una visita dentistica, mi hanno riscontrato il "morso stretto o profondo" con problemi temporo-mandibolari, successivamente con comparsa di un acufene pulsante a seguito di un'otite catarrale e ciò incide gran parte a tutto l'insieme del mio quadro disperato; mi dissero che avrei dovuto portare un bite (mai messo purtroppo per mia negligenza lo ammetto) ed ora ne pago le conseguenze!
Sono disperata non vivo più con tutti questi sintomi invalidanti e vorrei sapere se una eventuale terapia miofunzionale possa risolvere o perlomeno alleviare il tutto...non so a chi rivolgermi se osteopata, posturologo, ovvero come primo step, da chi essere reindirizzata presso quale branca! Ringrazio anticipatamente chiunque possa aiutarmi o consigliarmi, mi sento persa e disperata!!
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Gentile Paziente,
nella esposizione della sua storia clinica si rileva una congerie di disturbi che con la migliore buona volontà si stenta a ricondurre ad una causa unitaria. Pertanto, andiamo con ordine. Tralascio, per motivi di competenza, le citate alterazioni relative all'ortodonzia ed alla statica vertebrale e del bacino e prendo essenzialmente in esame il disturbo rappresentato da acufeni e difficoltà dell'equilibrio, che potrebbero essere ricondotte ad un'unica patogenesi neuro-otologica, anche in considerazione del dato anamnestico di una pregressa otite. Le suggerirei, pertanto, di consultare un otorino oppure un neurologo per la valutazione del disturbo dell'equilibrio ed in ultima analisi anche uno gnatologo per la problematica relativa ai denti.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Mauro Colangelo, la ringrazio di cuore per la sua celere risposta.
Condivido appieno le sue ipotesi.
Avevo già effettuato di recente nel mese di Luglio, una visita otorinolaringoiatrica, con seguente diagnosi: otite siero catarrale bilaterale con acufeni, deviazione del setto nasale, con ipertrofia dei turbinati, faringite catarrale. Preciso che l'ipertrofia dei turbinati la ho già da anni e non mi è mai stata data nessuna cura, mi fu suggerito solo un intervento chirurgico, non per un punto di vista estetico (ho la gobbetta al naso) ma ho difficoltà respiratorie con apnee notturne, (rinorrea durante i periodi invernali) e in estate il fastidio, tende a peggiorare drasticamente con secchezza cronica delle narici.
Colgo l'occasione per chiederle una gentilezza; l'otorinolaringoiatra, a seguito della recente visita di Luglio, mi ha prescritto la seguente cura:
NUROXX Bustine (2 volte al giorno per 2 mesi) e FORMISTIN Gocce 10mg/ml (15 gocce 1 volta al giorno) Secondo lei, è una cura valida? Vorrei un parere.
La ringrazio ancora per la pazienza e dedizione,
Cordialmente.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio