Domande sugli spaziatori intervertebrali

10 anni fa fui operata per inserimento di cuscinetti/spaziatori intervertebrali negli spazi L3-L4 e L4-L5 a causa di una invalidante e dolorosa iperlordosi lombare refrattaria a qualsiasi terapia che procurava una seria parestesia alle gambe. Aggiungo che nel tratto lombare L3-L5 è presente anche una stenosi congenita.

Dalla operazione la colonna è andata sempre migliorando, pur non potendo sollevare pesi (max 5-6 kg) e con le indicazioni di evitare di stare troppo in piedi o seduta, corse, attività sforzanti per la schiena, tacchi alti o a spillo, non aumentare troppo di peso.

Volevo sapere se esistono dati statistici sulla possibile durata degli spaziatori e in caso di usura se è necessario ripetere l'operazione.

Mi domando infine, stante la controindicazione a portare pesi, se in caso di gravidanza l'aumento di peso conseguente potrebbe essere controproducente.
[#1]
Dr. Antonio Zingale Neurochirurgo 224 6
Dovrebbe specificare il tipo di dispositivo impiantato

Dr. Antonio Zingale

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, erano Diam distanziatori interspinosi, quindi a sostegno posteriore. Furono impiantati tra la L3-L4 e L4-L5, nel 2000 nel corso di una operazione di delordosizzazione.

Gravidanza: test, esami, calcolo delle settimane, disturbi, rischi, alimentazione, cambiamenti del corpo. Tutto quello che bisogna sapere sui mesi di gestazione.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test