Utente
Buona sera,
torno a scrivervi perchè non riesco a trovare l'origine dei miei problemi
Riepilogo: tosse persistente a fine maggio con difficoltà a respirare (rx torage negativo) si pensa al riflusso gastrico. Dopo gastroscopia, esito negativo. Nel frattempo la tosse è passata.
A inizio giugno ho iniziato a soffrire di vertigini, stanchezza, problemi di equilibrio. Dopo visita neurologica e il trattamento con il betaserc le vertigini passano. Ma resta la stanchezza e la sensazione di debolezza nelle gambe. Metà agosto mi sottopongo a una risonanza magnetica con contrasto al cervello, esito ancora negativo. Il neurologo mi sottopone anche a dei test (di cui non conosco il nome) infilandomi degli aghi nei muscoli ai quali applica delle scosse elettriche. Esito ancora negativo.Dietro consiglio del medico curante mi reco da uno psichiatra che constata sintomi da depressione. Al tempo stesso comincio ad avere dei formicolii sulla parte sinistra del corpo a livello della tempia, della mano (soprattutto dito mignolo) e della gamba. A volte ho la sensazione di avere degli aghi nella gamba sinistra. La sensazione di stanchezza soprattutto a livello delle gambe rimane. Mi sento meglio in posizione distesa. Da dieci giorni prendo 5 gocce al giorno di Laroxyl, nessun miglioramento, anzi. Inizio a temere di avere una sclerosi multipla o un tumore al cervello. Pensate debba sostenere di nuovo una RM al cervello a distanza di un mese dall'ultima? Pensate che debba sottopormi ad altri esami? Pensate che il trattamento al quale mi sto sottoponendo sia giusto? Ho l'impressione che si ricorra troppo spesso alla depressione per giustificare l'incomprensibile confondendo cosi la causa con l'effetto.
Grazie e saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se ha già fatto una Risonanza con esito negativo, non capisco perchè dopo un mese ne vorrebbe fare un'altra (sarà negativa!). Lesame che Le è stato fatto con aghi e stimolazioni elettriche si chiama "Elettromiografia" (EMG) e studia la velocità di conduzione dei nervi, il loro stato e lo stato muscolare innervato dai nervi stessi.
Se RM e EMG sono risultati negativi non dovrebbe avere motivo di preoccupazione. Piuttosto mi sembra basso il dosaggio del Laroxil che, comunque, oggi, è un farmaco non di prima scelta per sintomi depressivi (restando invece il farmaco principe nelle cefalee tensive).
In ogni caso dopo 10 giorni di terapia non possono vedersi miglioramenti, anzi inizialmente sono più evidenti gli eventuali effetti collaterali.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta che se da un lato mi tranquillizza, dall'altro mi fa interrogare sulla preparazione dello psichiatra che ho scelto.
Purtroppo vivo all'estero e non ho molti riferimenti.
Pensa che dovrei cambiare psichiatra o solamente aumentare la dose del Laroxyl?
Ho paura che questa cura non porti benefici.
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

deve seguire le indicazioni del Suo psichiatra che l'ha visitata e che quindi La conosce certamente meglio di me.
Il mio era solo un discorso in generale e privo di qualsiasi riferimento al suo caso specifico. Evidentemente lo psichiatra ritiene che per lei siano sufficienti 5 gtt. Se dopo un mese circa di terapia non nota benefici apprezzabili si rivolga al suo psichiatra per eventuale variazione del dosaggio.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno,
ho rivisto il neurologo che mi ha prescritto del tanakan (4 compresse al giorno) in aggiunta al laroxyl (sempre 5 gocce al giorno). Mi ha chiesto di fare una lastra alla colonna vertebrale (negativa.
Dopo 12 giorni di trattamento l'intorpidimento agli arti è effettivamente diminuito mentre sulla testa resta abbastanza importante e in più accompagnato, qualche giorno, da emicranie (che non avevo mai avuto prima) che mi obbligano a riccorere all'ibuprofene.
Pensa che si possa trattare di un effetto collaterale della terapia? Le mie preoccupazioni sul cervello stanno aumentando anche se ho fatto la RM solo un mese e mezzo fa.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la diagnosi di emicrania l'ha fatta Lei, penso.
Comunque la cefalea potrebbe essere un effetto collaterale del Gingko biloba. Ne parli al Suo neurologo e non abbia preoccupazioni data la negatività della RM encefalica.
Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Gentili dottori,
dopo un periodo (circa 2 mesi) di relativa tranquillità, la sensazione di scarsa sensibilità alla parte sinista della testa è tornata. A volte avverto fastidio all'orecchio sinistro (fastidio per certi rumori o la stessa sensazione che si prova in altitudine ma ad un orecchio solo). Lo psichiatra che mi segue pensa che debba continuare con la terapia (siamo passati a 15 gocce di Laroxyl al giorno da ormai 4 mesi) ma temo di avere qualcosa di grave o che la situazione peggiori. Inoltre un medico mi ha detto che solitamente i farmaci vanno cambiati spesso. Pensate che debba ripetere gli esami fatti in estate o che debba consultare un altro neurologo/psichiatra? La mia malattia che non so ancora come definire (depressione, nevrosi) visto che temo sempre ci sia qualcosa di organico dietro visto che sono lucido nei ragionamenti e sul lavoro comporta sempre delle ricadute? Dopo quanto tempo si può sperare di guarire?
Granzie ancora

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si tranquillizzi perchè non c'è nulla di grave. La RM e l'EMG sono recenti, quindi stia sereno.
Faccia presente al Suo psichiatra questa possibile "recidiva" e veda cosa Le consiglia.
Per la "guarigione" non si possono avere tempi precisi nè si può prevedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno,
torno a scrivervi perché non so più che pesci pigliare.
Dopo 6 mesi di Laroxyl (25 mg giorno) e senza miglioramenti (mal di testa frequenti, ora anche acufeni e male all'orecchio sinistro, forte debolezza, formicolii vari in testa) sono tornato dal neurologo per chiedergli se non fosse il caso di fare altri esami e mi ha detto di no indicandomi una psicoanalista di sua conoscienza che avrebbe dovuto curarmi questi disturbi da somatizzazione/depressione.
Mi reco da questa psicologa che inizia col dirmi che non mi trova affatto depresso, che molte volte le malattie escono fuori anni dopo, che devo restare molto vigilante sui sintomi, e che se una cosa non si vede non vuol dire che non c'è niente. E mi ha dato comunque del Seropram (20mg/giorno) dicendomi pero' che non curava la malattia bensi i sintomi.
Risultato: appena sono uscito ho preso subito un appuntamento per fare un'altra RM celebrale con contrasto+ canali uditivi risultata ancora negativa.
Che mi consigliate di fare perché ora vivo nell'angoscia di attendere di scoprire qualcosa da un giorno all'altro.
Grazie ancora

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
gentile Utente,

stia tranquillo che non scoprirà nulla di negativo.
Le consiglierei di effettuare una nuova visita psichiatrica e soprattutto di assumere con regolarità i farmaci che Le verranno prescritti. Sta assumendo ancora il seropram?
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
L'ultima (che era anche la prima) visita psichiatrica con questa psicologa particolare è di una settimana fa e da allora prendo il Seropram. Mi ha dato un appuntamento tra un mese.
Quando mi consiglia di farne una nuova di visita mi sta dicendo tra le righe di cambiare psicologa? Sinceramente non so a chi rivolgermi ma questa dottoressa mi sembra che non sappia fare troppo bene il suo lavoro visto che sono uscito dalla seduta con molte più ansie e preoccupazioni di quando ci ero entrato.
Grazie ancora per la rapidità della risposta che mi ha comunque tranquillizzato.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la dottoressa che ha consultato ultimamente è una psicologa o una psichiatra?
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno,
sembra sia una psichiatra. Scusi la mia ignoranza ma quale e' la differenza?
Pensa che debba continuare con lei viste le premesse?
saluti

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo psicologo è laureato in psicologia, lo psichiatra in medicina e chirurgia e successivamente specializzato in psichiatria. Perchè "sembra" sia una psichiatra? Non è certo?
Dr. Antonio Ferraloro