Compressione chiasma ottico

Salve, da un bel pò di tempo ho un problema di riduzione al campo visivo dell'occhio sinistro,finalmente deciso ad andare dall'oculista,questo rileva la mancanza ottica come una quadrantopsia supero-temporale dall'esame campimetrico,ma mi spedisce dritto in Neurologia. Qui oltre la visita di routine mi viene spiegato che potrebbe dipendere da un qualcosa che fisicamente comprime il chiasmo ottico, e per scongiurare gravi diagnosi mi viene fatta subito una TC cranio,che di fatto va benissimo,senza nessuna massa di nessun genere.
Adesso il medico neurologo insiste per fare altri esami,fra cui la RMN e un esame endocrinologico per vedere se è coinvolta l'ipofisi,cosa ne pensa in merito gentile dottore? un tumore all'ipofisi potrebbe esser scappato alla TC e risultare invece nella RMN?si potrebbe trattare di Adenoma ipofisario?
tengo a precisare che il disturbo visivo è in forte dipendenza dalla luce,luce forte determina una quasi emianopsia e luce debole una quasi totalità del campo. Attendo riscontri, grazie mille.
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,

una compressione sul chiasma ottico in genere determina una emianopsia bitemporale. Concordo sulla necessità di eseguire una RM encefalo non solo per studiare l'ipofisi. Le ricordo che per studiare l'ipofisi devono essere usate delle sequenze particolare e pertanto bisogna avvisare il radiologo che eseguirà l'esame qualora questo non venga fatto in regime di ricovero.

Cordialità

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2]
dopo
Utente
Utente
Il dubbio che mi tormenta, gentile Dottore, è che se dalla tac si possono escludere tumori (affermato dalla dottoressa neurologa di reparto) con la risonanza cosa stanno cercando?
Mi ha quindi accennato ad un probabile adenoma ipofisario,secondo lei sarebbe possibile?è una patologia grave?si asporta con facilità o é uno di quegli interventi chirurgici rischiosissimi?
Scusi l'ansia ma ho 20 anni appena,e da una visita oculistica mi sono ritrovato in 3 ore sotto la macchina della tac a discutere di masse...sono molto spaventato
La ringrazio
[#3]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,


la TC è un'esame di primo livello che permette di escludere "le grosse cose". In modo particolare la scarsa risoluzione per la sostanza bianca del cervello ed di alcune strutture, quali l'ipofisi nel caso specifico, spesso richiede un'integrazione con una RM che ha un dettaglio migliore. L'adenoma ipofisario nel caso ci fosse è una formazione benigna. Cerchi di stare tranquillo.

Mi faccia sapere


Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Quello che non capisco é:
Dalla TC si possono escludere "grosse cose" ma altre formazioni,benigne o maligne possono ancora emergere dalla RMN? oppure come dettomi dalla dottoressa, forse per tranquillizzarmi, già dalla TC possiamo escludere la presenza di tumori.,a intende quindi di grosse dimensioni?invece di piccoli ancora se ne può aspettare l'esistenza?
[#5]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,

se alla TC non c'è evidenza di lesioni sospette io starei relativamente tranquillo, ma è bene aspettare l'esito della RM per dare un giudizio di certezza.

Cordiali Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottor Vecchio,la ringrazio per il conforto e il lato umano,lascio aperta la domanda e l'aggiornerò appena possibile.
Ho appena letto anche qualcosa sulla Sclerosi Multipla,ci sono basi per poterne parlare? ho letto che la quadrantopsia può essere sintomo di esordio.
Un ultimo parere : Secondo lei hanno fatto bene o male non farmi fare l'OCT in visita oculistica per escludere lesioni fotoretiniche?
[#7]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,

per valutare la presenza di lesioni della sostanza bianca che si presentano in caso di malattia demielinizzante bisogna aspettare l'esito della RM. L'OCT se la RM risulterà negativa andrà fatto insieme a una più completa valutazione oculistica.


Cordialità
[#8]
dopo
Utente
Utente
Va bene, perfetto, praticamente da un disturbo all'occhio, che neanche mi da fastidio, adesso ho la possibilità di scegliere fra una serie di malattie tutte gravissime, direi che per avere 20 anni non c'è male...Non so più cosa fare nell'attesa, sono disperato.
[#9]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,

la valutazione TC negativa credo che debba relativamente tranquillizzarla. Cerchi, anche se so che può essere difficile, di aspettare con serenità la RM. Spero mi darà buone notizie.

Cordiali Saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Intanto dall'ospedale procedono con il ricovero per fare tutta una serie di accertamenti oltre la RMN,che dovrei fare intorno a Martedì,la saluto nella speranza di riesordire nella discussione con buone notizie.
[#11]
dopo
Utente
Utente
Dottor Vecchio,volevo porle alla sua gentile attenzione un altra cosa che il neurologo rileva,riguarda un' asimmetria facciale,mi ha detto che probabilmente è congenita,ma devo aspettare la risonanza,lei che ne pensa?
Può questa essere correlata all'altro problema?oppure può essere dovuta alle patologie che temo?
[#12]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
aspetti la RM e spero di cuore che mi dia una buona notizia.... (le asimmetrie facciali non legate a patlogia esistono)


Un caro saluto
[#13]
dopo
Utente
Utente
Salve ho effettuato l'esame e sono in attesa impaziente del referto. Volevo intanto porle alla sua cortese attenzione un quesito:
Nonostante il Neurologo aveva indicato la rmn con mezzo di contrasto,il radiologo,ha ritenuto che non era necessario e che se fosse stato il caso lo avrebbe iniettato all'occorrenza. Può Spiegarmi gentilmente il motivo di tale comportamento? Adesso può venir fuori un esame falsamente negativo o molto limitato nella sua completezza?
[#14]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Caro Utente,

se il collega radiologo non ha ritenuto opportuno fare il mezzo di contrasto è verosimile che l'esame non abbia rilevato nulla di patologico tale da richiederLo. Aspetto Sue notizie sul referto finale.

Un caro saluto
[#15]
dopo
Utente
Utente
Salve,sono lieto di comunicarle che la risonanza è andata bene,cioè dal referto non risulta niente di patologico o anomalo,la questione e nuovamente stata spostata all'oculistica,domani ho prenotato una nuova visita
[#16]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
sono felice per la bella notizia
[#17]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottor Vecchio,purtroppo a causa di eventi peggiori legati a mio padre,ho dovuto sospendere il mio iter diagnostico,la aggiorno su quanto fatto.
Dopo un ricovero in Neurologia e accertamenti fatti negativi (TC Cranio, RMN encefalo, ENA-ANA, valutazioni neurologiche ecc)mi hanno dimesso rimandando la diagnosi all'oculistica,anche qui molti esami negativi (Fluorangiografia, OCT, esame del fondo, della pressione, del visus ecc) tranne ovviamente quello del campo visivo che effettuato per ben 3 volte risulta alterato come una QUADRANTOPSIA SUPERO TEMPORALE, la sensazione soggettiva è che il disturbo sia in stretto conttatto con la luce circostante,con luce forte mi sembra addirittura che mi manchi la metà superiore del campo,con luce tenue o buio,tale campo finalmente sembra ricomparire...Adesso i medici non sanno darmi risposta alla causa del mio disturbo, ho fatto anche un ecodoppler per verificare la salute dei vasi che portano il sangue alla testa ed è tutto nella norma, adesso invece mi hanno detto di fare un altro esame che mi spaventa molto, i Potenziali Evocati Visivi, so che tali esami sono in stretto contatto con malattie molto gravi,quali la Sclerosi Multipla, pertanto vorrei chiederle un parere, secondo lei con un disturbo simile, che dura da tempo senza dar particolare fastidio,con esami oculistici e neurologici finora negativi, può rappresentare un grave rischio patologico? ipotesi come trauma infantile, la classica pallonata in faccia, o lesioni ischemiche pregresse,ormai ferme, o difetto congenito visivo, sono in qualche modo papabili? lesioni da neurite ottica non curata? insomma non voglio una diagnosi,che ovviamente le è impossibile fornirmi,ma tutte le eventuali ipotesi riscontrabili nel caso di un PEV negativo o peggio nel caso di PEV positivo,
grazie spero arrivi presto la sua risposta.
[#18]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
il PEV è un esame funzionale che nel Suo caso andrebbe fatto per esplorare tutta la via visiva che chiaramente esami strutturali come la TC e la RM non permettono di sondare al 100%. Può fornire utili indicazioni.
[#19]
dopo
Utente
Utente
Dottore,le chiedo sincerità, utili indicazioni di che tipo?
in reparto alle dimissioni mi avevan detto che l'ipotesi di SM era totalmente debellata,adesso invece mi pare di capire che non è del tutto così...
[#20]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
i PEV vanno fatti per esplorare la funzione di tutta la via visiva. La RM non mette in evidenza la funzione ma la struttura
[#21]
dopo
Utente
Utente
e un ipotetica alterazione della funzione che significato patologico avrebbe?
[#22]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
si potrebbero individuare dei rallentamenti dell'impulso nervoso lungo la via ottica che metterebbero in evidenza delle alterazioni microscopiche non viste alla RM. In questo caso si potrebbe porre indicazione ad eseguire altri esami in ambito neurologico e non oculistico.
[#23]
dopo
Utente
Utente
Salve
Allora, ho appena fatto il pev,i risultati,che ho visto a malapena poichè la cartella è ancora in ospedale,Quelli relativi alla p100 sono stati

OD a 30° 99,3 a 15° 105,5
OS a 30° 102, a 15° 105,5
Diff OD-OS 2,7
che ne pensa?sono valori alterati?
mi han detto NEI LIMITI della norma
che significa quel NEI LIMITI?conoscendo l'intero caso che può dirmi?
[#24]
dopo
Utente
Utente
Dottore? allora cosa ne pensa?
[#25]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
i valori della P100 sono normali anche considerando la differenza interlato.
[#26]
dopo
Utente
Utente
Quindi posso stare tranquillo che a livello neurologico non c'è alterazione alcuna?che è un problema prettamente oculistico? o come più volte indicatomi,può essere il risvolto di un trauma passato o difetto congenito?
[#27]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
se la RM e i potenziali evocati non evidenziano alterazioni il problema andrebbe affrontato meglio da un punto di vista oculistico o essere legato a esiti traumatici

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio