Utente 611XXX
Gentili Dottori, vi ringrazio fin d'ora per la disponibilità e il tempo dedicatomi alla lettura della mia richesta di consulto.
Premetto di essere una persona molto ansiosa, è per questo infatti poco tempo fa mi sono deciso di intraprendere un percorso con uno psicologo al fine di superare queste mie ansie, che nel mio caso sono ansie riferite ai sintomi del mio corpo, ovvero ansie create dalla paura di avere gravi malattie.
Se può esservi d'aiuto, l'anno scorso mi sono recato da un neurologo per una sorta di disturbo simile, è mi è stata diagnosticata una cefalea di tipo tensivo....infatti dopo le rassicurazioni del nuerologo che non era niente di quello che io temevo, nel giro di qualche giorno mi è passato tutto, senza l'assunzione di nessun farmaco.
Il fastidio che accuso in questi giorni è iniziato circa 4-5 giorni fa, durante un periodo nel quale mi sento quasi sempre ansioso e sotto tensione. Il disturbo che accuso è una sorta di pressione-pesantezza sopra gli occhi,ma specialmente sotto l'arcata sopracigliare sx, è un dolore che sembra come se mi premessi quella zona; non è un dolore invalidante per me, ma dato il mio essere ansioso mi fa stare ancora più sotto tensione e in uno stato d'ansia ancora più forte. Mi sono accorto che durante la notte, o mentre riposavo sabato pomeriggio, di non percepire questo disturbo, oppure, percepirlo poco e solo se andavo io alla ricerca di questo fastidio.
Ho parlato giusto ieri con il mio psicologo, durante la mia seduta settimanale, di questo mio fastidio e lui mi ha detto, che è tutto scatenato dall'ansia e dal mio stato di perenne tensione, come il fatto che percepivo il mio cuore che batteva più forte e il fatto che presentavo qualche altro sintomo correlato all'ansia.
Infatti mi sono accorto anchio che quando mi sento più rilassato, come appena sveglio, questo fastidio non lo percepisco, oppure lo percepisco minimamente.
A questo punto, per rilassarmi un pochino, mi sono preso ieri sera qualche goccia di un'ansiolitico, e devo dire che oggi mi sembra che la situazione vada meglio rispetto a ieri che mi dava più fastidio, anche perchè ieri ero molto agitato prima di parlare con il mio psicologo, per via dei miei pensieri che mi portavano a pensare a qualcosa di grave nella mia testa.
A questo punto volevo chiedervi se è fattibile il fatto che questo mio mal di testa sia stato creato dalla mia tensione e dal mio stato ansioso.
In attesa di ricevere una Vs. risposta alla mia richiesta di consulto, vi porgo
Distinti Saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è probabile che il Suo problema alla testa, dalla descrizione che ha fatto, dipenda da uno stato ansioso.
Ma se la Sua ansia e le Sue paure non dovessero passare, Le consiglio anche una visita psichiatrica per potere inquadrare in maniera più corretta i Suoi problemi ed eventualmente iniziare una terapia anche farmacologica, qualora ritenuta opportuna.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro