Plesso coroideo

gentile dott. ho un problema che non sembra trovare soluzione. preciso che soffro di emicranie. qualche anno fa in coincidenza con l'insorgere dell'emicrania notavo un abbassamento della vista dall'occhio sx con correlato intorpidimento delle mani (entrambe) e della bocca. ora, è da circa 4 giorni che con il presentarsi della solita emicrania ho avuto un aggravamento dei sintomi e cioè è da 3 giorni che mi trovo con il braccio sx, gamba sinistra, e lato sx della faccia intorpidito (addormentato) mentre sul lato dx in maniera più lieve soltanto la mano e il piede. recatami in pronto soccorso mi è stata fatta la seguente diagnosi che riporto fedelmente: "esame s/mdc. non apprezzabili alterazioni di rilievo TC attuale delle strutture tessutali encefaliche esaminate ove si eccettuino piccole calcficazioni dei nn della base; sistema ventricolare di dimensioni nei limiti, in asse la linea mediana.
le richiedo un consulto perchè secondo me tutte le diagnosi fatte fino ad oggi potrebbero essere state influenzate dal fatto che ho sempre detto all'inizio che soffro di emicranie che mi hanno comportato detti disturbi. oggi dopo quattro ore in pronto soccorso sono uscita con la stessa diagnosi di sempre...
le riporto la diagnosi: "emicrania con deficit sensitivo emilato sin."
le premetto che ho avuto lo scorso anno delle crisi di panico durate all'incirca 2 mesi che non si sono ripresentate.
la prego quindi se è possibile avere una sua diagnosi senza prendere in considerazione il mio soffrire di emicranie.
in pronto soccorso sono stata sottoposta a tac, rsame del sangue ed ecg. la cura prescrittami dal mio medico consiste nell'assumere una compressa di Auradol, che tuttavia impedisce solo l'abbassamento della vista senza influire sugli altri fastidi e sul dolore di testa.
distinti saluti aspetto una sua risposta.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,6k 2,1k 23
Gentile Utente.

quando si fa una diagnosi non si può prescindere dalla sintomatologia del paziente, questa è fondamentale.
Se Lei soffre di emicrania e gli altri sintomi possono essere correlati, è chiaro che si debba prendere in considerazione l'emicrania.
Lei ci chiede pure una diagnosi on line, a distanza non è posibile farla. Posso soltanto aggiungere che la Sua emicrania probabilmente è il tipo con aura.
Se tali crisi emicraniche si presentano frequentemente si potrebbe prendere in considerazione anche una terapia preventiva, ne parli al Suo neurologo.
Come mai ha titolato il consulto "plesso coroideo"?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test