Utente 217XXX
Buongiorno, ho 47 anni molto ben portati e un fisico esile. Sono ormai 5 mesi che soffro di tremore interno, formicolio ai piedi e polpacci e tremore alle mani (maggiormente la sinistra). Pensavo che tutto questo fosse riconducibile alle mie protrusioni in zona cervicale (c5c6 con anche componente osteofitica) e lombare (l4s1), le quali causano dolore da anni ormai, ma i neurochirurghi dai quali sono stata (ben 3), mi hanno detto di rivolgermi ad un neurologo per i sintomi che presento.
Il neurologo, descritti tutti i sintomi che accuso (tremore interno, formicolio costante ai piedi e polpacci soprattutto quando sto ferma, tremore alle mani, ansia costante, lieve depressione, tachicardia (spesso sento pulsare il cuore anche nelle mani), dolori cervicali con cervicobrachialgia e muscolari diffusi, contrazioni muscolari involontarie, ronzii alle orecchie che sento particolarmente la sera mentre mi trovo sdraiata a letto, sonno particolarmente disturbato e forte stanchezza che inizia alla mattina appena mi sveglio e si protrae lungo tutta la giornata ), visti poi tutti gli esami fatti, cioè le risonanze e tac in zona cervicale e lombare, elettromiografia ed elettroneurografia (questi nella norma), procede col farmi il test ischemico per vedere se risulta esserci la spasmofilia. La diagnosi finale del neurologo è questa: risultato del test ischemico a livello borderline e leggero tremore essenziale da tenere sotto controllo. La cura che mi prescrive è a base di magnesio (mag2 tre volte al dì) e calcio (didrogyl 7 gocce al giorno e calcium 1 compressa effervescente al giorno). La cura dovrà essere effettuata per 3 mesi. Mi consiglia anche di fare l'esame del per controllare magnesio e calcio nel sangue (che sono risultati nella norma, ma so che per verificare meglio la mancanza di queste sostanze è indispensabile effettuare il test intracellulare).
Adesso è esattamente un mese che sto facendo la cura e devo dire che, a parte i dolori, che si sono attenuati probabilmente grazie al magnesio, permangono ancora il tremore interno, il tremore alle mani e il formicolio costante ai piedi e ai polpacci. Faccio presente che il formicolio ha avuto un decorso graduale, iniziando leggero sotto la pianta del piede destro per poi presentarsi anche al piede sinistro e propagarsi ad entrambi i polpacci. Questo formicolio lo avverto particolarmente se mi sdraio nel letto, se sto al computer, mentre quando cammino è praticamente inesistente. Inoltre ho notato che la mattina, appena mi sveglio, non ho formicolio, ma questo inizia appena comincio ad ascoltare il mio corpo. Questo mi fa pensare ad una componente di tipo ansioso ( sono terrorizzata dalle malattie...), ma in realtà non so quanto ci sia di psicosomatico nei sintomi che accuso...
In effetti, il mio stato fisico e mentale è particolarmente peggiorato quando il primo neurochirurgo che mi visitò, circa 6 mesi fa, mi disse che avrei dovuto effettuare un intervento cervicale (cage a livello c5c6 e stabilizzatore). Questa notizia mi mandò particolarmente in ansia e depressione (assumo 1 pasticca di zoloft 50 al giorno e la sera prendo nopron per dormire) ed i sintomi che ho sopra elencato (soprattutto il tremore interno, il formicolio e il tremore alle mani) si sono fatti vivi credo proprio dopo quella notizia.
Le faccio presente che ho effettuato tutti gli esami del sangue ed urine, compreso quelli della tiroide (assumo eutirox 100 da 10 anni), risultati tutti nella norma.
Tornando al tremore essenziale di cui ha parlato il neurologo, non ricordo di aver avuto in famiglia qualcuno che ne soffrisse.
Ora le chiedo gentilmente se la diagnosi del neurologo può sembrarle giusta, oppure se ritiene di dover effettuare anche altri esami per scongiurare patologie più serie.
Mi rendo perfettamente conto che uno specialista, senza una visita approfondita con il paziente davanti, non possa esprimersi adeguatamente leggendo una e-mail, ma sono molto preoccupata e le chiedo gentilmente di rispondermi.
Grazie e distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

come Lei giustamente dice, non è possibile on line stabilire la natura dei Suoi sintomi. Essendo borderline per la spasmofilia, ritengo poco probabile che l'attuale sintomatologia sia assimilabile a questa condizione. Dal Suo racconto, invece, la componente ansiosa mi sembra predominante soprattutto perchè la sintomatologia descritta è comparsa dopo la consulenza neurochirurgica che prospettava un intervento chirurgico. Pertanto indirizzerei l'attenzione verso la componente psichica dei disturbi, invitandoLa ad effettuare un consulto psichiatrico.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 217XXX

Dottore, la ringrazio della sua disponibilità e della tempestiva risposta, trovo questo sito veramente utile. Quanto al mio malessere, sicuramente vi è una componente ansiosa, ma è conseguenza del fatto che lentamente i miei sintomi si sono aggravati (mi riferisco soprattutto al tremore interno e al formicolio ai piedi e polpacci), deteminando in me un senso di insofferenza, essendo persona molto attiva. Le chiedo perciò se è davvero possibile che uno stato ansioso possa far perdurare per settimane o mesi sintomi simili. E parlando invece di patologie, se non si tratta di spasmofilia, quale altro problema potrebbe essere causa dei miei malesseri? Diabete? Sclerosi multipla? E' inoltre possibile che l'ernia e osteofita cervicale (che ho a livello c5c6) e l'ernia lombare (che ho a L5S1) siano la causa di formicolii ai piedi e polpacci e tremore interno con tremore alle mani?
La ringrazio ancora vivamente

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è certamente possibile che uno stato ansioso possa dare la Sua sintomatologia per tempi anche molto prolungati. E' anche possibile che una discopatia lombare possa giustificare le parestesie agli arti inferiori ma nel Suo caso particolare ben tre neurochirurghi hanno escluso questa ipotesi (evidentemente vedendo le immagini non hanno riscontrato compressioni significative sulle strutture circostanti le protrusioni).
Il tremore interno invece generalmente, soprattutto alla Sua età, è un sintomo di tipo psicosomatico. Diabete? Penso che abbia effettuato la glicemia e sia risultata nella norma, altrimenti l'avrebbe menzionata nel primo post.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 217XXX

Grazie ancora della sua risposta, dottore. In effetti solo uno dei tre neurochirurghi si era seriamente espresso sull'intervento a livello cervicale, considerando il fatto che sono molti anni che soffro di dolore al collo con cervicobrachialgia (sono diplomata in pianoforte, suono dall'età di 5 anni e sicuramente la postura seduta con la colonna senza appoggio, non hanno certo giovato alla mia schiena). Tutti e tre i neurochirurghi non hanno però preso in considerazione il problema lombare, sicuramente non grave, nonostante provi dolore in loco ormai quasi quotidianamente.
Ma se la causa dei miei sintomi è psicosomatica, lo zoloft 50mg, che assumo da circa 4 mesi una volta al di', non dovrebbe aiutarmi nel migliorare la qualità della mia vita?
Con la cura che sto facendo da un mese a base di magnesio e calcio, il forte senso di stanchezza e di astenia che avevo a partire dalla mattina, si è molto affievolito, ma perdurano il formicolio costante ai piedi e polpacci (che in posizione eretta non avverto, mentre da sdraiata o seduta si'), il tremore interno e delle mani (questo in modo molto visivo).
Inoltre mi accorgo che tali sintomi si accentuano particolarmente se faccio esercizio fisico, come una semplice camminata. Sono molto preoccupata per il mio stato fisico, ho sempre fatto sport (footing, pesi e cardiofitness) ed ora non mi sento più in grado di fare sforzi. Proprio oggi ho provato a fare gli addominali e nel momento in cui, da sdraiata, ho alzato testa e gambe, il mio corpo ha cominciato a tremare, anche in modo visivo.
Lei davvero ritiene sia uno stato ansioso, il mio?
Forse dovrei effettuare altri esami più approfonditi?
La glicemia, che ho controllato con gli ultimi esami fatti 2 mesi fa è nella norma, per cui non dovrei pensare al diabete. Ho letto dei post riguardanti la sclerosi multipla ed ho letto che questa patologia da' sintomi come i miei.
Mi scusi tanto per l'apprensione, ma vorrei tanto tornare a stare bene.
La ringrazio e la saluto distintamente.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

circa l'assunzione dello zoloft con dose di 50mg al giorno, potrebbe non essere appropriato il farmaco per il Suo caso o il dosaggio essere inadeguato. Per questo La rimando allo specialista prescrittore del farmaco. Sui dubbi per una possibile SM, con tutti i limiti del consulto on line, mi sentirei di tranquillizzarLa ma è ovvio che una valutazione clinica corretta va fatta con una visita neurologica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 217XXX

Buongiorno Dott. Ferraloro,
a distanza di molti mesi dall'ultimo consulto, le comunico che sto ancora convivendo con i sintomi descritti nella mia prima mail: tremore alle mani, formicolio costante a piedi e polpacci, dolore al collo con cervicobrachialgia alle braccia e mani.
Ora le chiedo, è possibile che l'instabilità cervicale, con annessi protrusione a c5-c6 ed osteofita posteriore, e la protrusione a livello lombo-sacrale (L5S1) diagnosticate dai neurochirurghi ai quali mi sono rivolta, possano causare tremore alle mani (c5-c6) e formicolio a piedi e polpacci (c5-c6 / L5S1) ? Oppure questi sintomi siano riconducibili ad una ipereccitabilità neuromuscolare, avendo spesso anche fascicolazioni in varie parti del corpo?
Ho 48 anni e sono entrata in menopausa circa un anno fa, periodo in cui iniziai una cura con antidepressivi, avendo problemi di tristezza e ansia, passando da Zoloft a Daparox (1 al dì, iniziato circa 3 mesi fa. La menopausa mi ha fatto ritornare paure che avevo nel periodo dell'adolescenza (ipocondria e paura della morte). Sono pienamente realizzata nella vita, non mi manca nulla, ma l'idea di avere un problema fisico, mi deprime particolarmente. Vorrei però riuscire a capire quanto nei miei sintomi ci sia di fisiologico e quanto di psicologico. Vorrei fare una risonanza magnetica all'encefalo per scongiurare qualche altra malattia, ma sono terrorizzata all'idea di leggere il responso.
Attendo una sua risposta ringraziandola anticipatamente.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non è facile rispondere alla Sua domanda, se la sintomatoligia sia di tipo organico o psichico. Questo lo dovrebbero stabilire i medici che l'hanno visitata. Intuitivamente sembrerebbe predominante la componente psichica ma ovviamente è solo un'impressione a distanza.
Dopo tre mesi di daparox non ha notato nessun miglioramento?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 217XXX

Sicuramente il daparox e le 10 iniezioni di liposom forte hanno contribuito a migliorare l'umore. Purtroppo mi lascio spesso prendere dallo sconforto quando i miei dolori cervicali sono continui e fastidiosissimi. Il dolore non raggiunge livelli altissimi, ma è un dolore persistente, cupo, bruciante, accompagnato di frequente da tremore interno localizzato al collo e spalle e tremore delle mani. E poi c'è quel formicolio ai piedi e polpacci, come se avessi qualcosa di elettrico che scorre nei muscoli. Ora, se noi mettiamo da parte la componente psichica, che secondo me scatta quando il dolore si fa sempre più insidioso, io le chiedo: può un problema di instabilità cervicale con protrusione e osteofita generare tali sintomi?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

alcuni sintomi si possono giustificare col problema cervicale (dolore persistente al collo e alle spalle), gli altri meno.
Dr. Antonio Ferraloro