Utente 250XXX
Buonasera Dottori.
Sono una ragazza di 20 anni. E' cominciato tutto poco meno di un mese fa: ho cominciato ad avvertire, stando molte ore davanti al computer, un dolore acuto al polso destro, che si manifestava solamente piegando la mano verso destra (il mignolo, insomma), ossia muovendo il mouse.
Dopo un paio di giorni ha cominciato a farmi male l'avambraccio destro (al livello dell'ulna) e ho cominciato a sentire dei fastidiosi formicolii al pollice, all'anulare e al mignolo. In poco tempo dolori e formicolii sono passati anche al braccio sinistro (localizzati entrambi nelle stesse identiche zone, ma a destra molto più che a sinistra).
Tutto questo accompagnato da dolore al collo (lato sinistro) e rigidità della schiena.
A questo punto, spaventata da queste parestesie, ho cercato la parola "formicolii" su internet, e moltissime ricerche parlavano di sclerosi multipla.
Non è necessario spiegarVi quanto questo mi abbia letteralmente TERRORIZZATA.
Infatti, questione di un paio di giorni e i formicolii sono comparsi ad entrambe le gambe, più a sinistra che a destra. Ogni tanto poi avevo dei movimenti involontari alle gambe, leggerissimi (a occhio non si vedeva niente, me li "sentivo" sottopelle).
Mi reco due settimane dopo al Pronto Soccorso, dove mi hanno effettuato un'ecografia al cuore (tutto a posto), mi hanno fatto una "mobilizzazione" degli arti superiori (trovata "contrattura mm trapezio bilat", quindi da quel che mi hanno detto una cervicobrachialgia che ha causato i dolori e i formicolii alle braccia), mi hanno prelevato sangue arterioso ( risultato: anidride carbonica troppo bassa, con conseguente elettrolita calcio troppo basso, che ha causato i movimenti involontari e i formicolii alle gambe), e mi hanno somministrato (cito testuale leggendo referto) "diazepam gtt 5 mg/ml (valium) Via: S.L. Posologia: XV GTT" e "magnesio idrossido alluminio idross sosp (maalox) Via: O.S. Posologia: 20 ml Quantità: 1"
Detto questo, è da precisare che una volta somministratomi il valium, TUTTI i formicolii sono come svaniti, non ce n'era più traccia. Risultato della visita: STATO ANSIOSO.
Mi hanno poi mandata da un ortopedico per la cervicobrachialgia, ma il dottore in questione mi ha a stento guardata, mi ha controllato la forza degli arti superiori e mi ha mandata via col consiglio "eventuale controllo neurologico".
Comunque, tornata a casa tutto bene, niente formicolii per una settimana.
Poi, sono ricominciati i formicolii alle gambe e alle braccia, stavolta localizzati sotto la pianta dei piedi (come delle punturine) e alle dita (MOLTO meno rispetto a prima), e si sono trasformati in dolori muscolari (come stiramenti) davanti e dietro i polpacci, e dietro le cosce. Questi "dolori" e anche i formicolii spariscono quando penso ad altro o mi diverto, peggiorano se, come ho fatto, torno su internet a cercare i sintomi, o resto troppe ore seduta al computer. Persiste rigidità spalle e mal di schiena.
Vi ringrazio in anticipo, desidero davvero capire cos'ho!!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
gentile Signorina,
credo che l'ultima cosa cui pensare sia la SM e l'ultima da fare è quella di farsi condizionare da ciò che si trova in Internet, dal seguire trasmissioni televisive "di contenuto medico", ascoltare consigli da chi medico non è.
I suoi disturbi agli arti superiori possono derivare dall'uso del computer come anche da uno stato ansioso come lei può ben comprendere e rendersene conto in considerazione del fatto che non pensandoci, i disturbi spariscono.
Bastasse solo questo per far sparire i sintomi della sclerosi multipla, avremmo trovato la terapia per questa malattia.
È però corretto da parte mia, vista la consulenza a distanza, consigliarle una visita con un neurologo.
Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, la saluto con cordialità
Dott. Giovanni migliaccio
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Gentile Dr. Migliaccio, innanzitutto mille grazie per la risposta!!
In effetti, verso la fine del mese scorso, circa un mesetto dopo l'insorgenza dei miei disturbi, tutti i sintomi sono scomparsi - sia formicolii che dolori muscolari.
Per sicurezza, ho effettuato una visita di controllo dal neurologo - tappa per me obbligata dato che da anni soffro di mal di testa - e fortunatamente non ho proprio niente!! Mi ha solo detto - come d'altronde mi aspettavo, dato che mia madre soffre di emicrania con aura, che se ricordo bene è ereditaria - che "la sintomatologia cefalalgica è indicativa per cefalea mista emicrania senz'aura e cefalea tensiva".
Vorrei dunque chiederle qualche informazione circa questo tipo di nevralgia, e anche circa la terapia prescrittami dal mio neurologo, ossia:
per l'attacco: Synflex f.
come profilassi: Laroxyl 10 gtt la sera

cordiali saluti!

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
A distanza non posso dare giudizi su terapie da effettuare o eventualmente da modificare.
Se il collega ha prescritto quella terapia, ne ha senz'altro valutato l'opportunità e l'indicazione.

Cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano