Utente 261XXX
Salve, vi racconto un po la storia dei miei sintomi, e leggendo altri che hanno sintomi simili ai miei mi viene ancora più paura. Ho consultato medicitalia perché è un ottimo sito web per persone soprattutto come me iper ansiose.

I miei sintomi hanno inizio all'estate dell'anno scorso, poi nel giro di 2 mesi e mezzo scomparvero da soli, senza la somministrazione di alcun medicinale. Ma per mia sfortuna i sintomi dopo un anno sono ricomparsi, e durano già da più di un mese e mezzo sempre nel periodo estivo. Ora vi spiego quali sono i sintomi.
Tutto cominciò una mattina che mi svegliai con una debolezza o fiacchezza alle gambe e ai piedi, poi dopo alcuni minuti in piedi, incominciai ad avvertire un forte bruciore sotto la pianta del piede, soprattutto sotto al tallone, più stando in piedi e in movimento, più il bruciore persisteva fino a salire sul polpaccio e sul ginocchio e addirittura al femore, accompagnati da piccoli crampi. Alle volte quando effettuo una camminata di circa 2 KM oltre alla stanchezza e al bruciore dei piedi, e gambe intorpidite, sento il mio ginocchio schioccare quando effettuo un passo. Dopo alcuni giorni oltre alle gambe e ai piedi, avverto gli stessi sintomi anche alle braccia e alla mano. Con vari crampetti alle dita e alle volte mi sento tirare con delle fitte dal gomito alle dite in generale, soprattutto verso il mignolo e l'anulare. Questi crampetti sono maggiori ad esempio, quando gioco alla Playstation.
Come ho già detto gli stessi sintomi li ho avvertiti anche l'anno scorso. Feci delle analisi del sangue reumatologiche, controllai il VES, Glicemia, Reuma Test, C-Anca, ANA, Anti-muscoli, esame dell'URINA, uscì tutto nella norma tranne il c-anca (Positivo) e il Reuma Test anche se nella norma, ma con un valore di 19.20 su massimo 20. Effettuai il 17 settembre una visita reumatologica, la quale mi visitò e disse che solo la presenza di C-ANCA, non comportava nulla. Anche se quando effettuai la visita i miei sintomi scomparvero del tutto. Lei mi disse di fare palestra o nuoto. Ad ottobre incominciai la ginnastica posturale, perché fui visitato anche da un ortopedico, che mi fece fare una radiografia alla schiena, e dove risulto una minima scoliosi, e un piccolo squilibrio alle anche, il quale mi consigliò ginnastica posturale. Tutto procedeva nel verso giusto, fino a che un giorno, mi dovetti operare al varicocele SX, e stetti fermo per due mesi. Poi ho iniziato di nuovo la ginnastica posturale a Luglio 2012, ma i sintomi che sono comparsi alle metà di Giugno 2012 sono ancora presenti. Per di più ho ripetuto le analisi del sangue, e stavolta il c-anca è risultato negativo, e l'ANA ANTI-MUSCOLI positivo, su un valore massimo di 1.20, a me è risultato un valore su 1.40. I sintomi, quest'anno, è come se peggiorassero, perchè sono comparse delle fitte alla schiena, soprattutto dopo uno sforzo, o dopo essermi svegliato, e con delle FASCICOLAZIONI per tutto il corpo che durano un mini secondo, queste frequenti soprtt a letto.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le fascicolazioni su tutto il corpo che durano un attimo sono generalmente di origine ansiosa, come molti altri sintomi che Lei ha descritto. Non pensi a mallattie degenerative come la SLA (se è questa che Le fa paura), sia per la giovanissima età, sia perchè per un anno circa la sintomatologia è regredita totalmente, mentre nella SLA questa è progressiva, cioè peggiora nel tempo senza periodi di remissione.
Anche la rapida risoluzione dei vari sintomi dopo avere effettuato la visita reumatologica con esito negativo potrebbe essere indicativo di un fattore ansioso, fermo restando la possibile origne posturale del problema (almeno in parte).
In ogni caso mi pare che non abbia ancora effettuato una visita neurologica, pertanto, persistendo la sintomatologia, La inviterei a contattare un neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 261XXX

Grazie per la cortese risposta. Comunque volevo aggiungerle, che i sintomi scomparvero 4 o 5 giorni prima che effettuai la visita reumatologica. Comunque per le fascicolazioni, non so se sono di causa ansiosa, anche se è presumibile perché sono iper ansioso su qualunque sintomo che compare nel mio corpo.
Ho dimenticato di dirle che nell'Aprile del 2011, cioè l'anno scorso, effettuai anche una risonanza magnetica al cervello, a causa di un forte mal di testa che persisteva da più di un mese, decisi di fare questa risonanza, che uscì tutto negativo.
Ho dimentica di dirle anche un'altra cosa, quella più fondamentale forse. Prima, (parlando di quest'anno), che comparivano i sintomi che ho tutt'oggi, feci un grandissimo sforzo, che danneggiò un po la mia schiena, aiutai mio padre a trasportare un mobile di legno molto pesante, e mi aiutai un po con la spalla destra, in quel punto sentii schioccarmi nella schiena, zona al di sotto della scapola destra, ed ebbi un dolore per circa due settimane e mezzo, ogni volta che facevo uno sforzo, mi tirava fortemente in quella zona, una fitta allucinante. Dopo due settimane senza la somministrazione di alcun medicinale (sono un po contrario alla medicina), il dolore sotto la scapola scomparve, e dopo 3 giorni comparvero i sintomi che ho oggi.
Un ultima cosa, ogni giorno sto prendendo briovitase, da circa 3 giorni, per combattere la stanchezza e la sudorazione, e per adesso non vedo alcun segno di miglioramento.
Questi sintomi non possono essere causati stesso dal caldo??
Oppure ho ancora la schiena infiammata, la quale mi causa questi sintomi??
Di fatti, ogni volta che faccio uno sforzo, alle volte o delle fitte alla schiena.
La mia paura è la DISTROFIA MUSCOLARE.
Quando alzo le braccia e provo a portarle all'indietro mi viene un dolore e un affaticamento alle scapole.
Per ultimo, conduco una vita al quanto sedentaria, molto vicino al computer.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in base al Suo racconto andrebbe indagata anche la colonna lombo-sacrale per potere trovare l'origine del mal di schiena che riferisce. Anche il caldo può causare una parte della Sua sintomatologia.
In ogni caso Le rinnovo l'invito a contattare un neurologo per una valutazione diretta del problema.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 261XXX

Grazie dottore per la sua assistenza, e il suo aiuto, confidandomi con qualcuno esperto l'ansia diminuisce.
Ieri dimenticai di dirle forse un ultimissima cosa, speriamo, mi venne il dubbio che forse è una cattiva circolazione sanguigna che mi provoca tutto ciò. Perché le dico questo.
Osservando le mie mani, mi sono reso conto, che a volte sono normali di un unico colore, e alle volte diventano rosse con dei puntini bianchi sul palmo della mano e sulle dita. Quando provo a distendere le dite, sembra che la pelle che congiunge le dita, per poco non si straccerebbe. Infine, venerdì vado di nuovo a controllo dallo stesso ortopedico che mi controllò un anno fa, e il 13 settembre ho prenotato la visita dal neurologo, che se non ricordo male si chiama Dott. Salvatore Striani.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non faccia nomi on line.
Comunque un problema circolatorio giustificherebbe soltanto una piccola parte della sintomatologia, non lo ritengo molto probabile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 261XXX

Lei cosa ritiene che sia?? Lo so che non mi risponderà perché da distanza non si fanno diagnosi, però lei cosa pensa almeno che sia, visto che è un esperto.

[#7] dopo  
Utente 261XXX

Salve dott. Antonio Ferrarolo, le volevo darle gli ultimi aggiornamenti. Stamattina ho avuto una visita con un medico fidato della mia famiglia, che di professione è un chirurgo. E gli ho parlato dei miei sintomi, e gli ho portato a vedere anche la lastra della schiena dell'anno scorso, e vedendola ha detto che il dolore che avverto alle gambe, è dovuto allo squilibrio delle anche e del bacino. Io gli ho risposto: dott. per prima cosa, se fosse causato da ciò che mi state dicendo, il dolore doveva essere permanente, e non presentarsi soltanto nel periodo estivo. In seconda cosa, gli ho detto: e le braccia?? perché anche la braccia hanno gli stessi sintomi delle gambe?? Lui mi ha risposto che forse era provocato dalla cervicale, che si accentua grazie all'umidità che c'è in estate. Poi gli ho parlato delle fascicolazioni che durano un mini secondo per tutto il corpo. Lui mi ha risposto che di solito sono di origine ansiosa. Mi ha detto prima effettua la visita dall'ortopedico, e vedi cosa ti consiglia di fare, se nemmeno i sintomi che avverti passano, allora ti consiglio caldamente un neurologo per approfondire sulle patologie(cioé SLA, SM, Distrofia Muscolare).

Infine dott. Antonio Ferrarolo, volevo farle presente un osservazione che ho fatto stamane. Stamattina mi sono svegliato molto tranquillo e sereno, senza inquietudine di un ansia estrema, e non avvertito alcuna fascicolazione, anzi vedevo proprio che stavo benone. Quando il dottore fidato, ha iniziato a preoccuparmi sulle fascicolazioni, un angoscia ansiosa, se messa sul mio corpo, e d'improvviso le fascicolazioni sono ritornate. Sto quasi per impazzire.
Il mio forte desiderio è quello di fare degli esami della SLA, SM, e Distrofia Muscolare, escluse queste, mi tranquillizzerò una volta per tutte.

[#8] dopo  
Utente 261XXX

Senta, vedendo su internet, ho visto che può essere anche la fibromialgia, che ancora non ho capito se è una malattia grave o che si può curare con facilità. Molti dei sintomi che sono scritti nella fibromialgia, sono legati ai miei. Volevo sapere se è una malattia grave oppure no?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come vede le fascicolazioni si presentano quando va in ansia, se è tranquillo non avverte nulla. Ciò fa propendere per l'origine ansiosa del sintomo.
La fibromialgia non è una malattia grave, fastidiosa sì ma non grave. Esistono delle terapie per tenere a bada la sintomatologia. Comunque si tranquillizzi e faccia le visite prescritte.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 261XXX

Buongiorno dott. Antonio Ferraloro, volevo portarle gli ultimi aggiornamenti dei miei sintomi. Sembra che le gambe mi facciano male di meno quando cammino, mi sento molto meglio rispetto ad una settimana fa. Poi ho fatto un'attenta visualizzazione sulle fascicolazioni, è persiste un fatto alquanto strano, quando cammino, o sto semplicemente in piedi, per tutto il tempo che voglio, non avverto nessuna fascicolazione, appena mi siedo e i miei muscoli vanno in riposo partono le fascicolazioni dappertutto soprattutto nelle gambe. Cosa mi può dire riguardo a ciò. Di stare tranquillo, oppure devo vedere meglio cosa sia??

[#11] dopo  
Utente 261XXX

Salve volevo aggiungerle, se devo preoccuparmi anche su questo risultato delle analisi del sangue che feci un mese e mezzo fa, non so se glielo già detto. Io feci delle analisi contro le malattie reumatologiche, cioè feci analizzare il reuma test, C-Anca, ANI, VES, GLICEMIA ECC. L'unica cosa che usci positivo fu "Anti muscolo liscio (ASMA)", con un valore di 1.40 rispetto al valore massimo 1.20. Dovrei fare ulteriori controlli, oppure non significano nulla?? Dovrei effettuare anche una visita reumatologica??

[#12] dopo  
Utente 261XXX

mi scusi, se le chiedo ciò. Da come ha capito sono molto ansioso e molto teso, per la preoccupazione di avere gravi malattie. La Fibromialgia dura per tutta la vita, oppure col tempo regredisce totalmente??

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente una visita neurologica è indicata e già prenotata.
Per quanto riguarda la lieve positività di ASMA, come valore isolato potrebbe non avere un signficato clinico preciso ma un controllo presso un reumatologo non sarebbe da escludere per avere un parere diretto dallo specialista in questione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 261XXX

lei cosa pensa che sia, può essere la SLA, La SM?? Il neurologo può anche vedere se è soltanto fibriomalgia?? Perché ho visto che è un fattore reumatico la fibromialgia. Per ultima cosa, la fibromialgia è curabile, e col tempo può regredire totalmente??

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non è possibile ipotizzare nulla, per l'età escluderei l'ipotesi SLA.
Anche una SM non sembra molto probabile. Stia tranquillo.
Le avevo già risposto sulla fibromialgia, ci sono delle terapie che possono curarla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 261XXX

Buongiorno Dott. Antonio Ferraloro, le scrivo per postarle i risultati della radiografia alla schiena, da come ho notato, visto che non sono un esperto in materia ma confrontando le due lastre (quella dell'anno scorso e quella di quest'anno) ho notato un peggioramento della schiena, con tutto ciò ho fatto anche per circa 4 mesi e mezzo ginnastica posturale da come vedo non è servito a nulla. Ora le scrivo i risultati:

Anno 2011:
Rx Rachide in Toto con Bacino in Ortostasi

L'esame del rachide in ortostasi, eseguito in C.R. con compressione del 50% ha fatto apprezzare:
Minima scoliosi lombare dx convessa.
Regolare ampiezza delle curve sul piano sagittale
L'esame ha evidenziato un dislivello delle creste iliache per anca bassa a sx

Anno 2012:
Rx Rachide in Toto in Ortostasi

L'esame del rachide in ortostasi, eseguito in C.R. con compressione del 50% ha fatto apprezzare:
Scoliosi lombare BASSA SX convessa(qui mi sembra che ci sia un errore di stampa, perché nell'anno 2011 è bassa dx, come può cambiare in un solo anno la scoliosi)
L'esame ha evidenziato una ASIMMETRIA delle creste iliache per anca bassa sx.

Dove ho scritto in stampatello, ho soltanto evidenziato le differenze rispetto alla lastra del 2011. Cosa ne pensa? Da ciò che risulta nella lastra, può causare i sintomi che ho adesso??

P.S. Ho notato sulla lastra, nella zona poco dopo il collo una nota curvatura, che però nella diagnosi scritta non hanno evidenziato.

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i due esami, in base al referto, mi sembrano sovrapponibili in quanto, a parte l'eventuale errore dx o sx, l'asimmetria e il dislivello indicano la stessa cosa, così come i termini "lombare" e "bassa". "La nota curvatura" non è stata descritta perchè fisiologica.
Lo specialista di riferimento è il fisiatra.
Per sapere se c'è una correlazione tra le alterazioni riscontrate e la sintomatologia descritta è necessario visionare le immagini e visitare Lei.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 261XXX

Grazie tante per le sue accurate spiegazioni, comunque la lastra la farò visualizzare all'ortopedico venerdì di mattina. Grazie ancora.

[#19] dopo  
Utente 261XXX

Salve Dott. Antonio Ferraloro, le voglio dare gli ultimi aggiornamenti.
Stamane sono stato a visita dall'ortopedico, dopo aver visualizzato la nuova lastra della mia schiena, e dopo avermi visitato da vicino, ha fatto una diagnosi, adesso gliela scrivo.

Diagnosi: Rachialgia diffusa da contrattura muscolare in esiti di lieve scoliosi cervico-dorsale sx e lombare dx.

Poi mi ha prescritto due farmaci, uno è un antinfiammatorio e l'altro è per il rilassamento dei muscoli, perché ha detto che ho i muscoli molto tesi, infatti ha ragione, anche io li avverto molto tesi.

Pratichi terapia medica:
FARMACO DOSE E MODALITA' DI SOMMINISTRAZIONE
Expose 100mg cpr 1 cpr x 2 volte al dì a stomaco pieno per 10 giorni
Dicloreum 150mg cpr 1 cpr a stomaco pieno al dì per 10 giorni

Poi infine, a settembre devo fare terapia posturale globale e massoterapia del rachide.
E infine un controllo fra 2 mesi.

Cosa ne pensa dottore?? I sintomi sono dovuti dalle due tipi di scoliosi??

P.S. Per le fascicolazioni, dottore si sono un po placate rispetto a tre giorni fa, che le avevo di continuo, adesso invece molto più raramente, credo che aveva ragione lei, è stato provocata dall'ansia e dallo stress che ho accumulato immaginando le malattie gravi terminali.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo ampiamente con le valutazioni effettuate dall'ortopedico. Faccia la terapia prescritta e segua le sue indicazioni.
Stia sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 261XXX

Grazie tante dott. Antonio Ferraloro, grazie ancora per avermi assistito online, mi ha dato un grande aiuto soprattutto per la mia tremenda ansia, grazie infinite.

P.S. Dall'inizio ho sempre dimenticato di presentarmi, comunque mi chiamo come Lei, Antonio.

[#22] dopo  
Utente 261XXX

Salve dott. Antonio Ferraloro, volevo dirle una cosa, per stare più tranquillo. Il medicinale EXPOSE, è sicuro, perché ho visto il foglio illustrativo, e ci sono scritti delle cose che mi incutono paura, gli effetti indesiderati, alcuni sono proprio i sintomi che io ho già, quindi cosa mi cura non l'ho capito. Il farmaco va contro le spasticità (crampi), ma io di crampi non ne ho. L'ortopedico mi disse che serviva per rilassare i muscoli, perché ho i muscoli in tensione.

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'expose ha alcune indicazioni tra cui, oltre la spasticità, anche quella decontratturante e come ogni farmaco ha i suoi effetti collaterali, alcuni dei quali potrebbero manifestarsi in alcuni soggetti. Pertanto non è possibile a priori stabilire quale e se un determinato effetto collaterale si presenterà.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 261XXX

Salve dott. Antonio Ferraloro, le volevo aggiornare il mio stato. Dopo aver effettuato la visita dall'ortopedico, e dopo la cura che mi ha somministrato (ancora la devo finire mancano 3 giorni, per completare i 10 giorni di cura), i sintomi non sono per nulla scomparsi, sempre lì a tormentarmi, nessun segno di miglioramento, le fascicolazioni sono tutt'ora presenti, le sopporto, ma sono al quanto fastidiose, e ogni fascicolazione che ho, penso sempre alle brutte malattie, non riesco a capacitarmi. Glielo dissi già che il mio puntino inamovibile è sempre lo stesso, quello di fare un controllo da un neurologo e fare degli esami sulla SLA SM e Distrofia muscolare, e per una volta per tutte mi tranquillizzerò per sempre, perché sennò ad ogni fascicolazione una preoccupazione nuova. Soprattutto, con questa cura che forse non è servita a nulla, la mia paura cresce sempre di più, visto che con un antiinfiammatorio e un rilassante dei muscoli non sia servito a placare i miei sintomi, mi preoccupa sempre di più.
Spero che questi ultimi tre giorni di cura, i sintomi scompaiano del tutto.

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per tranquillizzarsi Le consiglierei di rivolgersi ad un centro neurologico specializzato, dopo avere completato la terapia in atto. Lì Le faranno gli accertamenti del caso e potrebbe avere le idee più chiare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 261XXX

Grazie tante dott. Antonio Ferraloro. Comunque le volevo dire che le fascicolazioni sono presenti quando il mio corpo avverte un caldo afoso, infatti come lei sa sia a messina che a napoli fanno quasi 40°c. Oppure si presentano quando sto in uno stato di angoscia, e ansia. Ad esempio per un periodo di tempo non le avverto appena torno a pensarci, incomincio ad avvertirle soprattutto nelle ginocchia e sulla pancia.

Il farmaco prescritto dall'ortopedico, l'expose, alcuni dei sui effetti indesiderati sono proprio i sintomi che ho da circa 2 mesi. Comunque alla fine dei conti, mi tranquillizzerò soltanto quando escluderò le tre malattie che mi mettono in estrema ansia.

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dall'ultimo post si evince che le fascicolazioni le avverte solo in particolari stati d'animo, questo potrebbe tranquillizzarLa. Comunque se vuole fare gli accertamenti per escludere le tre malattie che teme, può farli tranquillamente.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 261XXX

Salve Dott. Antonio Ferraloro, sono qui a riscrivere dopo due mesi.
Ormai sono 4 mesi, che i sintomi che avevo sono tutt'ora presenti, anche se i dolori alle gambe quando cammino è decisivamente diminuito. Perché come sa quando cammino a lungo, dopo circa mezz'ora avverto dei crampetti alle gambe, come se si irrigidissero e se stendo ad esempio il polpaccio, sento un crampo vero e proprio. Alle volte ho dolori alla schiena, e da tre giorni, le braccia improvvisamente si intorpidiscono come se si addormentassero, ma senza formicolii, solo la sensazione delle braccia pesanti, rigide, le quali non riesco a muovere a mio piacimento, le avverto semi-bloccate. Questo può dipendere dal fatto che passo le giornate intere seduto davanti a un computer??
Alle volte ho anche dolori al collo.
La questione delle FASCICOLAZIONI, sono tutt'ora presenti, ma meno frequenti, forse perché me ne sono abituato. Alle volte ho fascicolazioni anche agli occhi, per due o tre secondi li sento sbattere.
Forse è arrivato davvero il momento di farmi visitare da un NEUROLOGO. I miei dicono che sono fissato, sono troppo ansioso, e non mi credono su i sintomi che ho. Anche perché come lei sa io ho avuto sintomi simili anche l'anno scorso che durarono soltanto due mesi e mezzo, poi scomparvero come per magia. Ecco anche adesso vorrei che scomparirebbero per magia, senza più preoccuparmi di una malattia che mi mette tanta paura quando avverto un sintomo ho una fascicolazione.

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

oltre cha dallo stato ansioso la Sua sintomatologia, almeno una parte, può essre causata anche dalla postura prolungata o poco corretta.
Comunque condivido l'idea di effettuare una visita neurologica, se ben ricorda l'avevo consigliata qualche mese fa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 261XXX

Salve dottore, volevo aggiornarle degli ultimi aggiornamenti dei miei sintomi e volevo essere tranquillizzato, anche perché la visita dal neurologo, finalmente l'ho ottenuta.
Da un paio di giorni, dal mattino, mi sento come stordito e alle volte mi sento girare la testa, ma dopo un paio di minuti passa; questo forse dipende dalla cervicale, visto che soffro anche di scoliosi cervico-dorsale??
Oggi sono andato in piscina, e dopo mezz'ora di piscina, e dopo svariate volte che ho fatto lo stile DORSO, appena ritornavo in posizione eretta mi girava la testa, mi sentivo stordito. Forse perché ho la fobia nell'immergere la testa sott'acqua, e mi da un tremendo fastidio l'impatto acqua orecchie, forse è per quello che mi girava fortemente la testa?? Anche quando sono uscito dalla vasca, mi girava fortemente la testa.

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile darLe un parere on line, senza una valutazione diretta. Comunque sia l'origine cervicale che quella ansiosa possono essere possibili.
Mi faccia sapere cosa Le dirà il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 261XXX

Salve dottore, dopo tanto tempo le ritorno a scrivere come promesso, soprattutto dopo la visita neurologica. Gli scrivo passo per passo i miei aggiornamenti riguardo a quei sintomi, che ahimè sono ancora del tutto presenti. A marzo sono stato visitato da un neurologo, il quale dopo un'attenta visita di circa un'ora, non ha riscontrato nessun segno particolare, tranne una vivace sensibilità. Infatti, quando faceva pressione sotto la pianta dei piedi, i miei piedi ballavano da soli per uno-due secondi. Ho effettuato anche una risonanza magnetica al midollo, con esiti negativi, tutto nella norma. E da lì, il mio neurologo, ha precisato che nel suo campo, io non presento nessuna anomalia. Tra l'altro gli feci vedere anche la RM al cervello che effettuai ad aprile di 2 anni fa. Circa tre mesi prima che iniziassero i sintomi. Lui l'ha ritenuta attendibile, visto che se io avrei la SM, in quella RM al cervello, dovevano essere già presenti delle placche, ma che in realtà nella RM al cervello che effettuai, uscì con esiti negativi.

Ancora oggi, però, quei sintomi mi tormentano a più non posso, e l'ansia che aumenta giorno per giorno non mi da tregua. Mi sento legato, anche dopo l'esito negativo ricevuto dal neurologo, non so più cosa fare, con chi consultarmi per risolvere i miei sintomi. I miei genitori pensano che io sia molto ipocondriaco, invece, penso che i sintomi sono legati a qualcosa, che ahimè non so. Oltre ai soliti sintomi, se ne aggiunto un'altro, quando chiudo uno delle cinque dita della mano, incominciano a scattare e ballare per uno-due secondi, forse questo sintomo è legato all'ansia.

I dubbi che mi affliggono sono sempre gli stessi, quella tremenda paura di avere una SM o SLA. Ed ora comincio a pensare che il neurologo, non abbia approfondito sui miei sintomi; non so facendomi fare una RM con contrasto al cervello, almeno per togliere tutti i dubbi sulla SM e SLA.

Cosa mi consiglia dottore, a chi mi devo rivolgere per risolvere una volta per tutte questi maledetti sintomi? Mi dia un aiuto.

[#33] dopo  
Utente 261XXX

E' possibile che tali sintomi siano dovuti a qualche trauma subito anni fa?? Le scrivo questo perché, mio fratello, due anni fa a febbraio (prima che io avessi i sintomi), fu colpito da un attacco epilettico, il quale gli fece scoprire di esserne affetto. Da allora, da quando vidi mio fratello a terra, la mia vita cambiò, iniziarono a crescere le mie paure di fronte a tale problema, mi preoccupavo di mio fratello, in quei mesi l'ansia arrivò alle stelle, fino a che non sono comparsi dopo 4 mesi, tali sintomi.

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente un trauma psichico può causare l'innesco di un meccanismo che può portare alla sintomatologia riferita. Se di organico non è stato riscontrato nulla, nè alle varie visite effettuate nè agli esami diagnostici, il problema potrebbe essere concretamente di tipo psichico, per cui una consulenza psichiatrica la vedo particolarmente indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 261XXX

Salve dottore, vorrei avere un informazione da lei. Secondo lei, bastano una RM al midollo, anzi a tutta la spina dorsale. Basta una RM al cervello effettuata due-tre mesi circa prima di avere i primi sintomi, con risposte negative, visualizzate per altro anche dal neurologo, il quale mi ha visitato per ben tre volte, e non ha riscontrato nulla di anomalo a livello neurologico. Bastano questi controlli per dire con esattezza, che io non abbia nessuna forma si SM, SLA o qualcos'altro a livello neurologico?? O dovrei fare qualche altro controllo per assicurarmi di non avere nulla a livello neurologico.

Le racconto una cosa, che mi è successa domenica. Dopo aver giocato per ben 2 ore e mezza a pallavolo, avvertii dei dolori tremendi alle gambe, all'improvviso sembrava che le mie gambe non riuscivano più a reggermi. E adesso da domenica, ho dolori anche alle mani, le sento rigide, e appena compio qualche azione, le sento indolenzite.

Cosa mi consiglia, per escludere del tutto questa malattia, che mi perseguita da due anni.

Per il trauma psichico, sembra assurdo che mi faccia avvertire tali sintomi, con costante rigidità alle gambe, con minimo movimento azzardato, il quale mi provoca piccoli crampi, e dopo che resto in piedi per più di 15 minuti, inizio ad avvertire dolore, stesso dolore che si avverte dopo aver giocato una partita a calcetto, dolore che genericamente si presenta il giorno dopo, lo stesso. Alle volte si presenta all'istante questa rigidità.

[#36] dopo  
Utente 261XXX

Le racconto anche un altro episodio, avvenuto domenica sera. Andai ad assistere una festa paesana, che si svolge ogni anno, a fine giugno in onore di san paolino. Dopo la prima mezz'ora i sintomi diventano persistenti, rigidità, stanchezza tremenda alle gambe, e dopo 4 ore in piedi, i dolori avanzano fino alla schiena, per tutta la spina dorsale, sembravo come bloccato. Un piccolo movimento, avvertivo dolore dappertutto, e non riuscivo nemmeno a camminare, appena effettuavo un passo, i dolori si facevano sentire.

P.S. Il neurologo quando mi visitò, riscontrò solo una vivace sensibilità. Questa vivace sensibilità può essere causata dalla SM o SLA??

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM encefalica e del midollo in toto sono sufficienti ad escludere la SM.
Tre visite neurologiche negative sono anch'esse sufficienti ad escludere la SLA.
Inoltre in caso di SLA, dopo un anno la sintomatologia si sarebbe accentuata, e non di poco, sia per quanto riguarda il deficit di forza agli arti (avrebbe avuto deficit della deambulazione o dell'uso degli arti superiori), sia per le fascicolazioni che invece, nel Suo caso, sono regredite.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la SLA non si manifesta con dolori, almeno nella prima fase, in quanto non vengono compromesse le vie sensitive ma soltanto quelle motorie.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 261XXX

Escludendo definitivamente la SLA, potrei escludere anche la SM, dopo le varie visite?

[#40] dopo  
Utente 261XXX

Escluso il reparto neurologia, dove posso affidarmi per i sintomi che avverto, ahimè da due anni. Da chi posso rivolgermi, per individuare la causa dei miei sintomi?

La prego, mi indichi Lei, la persona che potrebbe individuare la causa, e quindi risolvere una volta per tutta la causa dei miei sintomi. Alle volte mi sento un invalido, pensando che stare insieme agli altri camminando, a me fa soffrire con dolori insopportabili, e invece per altri è solo una semplice passeggiata.

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

qualcuno Le ha mai prospettato l'ipotesi della fibromialgia?
Nel Suo caso è difficile a distanza indicare uno specialista, diciamo che il fisiatra o il reumatologo potrebbero essere le figure più adatte al Suo caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 261XXX

Il problema è che io sono stato a visita da un reumatologo a settembre di due anni fa, e andai quando i sintomi scomparvero del tutto, cioè mi spiego meglio. Al sorgere dei primi sintomi che ebbi a luglio di due anni fa, i stessi sintomi scomparvero del tutto agli inizi di settembre solo 2 mesi e mezzo dopo. Dopo alcuni giorni che scomparvero i sintomi, andai da un reumatologo in zona, e non riscontrò nulla di anomalo, penso che la visita non fu fatta in modo approfondito. Poi gli stessi sintomi insorsero l'anno dopo (cioè l'anno scorso), a giugno precisamente, e da allora non sono più scomparsi.

P.S. Vorrei informarla che l'anno scorso a marzo, se ben ricordo, la mia ragazza, o fidanzata come preferisce, ebbe la Mononucleosi, che su per giù, gli provocava gli stessi sintomi. Non conosco in modo approfondito, la mononucleosi, ma ho sentito che può diventare anche cronica se non curata è possibile ciò?

[#43] dopo  
Utente 261XXX

Ho letto su wikipedia i sintomi della fibromialgia, e i miei sintomi corrispondono quasi in tutto su quello che c'è scritto su wikipedia soprattutto la rigidità dei muscoli quando sono fermi, come me che ho una vita al quanto sedentaria, davanti ad un PC. Infatti, tali sintomi sembrano del tutto scomparire quando sto in piscina, sembro un fulmine, sono sciolto ed a mio agio. Ed ho dolori nei punti del "Tender point" della fibromialgia, cioè dolori al collo e dintorni, proprio ieri da due giorni ho avuto dolori anche alle spalle. I dolori che però non vengono indicati nel "Tender point", a me sono presenti, come quelli nei piedi e nelle cosce.

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per una sospetta fibromialgia deve effettuare una visita reumatologica.
Per quanto riguarda la mononucleosi, per lungo tempo potrebbe residuare stanchezza e un senso di malessere, non mi risultano dolori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 261XXX

Il punto Dottore è: come faccio a convincere i miei genitori a farmi prenotare una visita da un reumatologo, visto che tale visita l'ho fatta due anni fa a settembre, la quale visita risultò con esito negativo, ma la quale la reputo non attendibile e molto superficiale? Poi dopo gli esiti negativi pronunciati da un Neurologo, da un Angiologo (dove effettuai una visita alle vene, per preoccupazioni della circolazione), da un Reumatologo (visita effettuata due anni fa a settembre, con tanto di analisi del sangue sul reuma test, tutti negativi), e da un ortopedico (il quale mi disse che i sintomi derivavano dalla scoliosi, ma nel quale io non ci ho mai creduto; infatti anche il neurologo negò tale decisione). Cosa mi consiglia?

P.S. Anche se l'ortopedico, indicò delle fisioterapie da effettuare, le quali, però non le ho mai fatte, facendo solo piscina, e basta.

[#46] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Lei quanti anni ha?
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 261XXX

18 anni compiuti lo scorso 29 aprile

[#48] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Essendo maggiorenne può andare dal Suo medico curante e farsi prescrivere la visita reumatologica, consideri però che il curante decide lui se e cosa prescrivere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente 261XXX

Il punto che anche il medico curante mi conosce molto bene, e pensa che io sono fissato molto sui miei sintomi, infatti dopo tutto ciò che mi ha prescritto, mi ha detto che sto benone e non c'è bisogno che non prescriva proprio nulla. Quindi sto con le mani legate.