Rm cervello e tronco encefalico e colonna cervicale

Buongiorno, premetto che non so se ho postato la domanda nella sezione corretta. Mi chiamo Filippo e ho 32 anni. Il mio problema nasce dal fatto che circa 2 mesi fa ho iniziato ad avere dei formicolii alla parte destra del volto (sensazione di occhio e bocca pesanti) che con il corso del tempo sono diventati dei più sopportabili torpori ma che si irradiamo al collo. In concomitanza di ciò mi succede di avere il braccio dx pesante e la parte posteriore del ginocchio dx e polpaccio dx come se avessi sostenuto uno sforzo molto intenso (la sensazione è al limite del dolore). Il medico dice che può dipendere da una tonsilla (dx) che prossimamente andrò ad operare in quanto è gusta e mi ha causato 5 tonsilliti con conseguente uso di antibiotici. Per sicurezza però mi ha fatto eseguire una RM come da titolo della quale riporto gi esiti.

Regolari i solchi corticali e le cisterne della base.
Le cavità ventricolari sono in sede con normale morfologia ed ampiezza.
Non significative alterazioni di segnale del parenchima cerebrale in sede sovra sottotentoriale.
Aumentate dimensioni della ghiandola pineale che ha diametro pari a circa 13 mm (utile completamento con mezzo di contrasto e follow-up).
Nei limiti le strutture della fossa cranica posteriore.
Libere le cisterne dell’angolo ponto - cerebellare.
Non alterazioni di segnale con sequenze pesate di diffusione.

Vertebre cervicali in asse con regolare struttura morfologica e rapporti.
Lievemente disidratati i dischi esaminati.
In C3-C4 cono presenti piccoli osteofiti in sede preforaminale bilateralmente, più evidenti a sinistra ove concomita piccola protusione discale, con conseguente impronta sull’astuccio.
Conservata l’ampiezza del canale rachideo.
Non alterazioni di segnale del midollo cervicale.

Cortesemente mi potreste dare un parere?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'aumento delle dimensioni della ghiandola pineale difficilmente può giustificare la sintomatologia descritta, parzialmente la potrebbe giustificare la protrusione cervicale. Questo in generale, nel Suo caso particolare dovrebbe effettuare una visita neurologica per avere una valutazione clinica diretta e per fare visionare le immagini della RM.
Condivido pienamente l'indicazione del neuroradiologo circa l'utilizzo del mezzo di contrasto e del controllo RM nel tempo.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test