Utente
Buon pomeriggio,
sono ormai mesi che soffro di debolezza agli arti superiori e chiesi già alcuni consulti in merito. Per riassumere, posso dire che ho effettuato due visite neurologiche risultate negative, ho effettuato due EMG una ad agosto 2012 ( dalla quale emerse un problema a carico del nervo ulnare braccio sn ed in seguito sono poi stata operata di neurolisi nervo ulnare) e altra EMG di controllo ad inizio anno nuovo, dalla quale non è emerso nulla a carico del braccio dx ed un lievissimo quasi impercettibile miglioramento per quanto riguarda il braccio operato.
Ho effettuato anche RMN rachide cervicale negativa, RMN encefalo, anche questa negativa. Ho fatto diverse sedute di fisioterapia consigliata dal mio medico di base con l'intento di rinforzare la muscolatura, ma tutt'oggi, quando svolgo determinate mansioni, anche tra le piu banali, come pulire dei vetri o passare l'aspirapolvere, dopo poco sento gli arti superiori affaticati.
Nè i due neurologi che mi hanno visitata,nè l'ortopedico che mi operò, nè il mio medico di base sono riusciti a capire da cosa dipenda questa debolezza. Quest'ultimo mi dice che essendo un soggetto molto magro ho poca massa muscolare e di conseguenza può essere normale che mi stanchi prima. Ma io sono sempre stata molto minuta di costituzione eppure non ho mai sofferto di questi sintomi. Sono preoccupata perchè leggendo in rete ho notato che la debolezza muscolare può essere un sintomo di qualche malattia degenerativa e questa è la mia paura più grande. Vi chiedo se con tutte le analisi e visite fatte sarebbe emerso qualcosa inerente a queste malattie e cos'altro posso fare per levarmi ogni dubbio. Grazie come sempre della Vostra infinità disponibilità

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

gli esami vengono richiesti dai medici in base ad un'accurata visita medica e mirati al sospetto diagnostico o alle patologie da escludere. Pertanto con visite neurologiche perfettamente nella norma, con tutti gli esami diagnostici effettuati negativi, Le consiglierei di stare tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio della Sua cordiale risposta Dottore, nessuno sino ad ora mi ha prescritto ulteriori indagini diagnostiche, ma la cosa che non mi fa stare tranquilla è il non avere una risposta al mio problema, nel senso che se vi è un sintomo, solitamente vi dovrebbe essere una causa che lo scatena... questo penso nella mia ignoranza.
Potrei capire se avessi 70 anni.. ma a 33 anni già sentire le braccia cosi deboli svolgendo normali mansioni è deprimente!!!!!!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i due neurologi che l'hanno visitata quale idea si sono fatti?
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, dunque Il primo mi liquidò dicendomi che era un fatto ansioso e mi prescrisse del Cymbalta che però il mio medico di base decise di non farmi assumere. Il secondo neurologo, che fece una visita ben più accurata col seguente esito:
"sofferenza focale del nervo ulnare sinistro al gomito operato ad ottobre 2012, con iniziale recupero delle prestazioni motorie. Lamenta debolezza agli arti superiori. Ha eseguito RM colonna cervicale ed encefalo risultate nella norma. EMG arti superiori: sofferenza focale motoria e sensitiva del n. ulnare sin, , migliorata lievemente dopo intervento, VC motoria e sensitiva nei limiti di norma a destra.
EON: vigile e collaborante, non deficit dei nervi cranici, non deficit stenici segmentari ( ad eccezione della abduzione del V dito mano sin). ROT di media intensità simmetrici ai 4 arti, deambulazione corretta, Romberg negativo. Prove cerebbelari eseguite correttamente.
C: obiettività neurologica nella norma, ad eccezione del minimo deficit motorio compatibile con la sofferenza del n. ulnare a sinistra".

Lui mi disse che potevo stare tranquilla, non mi ha prescritto nessun farmaco nè altro e su questa debolezza agli arti non seppe che dire poichè tutte le analisi fatte sino ad allora erano nella norma.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quindi non è stato riscontrato nulla, nemmeno un lieve deficit di forza agli arti.
Comunque, non so se sia il Suo caso, ma la diagnosi di un disturbo psicosomatico non vuol dire essere "liquidati", ha senz'altro una dignità di diagnosi che, personalmente, accetterei molto meglio di una malattia organica e sarei ben felice se mi fosse fatta in caso avessi un problema. Ripeto però che non posso entrare nel merito in quanto sconosco il caso, il mio è un discorso generico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, usando il termine "liquidata" era inteso che la visita col primo neurologo è stata piuttosto frettolosa, al contrario di quella svolta dal secondo medico, non voleva essere una critica la mia intesa a sminuire una diagnosi e , si certo, accetterei sicuramente e con molta più serenità se si trattasse appunto di una malattia psicosomatica!!
A questo punto gentile Dottore, non so se devo imparare a convivere con questa cosa cercando di non pensare a cose brutte o se dovrei effettuare una terza visita ed avere un terzo parere, senza ovviamente sminuire il lavoro svolto dai due neurologi da cui sono stata, di cui l'ultimo davvero molto accurato e professionale.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l'ultima visita neurologica è stata molto accurata e con esito negativo, potrebbe aspettare prima di sentire un'eventuale terzo parere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente per la Sua disponibilità e cordialità, pazienterò un pò ed eventualmente le farò sapere, Le auguro un buon fine settimana

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ok, buon fine settimana anche a Lei.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Salve Dottore, Mi scusi se sono nuovamente qui. Martedì mi recherò dal mio medico curante poichè un paio di settimane fa sentivo problemi alla coscia dx e visitandomi mi disse che si trattava di una contrattura.Allora ho eseguito 4 sedute di massaggi e la fisioterapista che mi ha seguita mi disse che il muscolo era stato "sciolto" ed eventualmente di fare dello stretching a casa. Da alcuni giorni accuso dolore/fastidio alla natica destra e questo dolore scende lateralmente lungo la coscia ed anche al polpaccio a volte, sto meglio in piedi piuttosto che seduta, non so se si possa trattare di una sciatalgia, Inoltre sento brividi lungo la parte interessata. Così sono entrata nuovamente in panico per paura di brutte cose.... Ho effettuato ultimi analisi sangue ad ottobre ( tutto nella norma)e volevo ripeterli per controllo, Le chiedo quali valori del sangue possono essere utili controllare nel caso di qualche patologia muscolare? Grazie della sua infinita attenzione e disponibilità

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sono sufficienti CPK, Aldolasi e mioglobina ma sempre se li consiglia il medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
La ringrazio molto Dottore

[#13] dopo  
Utente
Buona sera Dottore, questa mattina sono stata dal mio medico e per la debolezza agli arti mi ha consigliato visita da un osteopata che farò venerdì. Nel frattempo il mio dolore alla coscia dx è aumentato, sento che parte dalla natica dx per scendere giù sino al polpaccio così il medico mi ha prescritto iniezioni di Bentelan ed un altro farmaco di cui non ricordo il nome,da fare a giorni alternati. Leggevo che la sciatalgia comprende dolori alla base della schiena, natica, retro coscia, polpaccio e talvolta può irradiarsi sino al piede. Io però sento dolore a tutta la coscia sia davanti che dietro... può essere normale?E' un dolore costante che percepisco soprattutto da seduta o da sdraiata, spero la cura dia presto buoni risultati perchè è veramente fastidioso. Grazie della Sua attenzione come sempre, Le auguro una buona serata

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si dovrebbe effettuare una visita medica diretta per potere stabilire la natura del dolore che riferisce, teoricamente con una sciatalgia potrebbe starci ma, Le ripeto, siamo nel campo delle ipotesi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, ieri ho eseguito una ecografia muscolo tendinea alla coscia dx con seguente esito:
" Al controllo ecografico della coscia destra non si rilevano alterazioni ecostrutturali dei ventri muscolari del quadricipite nè posteriormente del semimembranoso e semitendinoso. Non versamenti intraponeuronici evidenziabili."
Con le iniezioni che sto facendo da 2 giorni va un pò meglio ma al tatto sento dolore se premo verso la parte esterna laterale della coscia. Lo specialista radiologo mi ha detto potrebbe trattarsi di qualche problema collegato alla schiena .
So che a distanza le domande che poniamo non possono avere una risposta certa ma per attenuare le mie ansie volevo chiederle cosa ne pensa , grazie e buona giornata

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

statisticamente i dolori del Suo tipo sono spesso corralati a problemi della colonna lombo-sacrale. Si dovrebbe indagare in tal senso. Il Suo medico curante cosa ne pensa? Anche un doppler arterioso e venoso agli arti inferiori potrebbe essere utile, qualora si sospetti un problema vascolare ma questo deve stabilirlo il medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
Grazie innanzi tutto della sua risposta Dottore... Dunque il mio medico curante ha pensato che si possa trattare di un'infiammazione del nervo sciatico per la quale mi ha prescritto la cura che sto facendo. Oltre ciò mi ha consigliato di rivolgermi ad un osteopata per capire anche se non vi siano problemi posturali......Circa una decina di anni fa, anche a causa del tipo di lavoro che facevo, soffrivo spesso di mal di schiena ed effettuai una RM lombosacrale , adesso non ricordo esattamente l'esito del referto ma mi dissero che avevo le ultime due vertebre molto molto vicine e che il mio mal di schiena poteva essere appunto causato da questo ravvicinamento. In seguito cambiai stile di vita, oggi faccio una vita molto più sedentaria e sto molte ore seduta alla scrivania davanti al pc.
Il mio medico sa che sono una persona molto ansiosa perchè da un anno a questa parte me ne sono capitate davvero tante ed a volte ho come la sensazione che ogni problema le pongo, lo prenda un pò con troppa leggerezza, questo senza offesa ma nel senso che è come se pensasse che sia io che mi preoccupo troppo per ogni sintomo che avverto..
Domani andrò dall'osteopata e vedremo che parere potrà darmi quando vedrà tutta la mia documentazione, anche se in mano non ho più il referto della rm lombosacrale in quanto fatta appunto più di 10 anni fa

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'origine lombo-sacrale del problema è possibile, non avendo documentazione della precedente RM, peraltro ormai priva di attendibilità, sarebbe opportuno indagare nuovamente questo tratto della colonna lombo-sacrale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente
Grazie ancora Dottore della sua grande e cortese disponibilità, provvederò anche a fare questo accertamento non appena ne parlerò col medico, buona serata

[#20] dopo  
Utente
Buona sera Dottore, oggi sono stata dall'osteopata come il mio medico curante mi ha suggerito. Dopo aver visionato tutti i referti delle analisi fatte ( risonanze, elettromiografie, esiti visite neurologiche ed ortopediche) ho esposto questo mio senso di astenia agli arti superiori. Dopo alcune domande di routine e riguardanti il mio stato di salute attuale, mi ha indirizzata verso un endocrinologo dicendomi che prima di decidere un percorso di correzione posturale o di fisioterapia bisogna escludere qualsiasi patologia. Adesso io mi chiedo nella mia ignoranza cosa possa centrare il parere di un endocrinologo?Non sarebbe allora forse meglio un reumatologo?Sono un pò avvilita e confusa

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

purtroppo non posso sapere perchè Le è stato consigliato un endocrinologo, ha chiesto spiegazioni?
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, si l'osteopata mi ha risposto che l'endocrinologo può stabilire se sia il caso di effettuare determinate analisi del sangue o altri . ma questo allora può stabilirlo anche il mio medico di base penso io!!!

[#23] dopo  
Utente
Salve Dottore, mi scusi se sono nuovamente qua ma sono entrata veramente in crisi e non riesco a levarmi dai pensieri la paura di avere qualche malattia importante. Mi sono riguardata tutte le analisi fatte sino ad oggi e Le chiedo se secondo lei con due EMG negative ( salvo quella in cui si evidenziò il problema al n.ulnare dove poi mi operarono), due visite neurologiche negative, una RM encefalo negativa, si possono escludere malattie come sla o sm? Forse le avevo già posto la domanda, ma per levarsi ogni dubbio bastano delle analisi del sangue mirate o è necessaria anche la biopsia del muscolo?

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con le visite neurologiche negative e gli esami effettuati nella norma può stare tranquilla. Per essere pignoli manca solo la RM del midollo spinale in toto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la Sua gentilezza e Le faccio i miei migliori auguri di una serena Pasqua

[#26]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie, ricambio gli auguri anche a Lei e alla Sua famiglia.
Dr. Antonio Ferraloro

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Grazie, ricambio gli auguri anche a Lei e alla Sua famiglia.
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente
Salve Dottore..sono di nuovo qui un pò in ansia perchè da alcuni giorni avverto un formicolio verso la parte alta della coscia destra e al gluteo,soprattutto quando sono seduta.A seconda dei movimenti che faccio sento come qualcosa che tira all'interno del polpaccio. Il mio medico curante tempo fa mi disse che si trattava di sciatalgia quando gli esposi alcuni sintomi ma i formicolii non erano ancora comparsi. Di cosa potrebbe trattarsi?Vorrei effettuare una visita specialistica ma nel mio caso cosa sarebbe più indicato, un ortopedico, un neurochirurgo o una terza visita neurologica?Grazie e mi scusi se approfitto della Sua disponibilità

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotesi che ha avanzato il medico curante è senz'altro possibile, il problema potrebbe avere origine anche dalla colonna lombo-sacrale.
Se dovesse persistere faccia una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente
La ringrazio Dottore, ma se dovesse persistere, sarebbe utile effettuare una rm lombosacrale prima di rivolgermi ad un neurologo?

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sarà il neurologo o il Suo medico curante a richiederla se ritenuta opportuna.
Prima la visita e poi gli esami.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente
La ringrazio molto, buona giornata

[#33] dopo  
Utente
Buon pomeriggio Dottore,
dopo essere stata circa due settimane fa da un neurochirurgo ( sempre per il problema di astenia agli arti superiori) e due ore di visita specialistica neurologa dalla quale non è emerso nulla di anomalo, il neurochirurgo mi ha indicato una risonanza in toto alla colonna cervicale, toracica e lombo sacrale.
Questo è l'esito:
" TECNICA ( colonna): sono state eseguite sezioni sul piano sagittale e traverso con sequenza T! e T" dipendenti. Esame RM eseguito in apparecchiatura da 1.5 T Ingenia.
A livello della colonna cervicale discreto raddrizzamento della curva fisiologica del rachide. In C3-C4, C4-C5 e C5-C6 il canale vertebrale appare lievemente ristretto per una protrusione posteriore delle fibre dell'anulus che deformano lo spazio subaracnoideo anteriore. Non si osservano altreazioni a carico delle strutture ossee e discali.I diametri del canale vertebrale sono regolari. Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni di segnale al suo interno.

A livello della colonna toracica non si osservano alterazioni a carico delle strutture ossee e discali. I diametri del canale vertebrale sono regolari.Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni di segnale al suo interno.

A livello della colonna lombosacrale non si osservano alterazioni a carico delle strutture ossee e discali. I diametri del canale vertebrale sono regolari. Corretta visualizzazione del cono e delle radici della cauda.
Buona valutazione dei forami di coniugazione al cui interno non si osservano segni di conflitto disco-radicolare"


In attesa di portare in visione il referto volevo chiederLe delucidazioni sulla parte della risonanza alla colonna cervicale che davvero non ho capito di cosa si tratta.
Grazie della sua gentile attenzione cordiali saluti

[#34]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a livello della colonna cervicale sono state riscontrate delle protrusioni discali che restringono lievemente il canale vertebrale e che quindi potrebbero giustificare la sintomatologia in atto.
E' chiaro però che deve rivolgersi allo specialista anche per fare valutare l'entità del problema e la localizzazzione precisa delle protrusioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, innanzi tutto grazie della Sua risposta.Oggi mi recherò nuovamente dal neurochirurgo, portando in visione il referto e le lastre della risonanza. Volevo chiderLe se, come specialista va bene o sarebbe più indicato un ortopedico? Questo neurochirurgo è stato l'unico a non addossare i miei sintomi all'ansia e a farmi fare questa risonanza oltre ad una visita veramente accurata. Grazie nuovamente

[#36]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

va benissimo il neurochirurgo. Se vuole può farmi sapere cosa Le dirà.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente
Grazie infinite Dottore, Le farò sapere molto volentieri per avere un Suo prezioso e ulteriore parere

[#38] dopo  
Utente
Buona sera Dottore,
dunque sono stata dal neurochirurgo il quale dopo aver visionato l'esito della risonanza mi ha detto che attualmente non sussistono indicazioni di ordine neurochirurgico. Mi ha inoltre ribadito la proibizione assoluta di sforzi fisici collegati alla colonna e che mi consiglia temporaneo uso di collare cervicale.Detto ciò dice utile eseguire esame composizione ossea ( MOC e simili).
Inoltre mi ha parlato di un vecchio sistema ortopedico che si può reperire nei negozi di ortopedia specializzati che ha la funzione di "sollevare" il capo tramite un contrappeso e che se utilizzato mezz'ora al giorno potrebbe aiutare la mia situazione.
Tra 6 mesi mi ha consigliato di ripetere RM per vedere se ci saranno stati miglioramenti o meno. Io gli ho chiesto se questa mia debolezza agli arti sup sia collegata a questo problema della colonna cervicale e la risposta è stata positiva.
Lei cosa ne pensa di tutto ciò? La mia paura è che tutto questo possa non bastare e di dover arrivare prima o poi ad un intervento chirurgico che, a dirla tutta, se risolvesse il mio fastidio, farei sinceramente domani!!

[#39]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non potendo visitarLa e non potendo visionare le immagini della RM non posso esprimere un parere attendibile.
Intuitivamente mi sento di concordare con quanto detto dal neurochirurgo.
Segua le sue indicazioni.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente
Grazie infinite Le auguro una buona serata

[#41] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,
questa mattina mi sono recata dal mio medico di base per portare in visione i referti della rm in toto che ho fatto alla colonna verticale e delle visite dal neurochirurgo, dopo di chè ha confermato quello che mi è stato consigliato ossia portare collare ortopedico e secondo lei mi farebbe bene del nuoto. Dopo di chè le ho parlato del fatto che sono tornati da un paio di giorni i formicolii al gluteo dx e alla parte alta della coscia dx e un simil dolore al tatto nella zona stessa, ma poichè dalla rm non è emerso nulla a livello lombosacrale, mi ha detto che forse è un problema di microcircolazione all'interno dei muscoli stessi, senza prescrivermi terapie nè accertamenti da fare.
Avrei desiderato una risposta un pò più esauriente visto che il mio medico sa che sono piuttosto ansiosa.
Così sono qua per chiederLe se, nonostante non sia emerso nulla dalla rm nella zona lombo sacrale, possa comunque trattarsi di una compressione del nervo sciatico?

[#42]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente è possibile anche una compressione di un nervo a valle della colonna lombo-sacrale. Non ricordo se ha effettuato un'EMG agli arti inferiori.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, grazie come sempre della Sua gentile disponibilità.
Non ho mai effettuato EMG agli arti inferiori.Una compressione di un nervo a valle della colonna lombo sacrale significa nella parte sottostante il bacino?Ho notato che i formicolii si manifestano di più quando sono seduta, non sono costanti, sempre e solo a dx

[#44]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

quella che riferisce potrebbe essere una delle manifestazioni. Utile in questi casi effettuare un'EMG agli arti inferiori.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente
Grazie infinite seguirò il Suo consiglio

[#46] dopo  
Utente
Buongiorno e buona domenica Dottore, chiedo scusa se La sto "tartassando" con le mie domande e le mie ansie, ma da un paio di giorni ho iniziato ad accusare un formicolio alla base del lato del collo sx e questo mi sta a dir poco mandando in paranoia... In attesa di chiamare domani il neurochirurgo, volevo chiederLe se questa sensazione può centrare con la situazione della mia colonna cervicale ( esito della rm che Le avevo scritto precedentemente: "A livello della colonna cervicale discreto raddrizzamento della curva fisiologica del rachide. In C3-C4, C4-C5 e C5-C6 il canale vertebrale appare lievemente ristretto per una protrusione posteriore delle fibre dell'anulus che deformano lo spazio subaracnoideo anteriore. Non si osservano alterazioni a carico delle strutture ossee e discali.I diametri del canale vertebrale sono regolari. Il midollo presenta forma e dimensioni regolari senza alterazioni di segnale al suo interno."),Nonostante tutte le rassicurazioni avute dalla visita dal neurochirurgo continuo a pensare a malattie degenerative ogni qual volta avverto sintomi come parestesie

[#47]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il reperto riscontrato alla RM può giustificare la sintomatologia riferita, questo in generale. Comunque ne parli col neurochirurgo ma stia tranquilla.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente
Grazie infinite Dottore, buona domenica a Lei