Utente 297XXX
salve a seguito di un incidente avuto con trauma diretto sull'esterno del ginocchio con fr. emipiatto tibiale est. con avvallamento ed operato con osteosintesi placca e viti volevo un parere su questo referto conclusivo di emg eseguita dopo un mese e mezzo dall'evento:
lo studio ENG agli arti inf. evidenzia marcata neuropatia assonale a carico dello SPE sx,che risulta inevocabile nel tratto a valle della testa del perone.
Lo studio EMG dei territori di pertinenza dello SPE sx evidenzia assenza di attivazione volontaria sia al livello del TA,sia al livello dell'estensore breve delle dita,cui si associano segni denervativi sotto forma di fibrillazione e di monofasici positivi.
Indenne il reperto relativo allo SPI.
l'insieme dei dati suggerisce in prima ipotesi di danno allo SPE sx alla testa del perone e merita ulteriore controllo a distanza.
Ecco ora vorrei sapere cortesemente che livello di lesione ho e da cosa e' causato considerando pero' che nei giorni prima dell'intervento il mio ginocchio era edematoso,con ematoma sceso lungo il polpaccio lateralmente alla gamba e sentivo già (parzialmente) difficoltà a flettere il piede.Ovviamente l'ortopedico mi ha prescritto elettrostimolazioni e fkt. Vi ringrazio anticipatamente per una eventuale Vs sollecita risposta!!

[#1]  
Dr.ssa Roberta Ravenni

20% attività
0% attualità
8% socialità
ROVIGO (RO)
PADOVA (PD)
COPPARO (FE)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2013
Il referto sembra descrivere una lesione del nervo Sciatico Popliteo Esterno con denervazione completa dei muscoli a valle della lesione che pare localizzata a livello della testa del perone.
Però è necessario sottolineare:
1. dopo quanto tempo dall'incidente è stata eseguita EMG?
2. Come sono le conduzioni sensitive?
3. Valutazione NCH perché se si conferma il danno da lesione completa del nervo non ci sarà recupero spontaneo.
4. Eseguire una EMG molto particolareggiata per ricerca di sede di lesione a 4 mesi dalla precedente

Cordialità
Dr.ssa Roberta Ravenni
Specialista In Neurologia
Specialista in Neurofisiologia Clinica
Master II Livello Disordini del Movimento

[#2] dopo  
Utente 297XXX

salve dott.ssa Ravenni e grazie per la risposta.Per essere più chiaro il
6/03/13 ho avuto l'incidente, il 22/03/13 ho avuto l'intervento chirurgico e il 26/04/13 ho eseguito l'EMG, la prossima sono riuscito a prenotarla per il 4/07/13 e le domando se può andar bene come tempi.
Per quanto riguarda le conduzioni sensitive sono ottime e non ho dolori lungo la gamba e neanche al piede (molto ma molto raramente all'alluce tipo puntura di spillo).Che cosa ne pensa? Grazie

[#3] dopo  
Utente 297XXX

Salve,volevo chiederle un parere a distanza di 8 mesi dall'evento lesivo descritto in precedenza. Riesco ora ad ottenere una dorsiflessione lieve(max 30%) stabile da ormai un paio di mesi. Ho eseguito una Emg di controllo pochi giorni fa che dice:
Persistente danno neurogeno di grado elevato a carico dello spe sx (inevocabile) con abbondante denervazione attiva nei muscoli di competenza.Scarso reclutamento di MUAP polifasici nel Tibiale Anteriore.Volevo chiederle ma allora il fatto che riesco a muovere un po' il piede e le dita in alto da cosa dipende?Se c'è reinnervazione perche' lo Spe è inevocabile?Diciamo che vorrei capire la compatibilità tra il referto Emg e il quadro clinico. Mi consiglia una visita dal Neurochirurgo o cmq recupererò del tutto la funzionalità spontaneamente?Mi scusi per le troppe domande e la ringrazio anticipatamente per una sua risposta!