Utente
Buonasera. Sono spaventata. Di recente mi sono accorta che i miei muscoli mi fanno male, come se avessi fatto uno sforzo fisico, ma sono a casa, e non faccio assolutamente nulla di ciò. Ho notato anche una sorta di formicolio, quando mi allungo, e un intorpidimento. Stamattina, poi, ho avuto un forte mal di testa localizzato a destra, in alto, e poi il braccio e la gamba sinistra mi sembravano più deboli. Mi sono spaventata. Già da quando sono comparsi questi sintomi ho cominciato a pensare alla sclerosi multipla... oggi ho pensato all'ictus! Ho 40 anni, ho un ritardo nel ciclo (non sono incinta e nemmeno in menopausa) ed entrambe le mie nonne hanno avuto un ictus. Mia mamma è stata fortunata: il trombo si è fermato nell'occhio, poi si è riassorbito, anche se la sua vista non supera i 3/10 (una conquista, visto che era arrivata a 1/10). Soffro di pressione bassa, ma l'ho provata durante questa cefalea ed era stranamente normale, anche se la minima arrivava a 85.
Non sono molto fortunata, con i medici. Per arrivare a delle diagnosi, con me, mi mandano ovunque, e poi la cosa si risolve da sola. Il mio medico, poi, non mi prescrive nemmeno i controlli all'utero, nonostante un tumore che ho avuto nel 2002 (benigno, ma grosso e fastidioso, con emorragie).
Sono già un soggetto ansioso, e vorrei evitarmi altre ansie. Potete aiutarmi?
Grazie.
Elena

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Elena,

non pensi malattie importanti e si tranquillizzi, contemporaneamente però effettui una visita neurologica per avere una valutazione diretta del caso. Come Lei sa, a distanza non è possibile stabilire la natura del problema, poi alcuni sintomi sono aspecifici, cioè possono avere diverse cause, pertanto non ci si può sbilanciare a distanza. Faccia serenamente la visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Sì, la farei, ma il problema è che il mio medico non mi prescrive nulla. O vado privatamente, o non riesco a farmi curare.
Quello che ho notato, oggi, è che dopo aver preso l'ansiolitico è andata meglio, ma mi sentivo braccio e gamba più deboli.
Sono anche in ritardo col ciclo e ho forti dolori all'utero. Mi è stato detto che, finchè una donna ha le mestruazioni, è preservata dagli ictus. Eppure, quando avevo 23 anni, mi è comparsa all'improvviso una tromboflebite alla mano sinistra. Avevo due vene molto gonfie, con un evidente blocco a livello del polso. Eppure gli esami non avevano mostrato cause di ostruzioni, quindi mi era stato detto che, probabilmente, tutto era stato causato da un trauma. Non avevo battuto la mano da nessuna parte, però.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

capisce bene che a distanza non è possibile sbilanciarsi.
Va bene che nel periodo fertile la donna è più protetta da fattori ormonali ma eventuali eventi vascolari acuti sono ugualmente possibili.
Ovviamente sto parlando in generale e non mi riferisco al Suo caso particolare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Dalla sua risposta mi sembra che ci sia qualcosa che devo tenere sotto controllo.
Quando dice che "non è possibile sbilanciarsi" e che "eventuali eventi vascolari acuti sono ugualmente possibili" significa che c'è un campanello d'allarme che richiede una visita urgente...

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Elena,

significa che non deve preoccuparsi ma occuparsi, come Le ho detto nella prima risposta, faccia la visita neurologica con tranquillità.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Oggi non ho lo stesso intorpidimento di ieri, ma la pressione è bassa e il ciclo non arriva.
Mi scusi se approfitto della sua disponibilità, ma il mio medico non mi spiega nulla.
Da quando sono nata, in seguito a mie manifestazioni, di cui non ho ricordo, poiché ero molto piccola, in seguito a numerosi elettroencefalogrammi, è stata rilevata la presenza di onde cerebrali "anomale", non mi ricordo se le Alfa o altre (ho tutto a casa, ma devo cercare). Durante l'adolescenza ho dovuto assumere il Tegretol per un anno, non perché io avessi l'epilessia (è stata esclusa con indagini approfondite), ma perché queste onde si erano alterate moltissimo.
Dopo la terapia, queste erano tornate ad un livello accettabile, anche se sempre alterate.
Non mi è mai stato spiegato cosa esse potessero comportare nella mia vita. e mi chiedo: è il caso che io ripeta l'EEG, visto che sono passati molti anni dall'ultimo?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un'alta percentuale della popolazione presenta anomalie EEG senza per questo avere patologie neurologiche, epilessie comprese. Questi reperti li troviamo frequentemente in soggetti del tutto normali.
Le linee guida internazionali sconsigliano fortemente di "mettere in terapia un EEG alterato anche con elementi epilettogeni", infatti non dobbiamo curare un tracciato ma un paziente se ammalato.
Se farà la visita specialistica veda come la pensa il neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Ieri sera sono andata al Pronto Soccorso e sono tornata a casa alle 3.30 di mattina, più o meno, dopo più di 6 ore. Sono andata perché, all'improvviso, mentre ero al pc e parlavo con mia mamma, ho cominciato ad avere problemi all'occhio sinistro. Non vedevo più tutto il campo visivo, ma avevo una parte che era come... non so come dire... era come se avessi avuto continuamente dei bagliori luminosi nell'occhio. Aumentavano, e mi sono spaventata. Al pronto Soccorso, a digiuno, la mia pressione è rimasta 140/100 per circa 5 ore. Mi è stato fatto un prelievo di sangue e una tac al cervello. Mentre ero fuori casa, piano piano, ho cominciato a vederci meglio, fino a riprendere la mia solita vista, ma la pressione non scendeva, anche perché mi agitavo molto.
Dal prelievi è risultato un pochino basso un valoro chiamato Alanina (mi pare, non ho qui sotto mano il referto), e basso, ma di pochissimo, il potassio. E dalla tac, in base a quello che era stato visto (ma il neurologo c'è solo stamattina), non risultavano danni. Di fatto non c'era un quadro clinico da ictus, poi, verso le 3, mi sono anche calmata, parlando con una ragazza che aveva il figlio in osservazione (quando, invece, mio marito continuava ad agitarmi), e la pressione è tornata 120 su 80.
Mi è stato detto che, non essendoci il neurologo, il referto della tac lo posso avere solo oggi, giorno in cui lui è presente.
Mi sono messa al pc da poco e, di nuovo, sto cominciando a vedere quei bagliori, ma in modo più lieve, e dall'altro occhio.
Non ho nessuno che mi porti di nuovo al Pronto Soccorso, e mio marito lavora.
Devo preoccuparmi, chiamare un'ambulanza, o prendere con calma un appuntamento?

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il disturbo riferito potrebbe rappresentare quella condizione definita come "aura visiva". Ovviamente questa non è una diagnosi è solo la descrizione di un sintomo che andrebbe valutato, come Le dicevo, mediante visita neurologica ed eventuali accertamenti strumentali. Aspettiamo prima l'esito della TC, mi faccia sapere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Salve.
Sono tornata da poco dal Pronto Soccorso, dove mi è stata fatta la visita neurologica.
Anche la Tac va bene, ma il neurologo mi ha prescritto un EEG di controllo, in base a quello che ho avuto già dalla nascita (pensa che possano essere tornati dei problemi) e una visita oculistica.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ok, buona notizia la negatività della TC.
Segua le indicazioni del neurologo e, se vuole, può farmi sapere.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Grazie, lo farò sicuramente!
Mia sorella ha avuto questi episodi anni fa, e le è stata diagnosticata una cefalea con aura visiva. Mio papà, ogni tanto, dice di vedere delle "lucine". Mia mamma non ha nulla di tutto questo.
E' una cosa ereditaria?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non c'è una ereditarietà vera e propria ma una predisposizione familiare sì, come per le forme emicraniche in genere.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
Stamattina ho avuto una colica fortissima, dolorosa, con diarrea. Di solito mi viene se mangio qualcosa a cui sono allergica. Forse mi è venuta per la tensione accumulata, visto che, negli ultimi 2 giorni, ho mangiato pochissimo.
Ho guardato meglio la diagnosi e dice così: cefalea con disturbo visus.
L'esito della Tac dice così: esame eseguito senza somministrazione m.d.c. Non si evidenziano aree parenchimali di alterata densità né in fossa né in sede sopratentoriale. Le cavità ventricolari sono di normale morfologia e dimensioni nei limiti della norma senza impronte o dislocazioni di significato patologico. Normali gli spazi subaracnoidei periencefalici. Non ematomi né emorragie intracraniche. Conclusioni: Esame tomodensositometrico normale.

Indicazioni: utile programmazione ambulat EEG di controllo. Visita oculistica.

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

grazie per l'aggiornamento, gli elementi che ha menzionato confermano che non c'è nulla di grave.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
Quindi nemmeno la sclerosi multipla?

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

a distanza non si può escludere nulla ma finora sembra poco probabile.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
Salve.
Stamattina, e anche la mattina precedente, mi sono alzata con una sensazione di scariche elettrice dalla base del cranio in giù.
Mi era già successo, in passato, e il mio ex psicologo mi aveva detto che dipendeva dallo stress.
Può essere? o è legato alle onde cerebrali alterate?

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

escluderei come causa le "onde cerebrali alterate", l'ipotesi ansiosa è certamente possibile come anche un'origine cervicale non sarebbe da escludere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
Buonasera.
Non riesco ad inserire la domanda, quindi mi perdoni se la faccio qui.
Crede che sia opportuno rifare un elettroencefalogramma, per vedere se ci sono alterazioni come quelle che mi hanno portata ad assumere Depakin, da piccola, e Tegretol, per un anno, a 13 anni?
Sono molto ansiosa, in questo periodo, e tutto mi provoca nausea. Faccio brutti sogni e sono molto giù di corda, stando sempre in casa.
Adesso mi ha pure vista un esorcista che mi ha detto che ho disturbi vessatori, e la mia ansia è arrivata alle stelle. I sintomi che avevo, adesso, si sono amplificati.
Non riesco più a vivere normalmente. Non mi è stato detto altro, se non di fare preghiere di liberazione, ma ora non capisco più dove inizia la neurologia, o la psicologia, o la religione...

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

lasci stare l'esorcismo perché se è un tipo suggestionabile potrebbe accentuare il problema, infatti Lei stessa afferma che dopo avere avuto un colloquio con un esorcista l'ansia sia arrivata alle stelle.
Parliamo di scienza, mi pare che Le fosse stato consigliato l'EEG, quindi sarebbe opportuno effettuarlo.
Sta assumendo farmaci per l'ansia?

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro