Utente
Buongiorno,sono un ragazzo di 34 anni e da circa 2-3 anni soffro di una serie di disturbi che non mi danno pace (mentalmente). Il tutto è iniziato 2-3 anni fa, con sensazione strana alle gambe (dolenzia), sintomo che durava 1-2 settimane, per poi scomparire del tutto.Lo stesso sintomo si è ripresentato a distanza di 5-6 mesi. A quel punto ho iniziato a fare tutti i controlli possibili e immaginabili, dalle analisi del sangue (complete dalla A alla Z), EMG. RX colonna e RMN completa (contro il parere del medico perchè non la riteneva necessaria). Oltre a questi esami, tutti negativi, ho fatto 4 visite neurologiche e la diagnosi è sempre stata "ansia". Poi il mio medico ha deciso di farmi mettere a dieta (sono alto 1,67 e pesavo 76 Kg) ora peso 65 Kg e tutti quei sintomi sono scomparsi.Ero felice, fino a quando, 7 mesi fa mi sono comparsi leggeri tremori alle mani. Il tremore è bilaterale, non a riposo bensì posturale. Non è mai costante, giorni che è impercettibile, altri (sotto stress) più evidente. Nell' ultima visita neurologica, circa 2 mesi fa, mi è stata nuovamente diagnosticata "ansia".
Ho seguito varie terapie (quasi tutte omeopatiche) e l'ultima volta il neurologo mi ha convinto a provare Zariles. L'ho preso solo per tre giorni perchè avevo le pupille dilatate (anche se devo dire, forse per suggestione, mi era quasi scomparso il tremore). Ora io sono molto ansioso e di natura un po' nervoso e a causa in un periodo difficile a lavoro sono sempre sotto stress... e negli ultimi anni ho vissuto con la preoccupazione di avere qualche malattia neurologica, continue ricerche su internet ecc. Ora nei limiti di un consulto online è possibile che si tratti di SM o Parkinson? Cosa devo fare? Dimenticavo, se tengo le gambe sollevate dopo un po' iniziano a tremare. Ma quando vado a correre o esco in bici, sto decisamente bene.
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dal Suo racconto l'ipotesi ansiosa sembrerebbe la più probabile, Le dico questo però con tutti i limiti del consulto a distanza. Il tremore va visto direttamente per potere dare un parere attendibile. Se dovesse persistere si faccia vedere da un neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dr. Ferraloro per la celere risposta, capisco che il tremore debba essere visionato ma dopo tutte le visite fatte, tutte con la stessa diagnosi, continuo a non farmi convinto del fatto che l'ansia, lo stress e il nnervosismo possano creare questi disturbi. Certo passare tanto tempo a consultare Internet non mi aiuta, lo so ma ho sempre paura che ai suoi colleghi possa essere sfuggito qualcosa. Le visite a cui sono stato sottoposto erano le classiche visite di routine, nessuno che mi abbia consigliato di eseguire l'esame per valutare la frequenza del tremore ( non ricordo il nome) o una ulteriore RM per fare una diagnosi differenziata per il tremore essenziale.
Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la diagnosi del tipo di tremore è clinica, cioè si basa sulla visita e sul racconto del paziente, eventuali esami diagnostici si richiedono soltanto nei casi poco chiari.
Evidentemente nel Suo caso i neurologi consultati non hanno avuto dubbi.
Si tranquillizzi e non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie per le delucidazioni, quindi lei, per la sua esperienza, potrebbe confermare che l'ansia generalizzata può causare questi sintomi? E inoltre è possibile uscirne senza l'utilizzo di ansiolitici o simili? la disturbo per chiederLe un chiarimento su una frase che ha detto il mio medico di base:" il tremore da Parkinson o il tremore essenziale sono sempre visibili, costanti e cronici, mentre il tuo è un leggero tremolio né va e viene e che è accentuato da stati emotivi".
È corretta un'affermazione del genere?
Grazie nuovamente

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, l'ansia può causare i sintomi descritti.
Per quanto riguarda l'affermazione del medico curante, è corretta ma in medicina esistono numerose eccezioni.
Una cura dell'ansia senza farmaci potrebbe essere effettuata con la psicoterapia ma spesso un'associazione delle due forme terapeutiche risulta la più efficace.
Consideri che l'ansia non si cura solo con gli ansiolitici ma esistono altre categorie di farmaci ben più efficaci e generalmente dall'effetto più duraturo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Dr Ferraloro la ringrazio nuovamente e le auguro buon lavoro.
Spero di uscire da questa situazione e che si tratti solo di sintomi causati da questo stato ansioso, magari continuerò a provare con rimedi naturali, visto e considerato che sono contrario agli ansiolitici.
Lei accennava ad altre categorie di farmaci, potrebbe consigliarmene qualcuno in modo da poter chiedere al mio medico di base?
Grazie nuovamente

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una categoria di farmaci efficaci che si utilizzano nei disturbi d'ansia sono alcuni antidepressivi che hanno il vantaggio di agire in profondità e di non creare dipendenza e assuefazione. La loro prescrizione è generalmente di competenza specialistica, dopo un'attenta valutazione clinica. Oggi anche molti medici di base li utilizzano abbastanza bene.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Grazie per il consulto, vedrò di parlare col mio medico.
Buon lavoro.

[#9] dopo  
Utente
Dr.Ferraloro la disturbo per informarla che sto sempre peggio. I tremori sono altalenanti durante la giornata, però è da circa 5 giorni che sè aggiunto un dolore a livello della clavicola e tutta la zona del femore e occasionalmente a livello lobo-sacrale. Il mio medico dice che si tratta di un problema posturale; in effetti io ho una leggera cifosi e quando sto al pc o comunque seduto tendo a stare un po' curvo. Mi ha consigliato di andare da un fisiatra. Ora siccome io tendo a fare sempre 2+2.....ho letto che il Parkinson spesso è associato a questi dolori che quasi sempre vengono sottovalutati dal medico o comunque non vengono messi in correlazione. Dimenticavo i dolori riguardano il lato sinistro del corpo.
Cosa mi consiglia? Devo ripetere tutti gli esami? Rmn EMG....
Sinceramente farmi visitare nuovamente da un neurologo per sentirmi dire che si tratta di ansia, mi fa sentire ipocondriaco, in pratica faccio una visita ogni 5 mesi !!!
Grazie

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i dolori articolari associati al Parkinson non si manifestano nelle fasi precoci della malattia. Mi trovo d'accordo col Suo medico curante riguardo la visita fisiatrica. Circa gli esami diagnostici, non è corretto effettuarli a caso ma deve essere il medico, dopo un'accurata visita, a richiederli in funzione del sospetto diagnostico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, quindi potrebbe trattarsi di dolori posturali, dovuti magari alla leggera cifofi? Domani andrò dal fisiatra. Se non la disturbo vorrei tenerla informata.
Grazie

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente, può farmi sapere.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Buongiorno Dr. Ferraloro, ieri ho fatto la vista dal fisiatra e mi ha rimesso quasi a nuovo (per quanto riguarda i dolori). Mi ha detto che sono dovuti a scorrette posture che assumo durante il giorno e mi suggerito alcuni esercizi di stretching.
Ora rimane da risolvere solo il problema del tremore alle mani anche se da quanto ho letto (esperienze di altre persone che hanno chiesto consulti) mi sembra di aver capito che se si tratta di somatizzazione sarà un problema che mi accompagnerà per tutta la vita.
Comunque la ringrazio

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che stia risolvendo il primo problema.
Per quanto riguarda il tremore, se dovesse persistere si faccia controllare da un neurologo qualora non l'abbia già fatto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno egregi dottori, Vi scrivo a distanza di mesi per aggiornarvi sulla mia situazione e per farVi una domanda.i tremori alle mani si sono lievemente ridotti, ho deciso di provare con rimedi naturali, infatti sto assumendo fiori di Bach.
In pratica è presente un lieve tremore postura le delle mani solo la mattina...col passare delle ore e maggiormente la sera (quando rincaso) il tremore è quasi impercettibile se non assente. Rimane solo un problema: quando sono coricato e sollevo le gambe queste iniziano a tremare e poi se faccio qualche sforzo, come sollevare oggetti pesanti, dopo mi incominciano a tremare sia le braccia sia le mani...e devo aspettare circa mezzora prima che si risolva tutto.
Il mio medico insiste col dire che si tratta di uno stato d'ansia generalizzato e anche dell'eccessivo stress che sto vivendo in questi ultimi due anni.
La mia domanda riguarda il tremore quando sollevo le gambe e quello successivo allo sforzo.
Ringrazio in anticipo per l'eventuale risposta.
Cordiali saluti

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
<<La mia domanda riguarda il tremore quando sollevo le gambe e quello successivo allo sforzo>> entro certi limiti è nomale, succede a molti soggetti, se dovesse manifestarsi anche per sforzi minimi andrebbe visionato dallo specialista.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
Dr. Ferraloro, come sempre la ringrazio per la sua attenzione.
Vorrei chiederle se possibile, in che misura si può differenziare un tremore di origine ansiosa, dovuto anche allo stress e quindi somatizzato....da un tremore essenziale.
Non mi capacito del fatto che il tremore risulti più evidente durante il giorno, quindi sotto pressione, per poi ridursi (quasi del tutto) verso la sera.
I fiori di bach mi stanno aiutando, ma non hanno risolto del tutto il problema, è anche vero che ho intrapreso questa "terapia" da poco più di un mese.
La ringrazio in anticipo.
Cordiali saluti

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Una diagnosi differenziale tra i due tipi di tremore che menziona non è possibile spiegarla a distanza, è necessaria la valutazione specialistica diretta.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro