Utente
Buongiorno dottore, sono stato ricoverato in ospedale una settimana fa perchè presentavo una parestesia estesa a tutto l'emisoma sx (tuttora persistente seppur più lieve) ed un acufene a mio avviso a frequenza variabile all'orecchio sx (fastidioso e tuttora persistente). Oggi in mattinata sono stato dimesso. Dagli esami svolti si rileva una ciste aracnoidea di spessore 1.3 cm e lunghezza 4 cm. in posizione retrocerebellare adesa al tavolato interno con estensione craniocaudale, nonchè una non meglio definita Teleangectasia in sede frontale alta a sinistra. L'EEG rileva sporadiche onde puntute di medio-ampio voltaggio e onde lente theta di medio voltaggio in regione fronto-temporale, con incostante prevalenza sx, mentre l'esame dei PEV risulta bilateralmente alterato per bilaterale ridotta ampiezza del potenziale P100 e per alterata morfologia dello stesso potenziale a sinistra. Mi è stata inoltre diagnosticata ipercolesterolemia con valore 236 e ipertrigliceridemia con valore superiore a 320. La ringrazio per l'attenzione che mi vorrà prestare nella spiegazione di quanto sopra riportato, visto che dai medici che mi avevano in cura non ho avuto alcuna spiegazione chiara se non frammentarie informazioni su un sospetto evento circolatorio, o di origine infiammatoria, non meglio specificato. La ringrazio ancora,
Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è impossibile stabilire a distanza, senza una valutazione diretta, la natura del problema descritto, infatti gli esiti degli esami diagnostici si devono interpretare sulla base dei riscontri clinici.
Le posso dire che, in generale, la ridotta ampiezza della P100 e l'alterata morfologia della stessa indicano un problema di tipo ischemico, una neuropatia ischemica, questo in generale, nel Suo caso specifico non è possibile sbilanciarsi non conoscendo approfonditamente il problema.
Inoltre ritengo che sia necessaria una consulenza oculistica, anche per eventuali richieste di esami diagnostici specifici.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Ferraloro,
Innanzitutto la ringrazio per la pronta risposta alle mie richieste. Dal lato oculistico mi scusi se non sono stato completo non fornendole alcuni dati: soffro sin dall'infanzia di ipermetropia ed astigmatismo, per la quale dovrei portare gli occhiali che in questo momento comunque non porto, più marcata comunque sull'occhio dx e più leggera sull'occhio sx. L'ipovisione può causare anomalie di questo genere nell'esame dei PEV? Questa sera sono uscito per una camminata ed ho notato che con lo sforzo sento sporadiche fitte a livello della tempia sx ed aumenta il formicolio allo stesso lato del viso. Mi scusi per l'ulteriore disturbo ma la possibilità di un evento ischemico, che mi era tra l'altro già stata prospettata da un medico del mio reparto, ma poi taciuta, mi preoccupa particolarmente essendo giovane (22 anni). La ringrazio ancora per l'ulteriore attenzione che mi vorrà accordare,
Cordiali Saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anomalie dalla vista come quelle che Lei menziona (ipermetropia ed astigmatismo) non causano alterazione dei PEV, non essendo interessato il nervo ottico e il resto delle vie ottiche.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dott. Ferraloro,
La ringrazio ancora per la pronta risposta, provvederò a far visionare il referto ed eventualmente copia da estrarre della mia cartella clinica ad uno specialista della mia zona quanto prima. Purtroppo un evento ischemico, anche se nel mio caso, evidentemente lieve, è stata la prima preoccupazione mia, avendo avuto delle esperienze in famiglia, e dei medici che mi avevano in cura e l'unica che tuttora rimane in piedi anche in base alle mie ricerche. Mi scusi per il disturbo e la ringrazio ancora per il tempo che mi ha voluto dedicare,
Cordiali Saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun disturbo, stia tranquillo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buonasera dott. Ferraloro,
innanzitutto mi scusi se La disturbo ancora e se forse mi sto permettendo di approfittarmi troppo della Sua disponibilità e gentilezza. Ora Le vorrei chiedere, da cosa può essere derivata l'alterazione dell'esame elettroencefalografico, più precisamente, come riportato nel referto, la presenza di "sporadiche onde puntute di medio-ampio voltaggio e onde lente theta di medio voltaggio in regione fronto-temporale, con incostante prevalenza sx"? La ringrazio e mi scuso ancora,
Cordiali Saluti e buon fine settimana anche a Lei.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbe copiare il referto interamente in quanto mancano alcuni elementi come la reazione alla SLI (Stimolazione luminosa intermittente) e all'iperpnea, ed altri.
Grazie.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Ferraloro,
mi scusi se la disturbo ancora o se mi approffitto della sua disponibilità. Questa sera mi è successo un evento molto particolare che mi ha molto intimorito e vorrei sapere da cosa può dipendere. Quel che mi è successo, praticamente dopo che avvertivo da un po' un senso di costrizione alla gola lato sinistro, ho iniziato a sentire costrizione anche al petto, il cuore ha iniziato a battere in modo molto irregolare a 140 bpm, la pressione si è alzata a 165 su 100 e mi sono ritrovato con un forte formicolio agli arti sia superiori che inferiori, e precisamente mi sono ritrovato la mano destra quasi paralizzata in una posizione strana con le dita piegate verso su. Il tutto è durato circa mezz'ora, dopodichè i sintomi hanno iniziato ad alleviarsi, ed anche i valori pressori e le pulsazioni sono rientrati nella norma. Dopo tutto questo oltre a continuare a percepire ancora un leggero intorpidimento agli arti, ho avuto uno strano attacco di tosse molto forte che mi è anche questo durato attorno alla mezz'ora, poi la respirazione è ritornata anche questa nella norma. Premetto che non ho mai sofferto di stati ansiosi e tuttora comunque non ne avrei nemmeno il motivo, e comunque durante l'evento non avvertivo nessuno stato di ansia o paura. Spero mi possa dare un aiuto a capire cosa sia successo. Ah dimenticavo, per quanto al referto che mi ha richiesto in data 11/8 sto ancora attendendo copia dello stesso dall'ospedale.
Mi scuso ancora per il disturbo,
Cordiali Saluti.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una possibile interpretazione dell'episodio descritto potrebbe essere assimilata ad una crisi d'ansia o un attacco di panico, ovviamente è solo un'ipotesi a distanza.
Anche un episodio di tipo convulsivo non sarebbe da escludere, ne parli con lo specialista che La segue o col Suo medico curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
La ringrazio ancora per la pronta risposta. Un attacco di panico è in realtà la prima cosa che ho pensato quando è terminato l'evento, comunque oggi pomeriggio vedrò il mio medico curante per verificare se può essersi trattato di un attacco di questo genere, se sono necessari degli accertamenti e se anche l'altro episodo oggetto del ricovero in ospedale a fine Luglio possa essere stato un evento di questo tipo magari più leggero o avvenuto nel sonno per cause derivanti dal subconscio senza che me ne accorgessi, e che mi ha lasciato al risveglio il solo formicolio, motivo per cui mi sono recato al Pronto Soccorso. Sinceramente, seppur le sembrerà strano, troverei una diagnosi di questo genere molto rassicurante, soprattutto a confronto con le patologie ben più gravi descritte e frutto di accertamenti da parte degli specialisti suoi colleghi. La ringrazio ancora per l'attenzione che mi ha voluto prestare.
Cordiali Saluti.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non mi sembra per nulla strano, convengo anch'io che una diagnosi di questo tipo è certamente più accettabile di altri problemi organici.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Ferraloro,
Mi scusi se La disturbo ancora, da questa mattina percepisco di nuovo il senso di costrizione alla gola, al petto e non costante un po' di dolore sempre al petto, senza ulteriori sintomi. Può essere dovuto, come penso, sempre ad un fattore ansioso? Ho misurato la pressione ed è ad 80/120 a riposo e le pulsazioni, sempre a riposo, sono 90, quindi penso nella norma. Scusi se mi permetto di disturbarLa ancora con i miei problemi...
La ringrazio ancora,
Cordialità.

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche questi sintomi possono essere di tipo psicosomatico, il senso di costrizione in gola è caratteristico di queste forme.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
La ringrazio per la sua ulteriore risposta. Concludendo, la ringrazio per le sue preziose consulenze e volevo infine complimentarmi con Lei per l'ottimo servizio che offre tramite questo portale. Mi scusi per il disturbo che finora Le ho arrecato.
Le porgo i miei più Cordiali Saluti.

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun disturbo, grazie a Lei per averci scelto!
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Ferraloro,
Innanzitutto mi scusi se la disturbo ancora.
Oggi ho ritirato il referto dell'esame dei PEV che ho ripetuto su consiglio del Neurologo in quanto il precedente era alterato. Questo risulta nuovamente alterato, ed il referto riporta quanto segue:
VEP: ottenuti mediante stimolazione a scacchiera alternante su monitor TV con frequenze spaziali di 42', separatamente in OD ed in OS e registrati con elettrodi ad ago in corrispondenza di o2, oz ed o1 con riferimenti in Fpz.
Conclusioni: PEV bilateralmente alterato per destrutturazione della risposta.
Nelle pagine seguenti ci sono dei grafici, ma non so come posso eventualmente trasmetterglieli. Inoltre, volevo chiedere se tali alterazioni possono essere conseguenza o in qualche modo correlate con un intervento chirurgico per la correzione dello strabismo che ho subito in età prescolare (4 anni).
La ringrazio ancora per la sua gentilezza,
Cordialità.

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'alterazione dei PEV deve essere valutata dallo specialista anche in funzione di un'eventuale correlazione clinica. Ritengo poco probabile che l'intervento di correzione dello strabismo possa causare tali alterazioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro