Utente 242XXX
Gentili dottori,
da circa 5 giorni avverto un senso di bruciore nella parte interna di entrambe le cosce.
Premesso che di mio sono abbastanza ansioso.
Nei precedenti mesi, in seguito ad uno senso di stanchezza alle gambe (fortunatamente ormai passato) che mi è durato un paio di settimane ho effettuato due visite neurologiche (una da un neurologo ed una da un neurofisiatra) che fortunatamente non hanno riscontrato alcuna patologia. Avevo anche fatto allora le analisi del sangue e l'esame del CPK che è risultato assolutamente nella norma.

Adesso da circa 5 giorni avverto questo senso di bruciore all'interno delle due cosce. Non escluso l'ipotesi ansiosa (penso sempre di avere chissà quale malattia) pertanto mi chiedevo in che modo devo procedere visto che avverto questo disturbo ed è abbastanza fastidioso.

Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il precedente disturbo (stanchezza alle gambe) si è risolto spontaneamente o in seguito a terapia farmacologica? I neurologi che l'hanno visitata quale orientamento diagnostico hanno espresso?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 242XXX

Si è risolto spontaneamente quando sono stato rassicurato da un ulteriore amico specializzando in Neurologia e quando ho visto i risultati dell'esame CPK.
I neurologi che mi hanno visitato (più gli altri 2 medici di base) mi hanno detto di non aver riscontrato alcuna patologia definendo il problema di tipo psicologico.
Tra le altre cose, tutti questi sintomi e tutte queste incertezze sono nati dopo aver scoperto che un amico soffre purtroppo di SM.

Grazie per l'attenzione.

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da ciò che scrive sembrerebbe concreta anche in quest'ultimo caso l'ipotesi psicosomatica del disturbo riferito. Se tali episodi si presentano frequentemente è consigliabile rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psichiatra per affrontare adeguatamente il problema.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 242XXX

Gentile dottore la ringrazio davvero molto per la risposta e per la rassicurazione.
Quindi non ha alcun senso procedere con ulteriori esami quali l'elettromiografia?
Grazie.

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sembrerebbe di no ma se il problema dovesse persistere sarebbe utile approfondirlo mediante una visita neurologica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 242XXX

Gentile dottore,
giusto per stare più sereno e tranquillo ho deciso di prenotare per domani pomeriggio una elettromiografia. Le farò sapere l'esito.

Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, mi faccia sapere.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 242XXX

Gentile dottore, il referto preciso dell'elettromiografia l'avrò domani ma il neurologo mi ha detto di stare tranquillo perchè non c'è niente.
Mi ha detto che probabilmente il problema potrebbe essere di tipo posturale (ho messo su qualche chilo in questi ultimi mesi e tra le altre cose faccio una vita abbastanza sedentaria).

Cosa ne pensa?
Intanto le comunico che il bruciore si è alleviato.

Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritenevo non razionale effettuare l'EMG tanto è vero che non l'ho consigliata ma vista la Sua decisione, on line, ovviamente non L'ho sconsigliata.
Mi aspettavo l'esito negativo dell'esame perchè non c'erano elementi che facessero sospettare patologie del nervo periferico (neuropatie).
Il bruciore si è attenuato dopo avere saputo l'esito negativo dell'EMG?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 242XXX

No in realtà già da stamattina avvertivo meno questo dolore/bruciore.

Ma secondo lei è attribuibile questo "malessere" alla postura e al sovrappeso? Se l'episodio si dovesse ripresentare che fare?
La ringrazio come sempre.

Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche la postura ed il sovrappeso potrebbero avere un ruolo importante ma per gli elementi che mi ha dato precedentemente non escluderei nemmeno il fattore psicosomatico.
Non pensi <<Se l'episodio si dovesse ripresentare che fare?>>, questa domanda è già un sintomo d'ansia.
Stia sereno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 242XXX

Ok.
Non so davvero come ringraziarla, il suo consulto è stato determinante. Le auguro un buon lavoro.

Cordiali saluti

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, grazie a Lei e buona serata!

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 242XXX

Gentile dottore, le riporto il referto dell'elettromiografia:

Contesto clinico:astenia arti inf.
Muscoli esaminati:quadricipite f.dx,sx(Vasto laterale e mediale),tib.ant,pedidio,dx,sx.
Attività spontanea e dati similari:assenti
Attività motoria massimale:reclutamento di tipo interferenziale

CONCLUSIONI:radicolopatia L4-L5-S1 senza danno assonale registrato.


Che vuol dire?
Grazie.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

probabilmente c'è una compressione a livello della colonna lombo-sacrale sulle radici nervose che emergono dagli spazi discali L4-L5 e L5-S1, cioè tra la quarta e la quinta vertebra lombare e tra la quinta lombare e la prima sacrale.
A questo punto va indagato questo tratto della colonna vertebrale, quello lombo-sacrale, mediante, per es. una RM. Ne parli col Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 242XXX

Gentile dottore,
mi metterò subito in contatto con il mio medico curante.
Devo allarmarmi per questo referto?

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo di no, generalmente la causa è una discopatia, però a questo punto è opportuno approfondire il problema.

<<il referto preciso dell'elettromiografia l'avrò domani ma il neurologo mi ha detto di stare tranquillo perchè non c'è niente.>> questa frase mi aveva messo fuori strada........

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 242XXX

Gentile dottor Ferraloro,
il mio medico di base mi ha consigliato di andare prima da un ortopedico che eventualmente mi prescriverà una RM.
Le vorrei chiedere se la scelta è corretta oppure conviene andare direttamente da un neurologo.
La ringrazio per la sua pazienza e disponibilità.

Cordiali saluti

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente la prescrizione della visita ortopedica è pure corretta.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro