Utente 191XXX
Cari dottori vi scrivo per avere dei chiarimenti e consigli su un problema.Purtroppo perdersi quando si sta male è facile perché ogni medico dice la sua.Da tempo soffro di emicrania forte e invalidante(oltre ad altri disturbi) mi sono rivolta a vari medici(otorino per sinusite,oculista per occhi,neurologo,reumatologo etc...) ognuno mi ha diagnosticato una patologia(purtroppo riscontrate dalle indagini) ed io non ci capisco più niente.Le terapie si intrecciano,ognuno dice la sua e ogni medico pur bravo nella sua specialità ha limiti e mi rimanda ad un altro specialista.Comunque la mia domanda e questa.Negli ultimi mesi gli attacchi di emicrania nausea e malessere sono peggiorati sia nella quantità che nell'entità,andavo avanti a toradol e voltaren con forti conseguenze per la mia gastrite atrofica cronica con metapasie intestinali ed ulcerazioni sparse(riporto referto gastro).Mi è stato prescritto il LEVOPRAID 25 1 CPR AL DI MEZZ'ORA PRIMA DI CENA per problemi di digestione lenta ed emicrania.Questo mese non mi è tornato il ciclo mestruale(mai accaduto in tutta la mia vita) ho chiamato il ginecologo il quale mi ha fatto eseguire alcuni esami del sangue tra cui la prolattina il cui risultato è 99 (range massimo 20).Il ginecologo dice che potrebbe essere stato il levopraid a procurarmi questo effetto secondario,anche se ho assunto questo farmaco in passato anche 2\3 volte al giorno e non mi aveva mai dato problemi.VI CHIEDO:POSSIBILE CHE IL LEVOPRAID PRESO A DOSAGGIO COSI BASSO E PER UNA SOLA VOLTA AL GIORNO PER UN MESE CIRCA ABBIA FATTO ALZARE COSI TANTO LA PROLATTINA E FATTO BLOCCARE IL CICLO?QUALI ALTRE POTREBBERO ESSERE LE CAUSE E COSA FARE A CHI RIVOLGERMI PER CAPIRE?mi interessa il vostro parere e un vostro consulto e consiglio.So che la prolattina può alzarsi per vari motivi.Aggiungo che ho anche i globuli bianchi alti e gli anticorpi antinucleo presenti 1:190.Sono confusa e stanca.Se c'è qualche professionista che può aiutarmi a risolvere questi problemi siamo pronti a spostarci visto che nella mia piccola città non ci sono molti medici o strutture "serie".grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è possibile, non certo, che il levopraid anche a basse dosi abbia causato il rialzo prolattinemico. Ritengo che Le abbiano consigliato di sospendere il farmaco, in tal caso faccia un controllo dei valori di prolattina nel sangue dopo un mese dalla sospensione.
La visita neurologica è stata effettuata dopo questo riscontro?
La diagnosi di emicrania è stata fatta dal neurologo? Le chiedo questo perchè spesso questo termine è associato a qualsiasi mal di testa, cosa invece sbagliata in quanto per "emicrania" s'intende una particolare forma di cefalea con ben definite caratteristiche cliniche e patogenetiche.
Considerata la frequenza degli attacchi, non è stata mai proposta una terapia di prevenzione?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 191XXX

Dr. Ferraloro,grazie infinite per avermi risposto cosi velocemente e grazie per il suo interesse.Si mi hanno consigliato di sospendere il farmaco che però ripeto in passato avevo assunto a dosaggi più elevati senza problemi di ciclo mestruale o iperprolattina.Vorrei sapere quali altre potrebbero essere le cause dell'innalzamento di tale valore esclusa la gravidanza ed il levopraid?Le rispondo alle sue domande.No,dopo il riscontro recentissimo del valore alto di prolattina non ho avuto ancora modo di effettuare visita neurologica,ma lo farò al più presto.La diagnosi di emicrania mi è stata fatta al pronto soccorso dove mi ero recata per fortissimo mal di testa e dopo avermi somministrato levopraid e toradol mi hanno fatto fare una tac alla testa e un consulto con il neurologo dell'ospedale.I sinotomi del mio mal di testa sono forti e sono:dolore frontale solo da un lato vicino l'occhio,dolore dietro le orecchie e dietro la nuca,sempre più da un lato,pressione alla tempia,dolore alle mascelle fino al collo nausea e vomito.Brutto davvero.nessun antidolorifico sortisce beneficio se non associazione in punture di levopraid e toradol o voltaren.una profilassi non mi è stata consigliata perché gli attacchi pur brutti e forti e invalidanti non erano cosi frequenti.C'è chi mi ha detto che è perché degrigno i denti(lo faccio la notte anche molto) c'è chi mi ha detto sinusite(ne soffro molto come da riscontro tac) io non so che fare.grazie se vorrà rispondermi

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una delle cause più frequenti di iperprolattinemia sono gli adenomi ipofisari, formazioni benigne dell'ipofisi, tra le cause non ipofisarie Le ricordo quelle farmacologiche, l'ipotiroidismo, problemi ovarici ed altre condizioni più rare.
La diagnosi di adenoma ipofisario si fa con la RM della regione ipotalamo-ipofisaria mediante mezzo di contrasto.

Per il mal di testa si rivolga ad un neurologo esperto in cefalee

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro