x

x

Situazioni notturne

Buongiorno,vorrei parlare di un mio disturbo che mi accade seppur sporiadicamente,ma è alquanto fastidioso:premetto che sono un tipo ansioso ed emotivo,avverto una sensazione di stordimento mentale,fatto una visita neurologica negatva,e prescritta un RM cerebrale e EEG anch'essi negativi,il mio problema risulta di tipo psicosomatico,tranquillizzato comuqnue dalle varie indagini neruologiche negative cerco di non pensarci a questo disturbo, e devo ammettere che va molto meglio, il problema di fondo sta nel fatto che alcune volte mi sveglio la notte completamente intontito,mi spiego meglio:mi addormento all 1 circa con la tv accesa ,mi sveglio dopo 1 ora,1 ora e mezza e non capisco nulla,mi sento stordito confuso e sento gli occhi che si chiudono,ho provato a parlare con qualcuno quando mi succede questo fenomeno di notte e mi accorgo che pure quando parlo trovo difficoltà,mi sento assopito,questo fenomeno poi va lievemente ad attenuarsi se provo a lavarmi il viso con acqua fredda e se faccio una camminata per la casa,fatto sta però che è davvero fastidioso,in pratica e come se avessi fatto abuso di alchol,devo anche dire però che tale disturbo aumenta in maniera particolare nei momenti più stressanti,se tipo ho avuto una giornata particolarmente stressante e vado a letto tardi mi capita ciò, e devo anche dire che tale disturbo è particolarmente evidente nella prime ore di sonno, se tipo mi addormento e dopo 4 o 5 ore spengo la tv tale fenomeno non mi accade,vorrei sapere se e il caso di preoccuparsi e di cosa potrebbe essere,grazie mille in anticipo.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Gentile Utente,

considerati gli esiti negativi delle visite specialistiche e degli esami strumentali effettuati non vedo motivo di preoccupazione. Se il disturbo dovesse persistere rendendola ansioso e preoccupato faccia una visita con eventuali esami diagnostici, per es. una polisonnografia, presso un centro di medicina del sonno per avere un quadro più preciso del problema.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dottore,vorrei aggiungere anche altri due elementi che non ho citato prima :tale disturbo aumenta se ceno in modo abbondante e vado al letto dopo poco,ad esempio ieri sera ho mangiato verso le 00:30 e all 1:20 sono andato a letto e alle 2 e 15 mi sono svegliato nel bel mezzo di una crisi di panico (non so per quale motivo) e mi è accaduto questo disturbo:quindi codesto disturbo aumenta se mi sveglio con crisi di panico e sia quando mangio molto la sera prima,lei crede che si tratti di epilessia?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Con gli elementi a disposizione, ritengo poco probabile la natura epilettica del disturbo. Faccia un po' di ordine nella Sua vita, per es. non ceni tardi e non faccia grosse abbuffate, a meno che non si tratti di "riunioni conviviali tra amici" ed allora è "permesso", ogni tanto.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dottore gentilissimo e simpaticissimo,se permette vorrei chiederle alcune cose oltre a ciò : da qualche anno tutti i giorni come le ho citato prima avverto una sensazione di stordimento che mi accompagna tutto il giorno ,una sorta di poca lucidità,disturbi molto simili come quelli che mi capitano durante il risveglio notturno ma con minore intensità,mi sento solo ottundito e poco lucido,sensazione che aumenta nei momenti piu stressanti e si fa sentire soprattutto di sera,sento una parte della mente non del tutto presente ,in un certo senso distaccata e come se mi distraessi dal mondo circostante.Le ripeto gli esami effettuati
-EEG
-Visita neurologica
-TAC e RM encefalo e tronco senza MDC

(sono caratterialmente ansioso ed emotivo) però non credo che tutto ciò sia la causa di questo mio disturbo,però magari potrei sbagliarmi perciò ho chiesto un vostro parere.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71.5k 2.2k 23
Caro Ragazzo,
mi spiace contraddirla ma l'origine psichica dei disturbi riferiti è davvero concreta, ovviamente mi baso sia sui sintomi descritti che sulle visite ed esami effettuati, tutti negativi.
Perchè non affronta il problema rivolgendosi almeno inizialmente ad uno psicologo?

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Capisco Dottore,non credevo che l'ansia possa portare a questi "disturbi" di dissociazione e intontimento ho provato anche ad assumere delle goccie di Diazepam (8 al mattino e 8 alla sera ) prescritte dal mio medico di basa,ma devo dire che apparte il disagio ansioso che toglievano in se per se mi finivano di intontire, chiederò anche un supporto psicologico allora.