Utente
Gentile Dott.
La settimana passata il mio compagno è stato colpito da piccole ischemie che sono state rilevate con risonanza magnetica , la cui conclusione è questa :" multiple piccole ischemie in fase acuta localizzate rispettivamente in sede fronte-opercolare ant.sx, nel giro frontale prerolandico sx, nella testa del nucleo caudato e nel putamen a sx e nella sostanza bianca sottocorticale parietale posteriore a sx. Il sistema ventricolo cisternale è nella norma. Lo studio angio RM dei vasi arteriosi intracranici e dei segmenti distrali del vasi cerebroafferenti al collo è nella norma.

Il prelievo ematico : per dosaggio omocisteina (9,6 mg/dl , nella norma), fattore II, fattore X, fattore di Von Willebrand, proteina c, proteina s, LAC, mutazioneMTHFR, esame degli anticorpi ( ancora da refertare).

Il giorno seguente è stato inviato a svolgere un doppler transcranico con mezzo di contrasto per la valutazione dell embolia paradossa " E stato effettuato monitoraggio dell arteria cerebrale meda bilateralmente dopo iniezione endovenosa di mezzo di contrasto ( miscela di soluzione fisiologica 9cc e di 1 cc di aria) in condizioni basali e dopo manovra di valsalva: già in condizioni basali sono state rilevate 19 alterazioni di segnale indicative di eventi microembolici . Conclusione : reperto indicativo di shunt destro-sinistro permanente.

Il giorno seguente ha eseguito un ecocardiogramma transesofageo che esclude la presenza di F.O.P.

Nel frattempo stà facendo la terapia consigliata : cardioaspirina 100 mg al gg.

Stiamo attendendo dal reparto di Neurologia una telefonata che ci dica quali altri esami diagnostici fare per capire dove sia questo shunt ( vista l' esclusione del fop).
Dove potrebbe trovarsi questo foro??? se si trovasse in altre sedi è possibile chiuderlo chirurgicamente come nel caso del f.o.p ??? se volessi richiedere ulteriori consulenze mediche, quale specialista dovrei contattare ( cardiologo o neurologo)???
Vi ringrazio in anticipo per le risposte , siamo molto preoccupati .

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
C'è contraddizione tra il referto del doppler trans cranico che indicherebbe un FOP a livello del setto inter-atriale cardiaco con shunt sinistro->destro e l'ecocadio trans esofageo che ne esclude la presenza.

Un "secondo parere" sia cardiologico/strumentale che neurologico/strumentale.

Forse qualcuno potrebbe aver preso un abbaglio...

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Naturalmente da seguire anche la via dello "screening trombofilico" in attesa di referto e quello di un disturbo del respiro nel sonno (sindrome da apnee ostruttive nel sonno) mediante una valutazione con un esperto in medicina del sonno ed un esame polisonnografico.

Tuttavia va rapidamente chiarita la questione FOP.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie Dott. Poli per la tempestiva risposta.
Onestamente anche la Neurologa a cui abbiamo riportato l' esito dell' esame che escludeva il fop era un po' meravigliata , ma non si è esposta e ci ha detto di attendere la telefonata dal reparto dove ci diranno cosa fare.

Nel frattempo ho consultato un Cardiologo e ci ha detto che vista la giovane età, lui farebbe una tac toracica per vedere se questo shunt si trova altrove... ma non ci ha detto dove potrebbe essere .
Domani comunque di nostra iniziativa andremo nel reparto dove è stato ricoverato e poi dimesso ( Neurologia) e chiederemo qualche spiegazione ( capisco che è quasi ferragosto e sono tutti in ferie ma non voglio dormire sugli allori) e se ci si può velocizzare la richiesta di questa tac.

Se anche questa non fornirà risposte , proveremo a chiedere di ricontrollare i precedenti esami strumentali e il consulto di un esperto in medicina del sonno.
Grazie ancora per la sua disponibilità .


[#4]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
La TC toracica è un'altra buona via da seguire.
Concordo.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it