Utente
Buongiorno, purtroppo sono circa tre anni che soffro quotidianamente di giramenti di testa , una sensazione di vertigine e svenimento, problemi di equilibrio....
Questo sintomo aumenta alla guida dell'auto con le sollecitazioni della starda e lo sguardo che si muove, quando scendo dalla macchina per 10 min. Poi passa.
Premetto che ho già eseguito ogni tipo di esame che ora vi elenco:
Risonanza magnetica nel settembre 2012 alll encefalo con MDC OK
Visita neurologica risultata negativa
Visita otorino con evocati acustici per ben tre volte con manovra sbloccante per sassolini negativa
Visita cardiologica luglio 2013 con ECG + ECOCARDIO + Porva sottosforzo OK
Holter pressorio OK
Holter cardiaco OK
Esami sangue OK
Esame vestibolare GNATOLOGO CON BITE nessun miglioramento
Visita oculistica OK
Manipolazioni Per cervicale da osteopata , qualche miglioramento ma non più di tanto

Non so più cosa fare sono disperato, il problema si accentua molto alla guida e al computer quando muovo gli occhi

[#1]  
Dr. Stefano Vollaro

24% attività
0% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Buon pomeriggio,
Premettendo che sarà difficile riuscire a trovare la causa dei suoi disturbi tramite un consulto online, non essendoci riusciti i numerosi specialisti che l'hanno visitata fin'ora, potrebbe essere utile se riuscisse a descrivere meglio queste "vertigini":
- Quanto sono intense? Se è in piedi sono tali da mettere a repentaglio l'equilibrio?
- Sono più simili ad una sensazione di stanza che gira in tondo oppure è una sensazione "interna", più simile allo stare su una barca?
- Ha la sensazione che le immagini ballino o si muovano?
- Si associano nausea o vomito?
- Compaiono anche quando osserva un'immagine fissa? Per esempio durante la lettura o guardando la televisione?
- Soffre il mal d'auto o il mal di mare? Soffre le forti accelerazioni?
- L'udito è perfettamente normale?
- Gli episodi sono parossistici (si verificano ogni tanto all'improvviso) o questa sensazione è persistente?
- Ha notato problemi di coordinazione/equilibrio durante le attività quotidiane? Riesce facilmente ad eseguire compiti di destrezza manuale o con le gambe a occhi chiusi (per esempio chiudere gli occhi e cercare di infilare le pantofole lasciate sul pavimento, allacciare le scarpe senza guardare, ecc.?)
- Dal momento della loro comparsa ad oggi i sintomi sono rimasti invariati o si sono modificati?
Dr. Stefano Vollaro

[#2] dopo  
Utente
Buonasera,
La ringrazio molto per la sua celere risposta, cercherò di descrivere meglio questo sintomo veramente invalidante mi creda.
Il sintomo non è presente per l'intera giornata, ma alla mattina appena apro gli occhi e prendo coscenza dopo il sonno, poi si attenua nella mattinata dopo la colazione e si accentua verso l'ora di pranzo, voglio precisare che la pressione è leggermente bassa (110-70) ma lo avuta sempre bassa fin da giovane, mentre glicemia 81 a digiuno e 120 a stomaco pieno.
Il sintomo si presenta come ora che Le sto scrivendo come una scarsa ossigenazione al cervello o meglio come uno svenimento che però non è mai accaduto per fortuna e inoltre non sono accompagnato da nessun tipo di malore, sento solo questa sensazione brutta di vertigine a volte quando è miolto forte dura 15 secondi circa dove mi devo tenere a qualcuno e mi mancano le gambe , poi mi siedo e passa.
Tipo oggi è un pò più leggera ma persistente per tutto il pomeriggio. Tutto questo accade sempre quando guido l'automobile o sono in auto con qualcuno . Oppure mi piego in avanti a testa in giù a raccogliere qualcosa,
un senso di cadere in avanti, la sensazione è come stare in una barca dove si muove tutto sotto i piedi, ma la testa e il senso dell'orientamento resta vigile.
Ho peggioramento quando scrivo al PC che guardo continuamente tastiera e monitor e la vista fa il movimento verticale.
Non soffro di mal d'auto, una sensazione di questo tipo lo avuta molti anni fa prendendo l'aereo, poi non ho mai più volato.
Le attività quotidiane sono normali, faccio tutto in modo naturale e non ho problemi di equilibrio e di coordinazione, faccio lavori di precisione, nel momento in cui ovviamente non sono presenti questi sintomi. Sono proprie e vere crisi. Non sono stressato e tantomeno ansioso, vivo abbastanza serenamente, ma sto cominciando ad non poterne più.

I sintomi si sono modificati nel tempo, prima erano presenti solo quando scendevo dalla macchina per alcuni minuti, ora vanno e vengono a prescindere...Sono peggiorati molto.
Sto pensando visto che vivo in montagna circa 1000mt, che quando viaggio, scendo e salgo di altitudine fino in pianura.

[#3]  
Dr. Stefano Vollaro

24% attività
0% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
1000 mt di altitudine non dovrebbero essere tali da causare disturbi, purché non vi sia una grave anemia o problemi cardiopolmonari. Se ho capito bene quindi non si tratta di vertigini, ma più di una sensazione di "pesantezza di testa" o di lieve stordimento e solo in determinati momenti di un vero e proprio disturbo dell'equilibrio. L'associazione con il digiuno (la mattina al risveglio e appena prima del pranzo) potrebbe indicare una condizione di iperinsulinismo (possibile precursore di un futuro diabete): provi a parlarne con il medico di base per capire se può essere un sospetto può essere fondato e se serve fare una visita endocrinologica.
L'associazione con il cambio di postura invece potrebbe essere legato ad un problema di regolazione della pressione arteriosa, che è già bassa di suo, per cui forse tollera male il rapido passaggio in ortostatismo. Per inquadrare questo tipo di problematiche possono essere utili test che indagano la funzionalità del sistema autonomico, come il tilt-test.
Ancora, una sensazione persistente simile ad un torpore nucale e del capo potrebbe essere di origine posturale, un equivalente della cervicalgia o della cefalea tensiva. Per cui potrebbe essere utile vedere in che condizioni è la cervicale e migliorare la postura.
L'unico modo per inquadrare meglio i sintomi e decidere in che direzione cercare sono però delle visite. Cominci a riparlarne con il medico di base e in base a quelli che a lui sembrano i sospetti più fondati ad eseguire le relative visite specialistiche/accertamenti.
Consigli generali che potrebbero comunque aiutare a ridurre i sintomi sono bere abbondantemente (1,5-2 litri di acqua al giorno), fare attività sportiva aerobica (senza però sollecitare troppo la colonna: l'ideale sarebbe il nuoto, con l'accortezza però di fare attenzione quando si esce dall'acqua e si fa la doccia calda per evitare i sintomi dovuti a cali di pressione), curare la postura, soprattutto durante la guida o quando è al computer, e seguire una dieta equilibrata, riducendo per quanto possibile gli zuccheri semplici, facendo pranzi e cene non eccessivamente sostanziosi, e inserendo uno spuntino leggero (frutta o yogurt, ad esempio) a metà mattina e metà pomeriggio.
Dr. Stefano Vollaro

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dottore, eseguirò subito le visite , volevo chiederLe se era il caso di rifare la RMN encefalo con MDC dopo appena 2 anni?
Grazie

[#5]  
Dr. Stefano Vollaro

24% attività
0% attualità
12% socialità
PIACENZA (PC)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Questo dipende dalla visita: se ci sono segni neurologici forse si, altrimenti potrebbe essere inutile. Stessa cosa per la RMN della colonna cervicale. Deve valutarlo il medico personalmente.
Dr. Stefano Vollaro