Utente 348XXX
Buongiorno a tutti. sono stato visitato in questi giorni da un neurologo che ha riscontrato, visitandomi, queste due problematiche: ROT arti superiori ridotti a destra e una sospetta radicolopatia (da indagare con un'elettromiografia ad aghi). faccio presente che soffro di artrosi cervicale (ultimo attacco, abbastanza fastidioso, a Febbraio/Marzo 2014, poi risolto con 10 sedute di kinesiterapia). ogni tanto soffro di mal di testa (cefalea muscolo tensiva), derivante immagino dalla mia problematica alla cervicale e, ruotando il collo verso destra, sento ogni tanto uno scrocchio delle vertebre. volevo sapere da voi informazioni maggiori riguardo a questa ROT arti superiori ridotti a destra e, soprattutto, come si fa a curare questa radicolopatia, se effettivamente presente (io immagino che ci sia). grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ROT sta per Riflesso Osteo-Tendineo, è soltanto un acronimo che spesso noi scriviamo, a mio avviso sbagliando, per ridurre i tempi di scrittura, in tal modo non siamo chiari col paziente a meno che non si spieghi il significato a voce. In pratica si tratta dei comuni riflessi che vengono evocati percuotendo alcuni punti del corpo col martelletto.
Nel Suo caso i riflessi all'arto superiore destro sono ridotti, questo generalmente è un segno indicativo di qualche problema del nervo periferico, una neuropatia in senso generale.
Oltre l'EMG sarebbe utile anche indagare la colonna cervicale se ancora non l'avesse fatto.
Come si cura un'eventuale radicolopatia qualora fosse confermata dagli esami strumentali?
Fondamentalmente rimuovendo o trattando la causa che la determina, se possibile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 348XXX

Grazie per la precisazione, dott. Ferraloro. al neurologo portai le radiografie al rachide cervicale e una risonanza magnetica (sempre del tratto cervicale) che riportavano questi referti:

RX: "lieve anteriolistesi di C4 su C3, una marcata riduzione dello spazio intersomatico C5-C6, un ridotto spazio intersomatico tra C4 e C5 e alterazioni degenerative a carattere sondillo-uncoartrosico nel tratto cervicale medio-inferiore"

Risonanza magnetica (fatta due settimane dopo le lastre): "disco intersomatico compreso tra C5-C6 risulta ipointenso nelle sequenze T2 dipendenti ridotto in altezza per fenomeni degenerativi"

Il neurologo mi parlò di ginnastica posturale per la radicolopatia. comunque, tranne qualche mal di testa saltuario, non ho grossi problemi (attualmente) al rachide cervicale e alle braccia

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per il problema cervicale può rivolgersi al fisiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 348XXX

Ero andato dall'ortopedico, l'anno scorso. fu lui che mi prescrisse le 10 sedute di kinesiterapia